U Turn - Inversione di marcia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "U Turn" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi U turn.
U Turn - Inversione di marcia
U Turn - Inversione di marcia Screenshot.jpg
Sean Penn in una scena del film
Titolo originaleU Turn
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1997
Durata125 min
Generedrammatico, thriller
RegiaOliver Stone
SoggettoJohn Ridley
SceneggiaturaJohn Ridley (romanzo Come cani randagi)
ProduttoreDan Halsted, Clayton Townsend
FotografiaRobert Richardson
MontaggioHank Corwin, Thomas J. Nordberg
MusicheEnnio Morricone
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

U Turn - Inversione di marcia (U Turn) è un film del 1997 diretto da Oliver Stone, interpretato da Sean Penn, Jennifer Lopez, Nick Nolte, Jon Voight, Joaquin Phoenix, Billy Bob Thornton, Claire Danes. È tratto dal romanzo Come cani randagi, dello scrittore John Ridley, che ha anche scritto la sceneggiatura. La colonna sonora della pellicola è firmata da Ennio Morricone.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Arizona. Bobby Cooper è uno scapestrato girovago che, giocando in un casinò di Las Vegas, ha contratto un debito di 13 000 dollari con mister Arkady, un mafioso russo il quale gli ha intimato di pagarlo entro due settimane e, come avvertimento, gli ha fatto tagliare due dita della mano destra. Durante il suo viaggio di ritorno per saldare il debito, la sua macchina si ferma per un guasto a Superior, una cittadina dispersa nel deserto.

Dopo averla lasciata alle cure dello strambo meccanico Darrell, Bobby si reca nel centro del paese per rifocillarsi, e qui fa la conoscenza della bella e ambigua Grace, giovane donna nativa americana dalla quale Bobby è subito attratto, e che lo invita a casa sua per rinfrescarsi. Qui Bobby conosce Jake McKenna, marito di Grace e ricco possidente terriero, che picchia Bobby e lo sbatte fuori, salvo poi raggiungerlo con la macchina e offrirgli un passaggio.

Durante il breve viaggio Jake propone a Bobby di assassinare la moglie, informandolo che lei ha una grossa polizza sulla vita e che sarebbe disposto a fare a metà con lui. Bobby rifiuta ed entra in un negozio di alimentari, ma si ritrova coinvolto in una rapina durante la quale la proprietaria spara ai rapinatori con un fucile, colpendo accidentalmente la borsa in cui Bobby teneva i soldi, riducendoli in mille pezzi. Sconvolto da tale perdita, e desideroso di lasciare il più presto possibile il paese, Bobby torna da Darrell per riprendersi la macchina ma il meccanico, dopo aver fatto le dovute riparazioni gli chiede l'assurdo compenso di 150 dollari.

Dopo un'accesa discussione, Bobby torna in paese, chiamando alcuni suoi conoscenti nel tentativo di farsi prestare del denaro per ritirare la macchina, ma nessuno di loro è disposto ad aiutarlo. Chiama anche mister Arkady, con il solo risultato di essere rintracciato. Così, mentre il malavitoso gli sguinzaglia contro uno dei suoi scagnozzi, Bobby, girovaga senza meta per il paese, cercando una soluzione e subendo le molestie di due strambi personaggi: Jenny, una svampita sedicenne che si invaghisce di lui e Toby Tucker, il geloso fidanzato della ragazza, oltre allo sceriffo locale, Virgil Potter. Alla fine, messo alle strette, finisce per andare a trovare Jake McKenna e accetta la sua proposta.

Recatosi fuori dal paese con Grace, Bobby si prepara a ucciderla, ma non riesce a trovare il coraggio di compiere il gesto, e i due finiscono per avere un rapporto sessuale. Grace poi gli racconta di essere la figliastra di Jake, che era stato sposato con sua madre e che, morta questa, aveva abusato di lei. La ragazza svela quindi a Bobby che Jake ha un'enorme somma di denaro e gli propone di ucciderlo per sottrargliela. Spaventato, Bobby rifiuta e torna in paese dove, dopo un litigio con Toby e Jenny sventato dallo sceriffo, ritorna da Darrell tentando di convincerlo a lasciargli prendere la macchina.

Qui scopre che il meccanico ha fatto un altro lavoro sulla macchina, pretendendo di essere pagato anche per esso, oltre ad avergli rubato una pistola che Bobby teneva nel baule. Ciò genera un'altra discussione tra i due. Sempre più sconvolto, Bobby, con i pochi soldi rimasti, riesce ad acquistare un biglietto per andarsene in Messico sfuggendo allo scagnozzo di Mr. Arkady, appena arrivato a Superior e subito arrestato dallo sceriffo. Durante un ennesimo scontro con Toby e Jenny, Bobby perde però il biglietto, che Toby strappa in mille pezzi. Bobby, in preda a una furia cieca, aggredisce il ragazzo picchiandolo a sangue. Comprendendo che non gli è rimasta più nessuna possibilità, Bobby chiama Grace e accetta la sua proposta di uccidere Jake.

Nottetempo va a casa dei due, e qui ha una colluttazione con Jake, che cerca a sua volta di ucciderlo. Aiutato da Grace, riesce ad avere ragione dell'uomo e a ucciderlo, dopodiché i due riescono a trovare i suoi soldi e si preparano a lasciare per sempre Superior, dopo aver finalmente riscattato l'automobile di Bobby e portando con sé il cadavere di Jake per farlo sparire. Durante il viaggio però, i due vengono fermati dallo sceriffo Potter, che rivela a Bobby che Jake era il vero padre di Grace, che quindi aveva una relazione incestuosa con lui; affermando di essere stato a sua volta amante della donna vuole a tutti i costi farla rimanere con lui. Grace inizialmente tradisce Bobby dicendo allo sceriffo che lui ha ucciso Jake e che l'ha rapita, dopodiché uccide lo sceriffo sparandogli alla testa.

A questo punto Bobby, sconvolto e disgustato dalla pazzia e dalla doppia faccia della donna, decide di separarsi da lei dividendo il bottino dopo aver gettato in un burrone i corpi di Jake e dello sceriffo. Grace, per nulla concorde con la sua decisione, lo spinge nel burrone e cerca di andarsene via con i soldi, salvo poi essere costretta a scendere nel burrone per riprendersi le chiavi, che Bobby aveva in tasca. L'uomo, ancora vivo benché gravemente ferito, l'assale strangolandola a morte, e riesce a ritornare alla macchina. Ma al momento di riavviarla il manicotto appena sostituito esplode, negandogli la possibilità di partire. Bobby muore per le ferite riportate nella caduta, riverso sul sedile della macchina, ma prima di morire dà sfogo ad una risata liberatoria.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata girata a Superior (Arizona), oltre che in altre zone della stessa Arizona e della California, tra cui Coachella Valley.[2] Il film è stato interamente girato cercando di dare un'immagine più dura possibile dell'ostilità dell'ambiente circostante.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ U Turn [Original Soundtrack] - Ennio Morricone, su allmusic.com.
  2. ^ Palm Springs Visitors Center. "Coachella Valley Feature Film Production 1920–2011"., su visitpalmsprings.com (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  3. ^ Oliver Stone: The Hollywood Interview, su thehollywoodinterview.blogspot.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema