Jacopo Bassano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Autoritratto in tarda età, olio su tela, Vienna, Kunsthistorisches Museum.

Jacopo Dal Ponte, detto Jacopo Bassano (Bassano del Grappa, 1515 circa – Bassano del Grappa, 13 febbraio 1592), è stato un pittore italiano della Repubblica di Venezia.

Monumento a Jacopo da Ponte, Bassano del Grappa

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jacopo Bassano, Ultima cena, 1546 circa, Roma, Galleria Borghese.
Martirio di santa Caterina d'Alessandria

Nacque a Bassano attorno al 1515[1], dal pittore Francesco Dal Ponte, poi detto il Vecchio, e dalla sua prima moglie Lucia Pizzardini. Si formò inizialmente presso il padre, un modesto artista originario di Gallio e capostipite della famiglia Dal Ponte. Secondo quanto racconta Ridolfi, si trasferì poi a Venezia per apprendere i segreti del mestiere nella bottega di Bonifacio de' Pitati.

Tornato in patria si inserì nell'impresa familiare, assumendo progressivamente un ruolo di primo piano. Nel 1535 realizzò tre grandi tele per il Palazzo pubblico di Bassano, raffiguranti Cristo e l'adultera, I tre fanciulli nella fornace ardente e Susanna e i vecchioni, nelle quali all'influenza del maestro si unisce un'attenta resa del dato naturalistico ed emergono influssi di Tiziano e Lorenzo Lotto.

Tra il 1535 e il 1540 si avvicinò alla plasticità del Pordenone. Di questo periodo sono Sansone e i filistei, oggi a Dresda, e l'Adorazione dei Magi, oggi alla Burghley House.

Dai documenti sembra che l'artista passasse quasi tutta la sua vita a Bassano. Nel 1541 il consiglio comunale gli concesse l'esenzione dalle tasse, e da ciò risulta che questi era capo di famiglia e che quindi il padre Francesco era morto.

Dagli anni quaranta si avvicina alla pittura manieristica, soprattutto a quella di Francesco Salviati; tra il 1540 e il 1550 esegue il Martirio di santa Caterina d'Alessandria oggi nel Museo civico di Bassano, la Decollazione del Battista di Copenaghen, con figure affilate e affusolate inserite in una scena rarefatta, l'Andata al Calvario, dove il paesaggio è ripreso dalle incisioni tedesche, la Natività di Hampton Court e il Riposo durante la fuga in Egitto di Milano.

Nel 1546 sposò Elisabetta Merzari (+ 5 settembre 1601) dalla quale ebbe otto figli: Francesco Alessandro (3 gennaio 1547 - marzo 1547), Francesco Giambattista (7 gennaio 1549 - 2 luglio 1592), Giustina (27 dicembre 1551 - 22 luglio 1558), Giovanni Battista (4 marzo 1553 - 1613), Benedetta Marina (21 marzo 1555), Leandro (10 giugno 1557- 15 aprile 1622), Silvia Giustina (17 aprile 1560) e Girolamo (3 giugno 1566 - 8 novembre 1621). Francesco, Giambattista, Leandro e Girolamo seguiranno le orme paterne e diventeranno pittori. Anche il nipote Jacopo Apollonio divenne pittore alla scuola del nonno.

Tra il 1550 e il 1560 realizza l'Ultima Cena della Galleria Borghese di Roma dove riprende lo stile luministico del Tintoretto.

Produce quadri nella bottega di famiglia, insieme ai figli, fino alla scopmaprsa.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Cacciata dei mercanti dal tempio, 15131-1532 circa, già Christie's (8/7/2008; 24/4/2009).
  • Fuga in Egitto, Bassano del Grappa, MBA, 1534.
  • Madonna col Bambino, 1534-1535 circa, olio su tela, Santa Caterina di Lusiana, chiesa parrocchiale.
  • Cristo e l'adultera, Bassano del Grappa, MBA, 1536.
  • Sidrac, Midrac e Abdenago nella fornace ardente, Bassano del Grappa, MBA, 1536.
  • Susanna e i vecchioni, Bassano del Grappa, MBA, 1536.
  • Madonna in trono con bambino con i santi Lucia, Matteo con l'angelo, Francesco e il podestà Matteo Soranzo, la figlia Lucia e il fratello Francesco, Bassano del Grappa, MBA, 1536.
  • Decorazione freschiva, 1537, affresco, Santa Croce Bigolina, chiesetta di Santa Lucia.
  • Deposizione, (attr. al Dal Ponte) 1537-1538, olio su tela, San Luca di Crosara.
  • Decorazione freschiva, 1537-1538, affresco, Cittadella, chiesa parrocchiale.
  • Cena in Emmaus, 1538 circa, olio su tela, 235 × 250 cm, Cittadella, chiesa parrocchiale, sagrestia.
  • Cena in Emmaus, 1538 circa, olio su tela, Fort Worth, Texas, Kimbell Art Museum.
  • Andata al Calvario, 1538-1543 circa, olio su tela, 82 × 118,7 cm, Cambridge, Fitzwilliam Museum.
  • Decorazione ad affresco della facciata di casa Dal Corno a Bassano, Bassano del Grappa, MBA, 1539.
  • Cristo tra i dottori, 1539 circa, olio su tela, 116 × 174 cm, Oxford, Ashmolean Museum.
  • Salita al Calvario, 1540 circa, olio su tela, 145 × 133 cm, Londra, National Gallery.
  • Sant'Anna in trono con la Vergine bambina tra i santi Girolamo e Francesco, Bassano del Grappa, MBA, 1541.
  • Ritratto di francescano con un teschio, 1540-1542, olio su tela, 81 × 69 cm, Fort Worth, Texas, Kimbell Art Museum.
  • Sant'Orsola tra i santi Valentino e Giuseppe, Bassano del Grappa, MBA, 1542.
  • Madonna col Bambino, 1540-1545 circa, olio su tela, Detroit, Institute of Arts.
  • Adorazione dei Magi, 1542, olio su tela, 183 × 236 cm, Edimburgo, National Gallery of Scotland.
  • Madonna in trono col Bambino tra i santi Bassiano e Francesco, Bassano del Grappa, MBA, 1542-1543.
  • Martirio di santa Caterina, 1544, olio su tela, 160 × 139 cm, Bassano del Grappa, MBA.à
  • Decollazione del Battista, 1544-1545 circa, olio su tela, 132 × 127 cm, Copenaghen, Statens Museum for Kunst.
  • Adorazione dei pastori, 1544-1545, olio su tela, 139,5 × 219 cm, Hampton Court Palace, Royal Gallery.
  • Fuga in Egitto, 1544-1545 circa, olio su tela, 123 × 196 cm, Pasadena, Norton Simon Museum.
  • Adorazione dei pastori, 1545 circa, olio su tela, 95 × 145 cm, Venezia, Gallerie dell'Accademia.
  • Madonna col Bambino e san Giovannino, 1545 circa, olio su tela, 79 × 60 cm, Firenze, Galleria degli Uffizi.
  • Pesca miracolosa, 1545, olio su tela, 143,5 × 243,7 cm, Washington, National Gallery of Art.
  • Madonna con Bambino e i santi Giacomo Maggiore e Giovanni Battista, 1545-1550, olio su tela, 191 × 134 cm, Monaco, Alte Pinakothek.
  • Noli me tangere, 1546, olio su tela, Onara, Chiesa parrocchiale.
  • Santissima Trinità, 1547, olio su tela, Bassano del Grappa, Chiesa parrocchiale della Ss. Trinità.
  • Due cani, 1548-1549, olio su tela, 61 × 80 cm, Parigi, Musée du Louvre.
  • Ritratto d'uomo barbuto, 1550 circa, olio su tela, 69 × 25 cm, Los Angeles, J. Paul Getty Museum.
  • Salita al Calvario, 1550-1555, olio su tela, 94 × 114 cm, Budapest, Museum of Fine Arts.
  • Adorazione dei pastori, 1553-1554, olio su tela, 76 × 94 cm, Roma, Galleria Borghese.
  • Lazzaro e il ricco Epulone, 1554, olio su tela, 146 × 221 cm, Cleveland, Museum of Art.
  • Animali domestici, 1555 circa, olio su tela, 85 × 126 cm, Firenze, Galleria degli Uffizi.
  • San Gerolamo, 1556, olio su tela, 119 × 154 cm, Venezia, Gallerie dell'Accademia.
  • Adorazione del Bambino e gli angeli con gli strumenti della Passione, 1556-1557, olio su tela, 99,3 × 75,7 cm, Vicenza, Pinacoteca Civica di Palazzo Chiericati.
  • San Giovanni Battista nel deserto, Bassano del Grappa, MBA, 1558.
  • Discesa dello Spirito Santo, Bassano del Grappa, MBA, 1559 circa.
  • Annuncio ai pastori, 1560 circa, olio su tela, Leicestershire, Belvoir Castle.
  • Pecora e agnello, 1560 circa, 30 × 51 cm, olio su tela, Roma, Galleria Borghese
  • Scena pastorale, 1560 circa, olio su tela, 139 × 129 cm, Madrid, Museo Thyssen-Bornemisza.
  • Santa Giustina in Trono, 1560 circa, olio su tela, Enego, Chiesa parrocchiale.
  • Madonna col Bambino e san Giovannino, 1560-1565, olio su tela, 73,7 × 84,5 cm, Chicago, The Art Institute.
  • Adorazione dei Magi, 1563-1564 circa, olio su tela, 92,3 × 117,5 cm, Vienna, Kunsthistorisches Museum.
  • Adorazione dei pastori con i santi Vittore e Corona detta Presepe di San Giuseppe, Bassano del Grappa, MBA, 1568.
  • Cacciata dei mercanti dal tempio, 1568-1569 circa, olio su tela, 149 × 233 cm, Madrid, Museo del Prado.
  • Entrata degli animali nell'arca di Noè, 1570, olio su tela, 207 × 265 cm, Madrid, Museo del Prado.
  • La Madonna in gloria appare a san Rocco e agli appestati, 1570, olio su tela, 350 × 210 cm, Milano, Pinacoteca di Brera.
  • Adamo ed Eva nel paradiso dell'Eden, 1570-1573, olio su tela, 77 × 109 cm, Roma, Galleria Doria Pamphilj.
  • Susanna e i vecchioni, 1571, olio su tela, 85 × 125 cm, Nîmes, Musée des Beaux-Arts.
  • Mosè e il roveto ardente, 1572 circa, olio su tela, 95 × 167 cm, Firenze, Galleria degli Uffizi.
  • I rettori di Vicenza inginocchiati di fronte alla Madonna in trono tra i santi Marco e Vincenzo, 1573, olio su tela, 342 × 519 cm, Vicenza, Pinacoteca Civica di Palazzo Chiericati.
  • San Marco in Gloria, 1573, olio su tela, Cassola, Chiesa parrocchiale.
  • San Vigilio in Gloria, 1573, olio su tela, Pove del Grappa, Chiesa parrocchiale.
  • Partenza di Abramo e la sua famiglia per la terra di Canaan, 1573, olio su tela, 162 × 206,5 cm, El Escorial, Monastero de San Lorenzo.
  • Sacrificio di Noè, 1574 circa, olio su tela, Potsdam-Sanssouci, Staatliche Schlösser und Gärten.
  • San Valentino battezza santa Lucilia, 1575 circa, olio su tela, Bassano del Grappa, Museo Civico.
  • La predica di San Paolo 1574, olio su tela, Marostica, Chiesa parrocchiale di Sant'Antonio, eseguito in collaborazione con il figlio Francesco.
  • San Valentino battezza santa Lucilla, Bassano del Grappa, MBA, 1575 circa.
  • Decorazione freschiva, 1575, affresco, Cartigliano, Chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda, eseguito in collaborazione con il figlio Francesco.
  • Madonna in trono col Bambino, il podestà Sante Moro e san Rocco, Bassano del Grappa, MBA, 1576.
  • Ritratto del doge Sebastiano Venier, Bassano del Grappa, MBA, 1577 circa.
  • Adorazione dei Magi, 1576-1580, olio su tela, 125 × 140 cm, Roma, Galleria Borghese, in collaborazione con il figlio Leandro.
  • San Martino e il povero con sant'Antonio abate, Bassano del Grappa, MBA, 1578-1580.
  • Paradiso, Bassano del Grappa, MBA.
  • Ritorno di Giacobbe con la sua famiglia, 1580 circa, olio su tela, 150 × 205 cm, Venezia, Palazzo Ducale.
  • Madonna col Bambino in gloria e le sante Agata e Apollonia, Bassano del Grappa, MBA, 1580.
  • Diana e Atteone, 1585-1592, olio su tela, 63,6 × 68,7 cm, Chicago, The Art Institute.
  • Martirio di San Lorenzo, 1590 circa, olio su tela, Poggiana di Riese, Chiesa parrocchiale
  • Battesimo di Cristo, 1590-1592, olio su tela, 192 × 160, New York, Metropolitan Museum of Art (acquisto 2009).
  • Madonna tra San Gregorio Papa e San Pietro chiesa di Quero

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Jacopo Bassano viene ricordato da Mario Rigoni Stern in una lettera contenuta in Aspettando l'alba[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tradizionalmente la data di nascita si indicava come "1510 circa", sulla base della biografia di Carlo Ridolfi ne Le Maraviglie dell'Arte. Alessandro Ballarin l'ha posticipata al "1515 circa", considerando due censimenti - riferibili al 1561 e al 1585 - in cui si afferma che Jacopo ha rispettivamente 45 e 70 anni e valorizzando la testimonianza di Raffaello Borghini, che lo dice di 66 anni ne Il Riposo, testo apparso nel 1584, ma terminato già nel 1582 per la parte relativa ai pittori veneti. Jacopo Bassano e lo stupendo inganno […], 2010, p. 61.
  2. ^ Mario Rigoni Stern, Aspettando l'alba e altri racconti, Einaudi, 2004, pp. 130-141. ISBN 9788806176563

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV. Capolavori che ritornano, una dinastia di pittori: Jacopo Bassano, i figli e la bottega, Banca Popolare di Vicenza, Vicenza, 2013
  • AA.VV. Jacopo Bassano: c. 1510-1592, Nuova Alfa editoriale, 1992

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN24792862 · LCCN: (ENn85042732 · ISNI: (EN0000 0000 8088 9030 · GND: (DE11865750X · BNF: (FRcb12355945n (data) · ULAN: (EN500003126 · NLA: (EN35815179 · CERL: cnp00581229