La casa (serie di film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La casa (Evil Dead) è il titolo di una serie di film horror, diretti e prodotti da Sam Raimi ed interpretati da Bruce Campbell. Le trame dei film girano attorno alle storie di cinque ragazzi che hanno intenzione di trascorrere un week-end in uno chalet di montagna, ma il ritrovamento di un libro, che solo dopo scopriranno essere un libro dei morti, comincerà a creare loro qualche problema.

Nel 1978 il regista Sam Raimi con gli amici Bruce Campbell e Robert Tapert realizza un cortometraggio, intitolato Within the Woods, in 8 mm per ottenere il finanziamento per girare The Evil Dead (1981), film cult che in Italia è stato distribuito nel 1984 con il titolo La casa. Il regista, amante del trio comico statunitense I tre marmittoni, ne omaggia le gesta in svariate scene del film.

La serie, rimasta una trilogia per oltre un ventennio, ha visto gettare le basi di un sequel ufficiale dal titolo Army of Darkness 2, annunciato poco dopo l'uscita del remake di La casa del 2013[1][2], seguito poco dopo dall'annuncio di un sesto film, Evil Dead 2, remake de La casa 2, ancora una volta diretto da Alvarez.

La saga cinematografica originale[modifica | modifica wikitesto]

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Ash vs. Evil Dead.

Nel 2014 è stata annunciata la produzione di una serie televisiva, intitolata Ash vs. Evil Dead, con la funzione di sequel dei film della trilogia originale di Raimi, collegandoli più saldamente a quelli nuovi di Alvarez. Bruce Campbell, già protagonista della trilogia originale, ha ripreso i panni di Ash Williams, il quale è il protagonista della serie. Altri attori nel cast principale sono Jill Marie Jones, Ray Santiago, Dana DeLorenzo e Lucy Lawless. La serie è prodotta da Campbell, Raimi e Robert Tapert, già produttore del primo film[3].

Il primo episodio è andato in onda il 31 ottobre 2015[4].

Ash Williams[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Ash Williams.

Ash Williams è il protagonista della serie ed è interpretato dall'attore Bruce Campbell, amico giovanile del regista Sam Raimi e, suo malgrado, rimasto legato alla caratterizzazione di Ash per tutta la vita. Campbell è anche il protagonista del corto del 1978 che diede il "la" alla serie.

Ash sin dal primo capitolo non si dimostra certo un mostro di intelligenza (un idiota, per definizione dello stesso Campbell), ma questo non gli impedirà di essere l'unico a cavarsela alla fine del film. Nel terzo capitolo della serie Ash, ormai con la motosega definitivamente al posto della mano persa nel secondo capitolo, affronta persino un viaggio nel tempo e si troverà ad evocare una formula magica scandendo le parole «Klaatu, Barada, Nikto!» opportunamente storpiate.

La serie cinematografica apocrifa[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'enorme successo dei film La casa e La casa 2, la Filmirage, casa di produzione italiana di Joe D'Amato, ha realizzato tre film horror incentrati sul tema della casa maledetta. Queste pellicole sono state distribuite, in Italia, con i titoli La casa 3 - Ghosthouse, La casa 4 - Witchcraft e La casa 5, proprio per poter far seguito alla popolarità della serie originale[5]. Questi film sono considerati dei sequel apocrifi, che non hanno nulla in comune né con i film di Raimi né tantomeno tra loro: registi diversi, attori diversi, storie diverse, case diverse. Le tre pellicole sono state distribuite dalla Gruppo Bema di Achille Manzotti in collaborazione con la Artisti Associati, e sono state diffuse nelle sale cinematografiche durante le stagioni estive del 1988, 1989 e 1990.

La casa 3 è un film del 1988, diretto da Umberto Lenzi (che si è firmato Humphrey Humbert) ed è interpretato da Lara Wendel e Greg Scott. È stato girato in America, nel Massachusetts, con troupe e attori americani. A dimostrare ulteriormente il fatto che nulla ha a che vedere con Evil Dead di Raimi è il fatto che negli Stati Uniti d'America è stato distribuito con il titolo Ghosthouse.

La casa 4 è un film del 1988, diretto da Fabrizio Laurenti (che si è firmato Martin Newlin) ed è interpretato da David Hasselhoff e Linda Blair. Anche questo è stato girato nel Massachusetts con troupe e attori americani. In Europa è stato distribuito come Witchcraft, in Inghilterra in Home video è uscito come Ghosthouse 2, mentre negli Stati Uniti d'America è stato distribuito come Witchery.

La casa 5 è un film del 1990, diretto da Claudio Fragasso (che si è firmato Clyde Anderson) ed è interpretato da David Brandon, Barbara Bingham e Gene LeBrock. Anche qui troupe e attori sono statunitensi. A differenza dei due precedenti, questo terzo film negli Stati Uniti d'America è stato distribuito solo per il mercato Home video, con il titolo House 5.

Quando Raimi nel 1992 ha prodotto il terzo capitolo ufficiale, Army of Darkness, in Italia non è stato intitolato né La casa 3 (come comunque sarebbe stato logico, se possibile) né La casa 8 (finendo in questo caso in coda a tutti gli innumerevoli sequel apocrifi creati dalla distribuzione italiana), ma è stato tradotto semplicemente il titolo originale, divenendo L'armata delle tenebre.

Prosecuzione con titoli ingannevoli[modifica | modifica wikitesto]

Per continuare a sfruttare il successo del franchise, nel corso degli anni, alcuni film della serie statunitense House (formata in tutto da quattro pellicole), sono stati distribuiti in Italia, con titoli fuorvianti:

La Life International di Roberto Cimpanelli cambiando i titoli a due di questi film è riuscita, apparentemente, a far proseguire la serie de La casa. Quando nel 1987 è stato prodotto House II: The Second Story, di Ethan Wiley, che è il sequel semi-parodistico di House (quest'ultimo distribuito in Italia col titolo Chi è sepolto in quella casa?), la distribuzione italiana lo ha distribuito come La casa di Helen, sempre con la classica C a forma di falce sulle locandine, spacciandolo per un sequel di La casa 5. Mentre nel 1989 The Horror Show, di James Isaac distribuito in Inghilterra come House III, cioè come sequel di House II, anche se le analogie si fermano ai membri della troupe, è stata distribuita nel 1990 in Italia con il titolo La casa 7, sempre dalla Life International di Cimpanelli. Una particolarità di questo film è quella di essere stato distribuito quasi in contemporanea con l'uscita nelle sale di La casa 5, distribuito però dalla Manzotti. Il produttore e distributore Achille Manzotti, infatti, si era già assicurato i diritti sui titoli La casa 6 e La casa 7[6] e solo in seguito ad una battaglia legale tra i due distributori [7] per The Horror Show è stato scelto il titolo La casa 7 mentre il titolo La casa 6 non è mai stato utilizzato. Per quanto riguarda House IV, il quarto film della serie House, la distribuzione italiana (in questo caso Manzotti e non più Cimpanelli) ha scelto di intitolarlo House IV - Presenze impalpabili (noto anche con il titolo Chi ha ucciso Roger[8]).

Nel frattempo, sempre nel 1990, una piccola casa di distribuzione italiana, la Chance Film di Massimo Civilotti, ha acquistato l'horror americano Dream demon distribuendolo in Italia con il titolo La casa al nº 13 in Horror Street. L'anno precedente, questa stessa casa di distribuzione si era assicurata la distribuzione dell'horror I, madman diretto da Tibor Takács inizialmente intitolato Sola nel buio ma prima dell'uscita nelle sale il titolo è stato sostituito in Sola... in quella casa. Inoltre il film Buio Omega diretto da Joe d'Amato (Aristide Massaccesi) nel 1979 viene riedito nel 1987 con il titolo In quella casa - Buio Omega. In tutti i casi le locandine hanno subito un profondo cambiamento, optando per una immagine con la solita casa in bella mostra e la C a forma di falce nel titolo. Né il titolo, né tanto meno l'immagine dei manifesti, hanno a che vedere con la trama dei film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Evil Dead Remake: New Characters, New Story, & Bruce Campbell Cameo
  2. ^ No Evil Dead 4... Army of Darkness 2!
  3. ^ Philiana Ng, Starz Orders 'Evil Dead' TV Series, su The Hollywood Reporter, Prometheus Global Media, 10 novembre 2014. URL consultato l'11 luglio 2015.
  4. ^ Lizzie Plaugic, The first Ash vs. Evil Dead trailer is ridiculous and gory, su The Verge, Vox Media, 11 luglio 2015. URL consultato l'11 luglio 2015.
  5. ^ Micol Pedretti, I LOVE 80: 101 Cose da Sapere sui Magici Anni Ottanta., HOW2 Edizioni, 2015, ISBN 9788899356743.
  6. ^ Bollettino del Servizio per il diritto d'autore e diritti connessi, vol. 46, Istituto poligrafico e zecca dello Stato, 1990, p. 430.
  7. ^ The Evil Dead Saga, horror.it. URL consultato il 25 aprile 2017.
  8. ^ Fabio Migneco, The eBook of The (Evil) Dead: Guida alla saga di Sam Raimi, LA CASE Books, 2016, ISBN 9781944811488.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema