ISO 639-3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

ISO 639-3 è la terza parte dello standard internazionale ISO 639, che elenca i codici brevi per l'individuazione delle diverse lingue parlate nel mondo. Emesso per la prima volta nel 2005 come Codici per la rappresentazione dei nomi delle lingue -- Parte 3: Alpha-3 code.

Codifica l'insieme più completo possibile di lingue ufficialmente riconosciute: in questo elenco sono 7594, siano esse attive, estinte, artificiali o antiche. Si tratta di un codice a tre lettere che riprende il lavoro della versione precedente ISO 639-2, completando e rettificando la suddivisione; lo standard ISO 639-2 è diventato così un sottoinsieme dello standard ISO 639-3. È previsto l'aggiornamento e la verifica annuale dei codici così redatti al fine di affinare ulteriormente il lavoro di classificazione fatto.

Sintassi della codifica[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Codici ISO 639-3.

Alle lingue viene assegnato un codice di tre lettere seguito opzionalmente da due lettere che identificano rispettivamente il dominio (scope) e il tipo (type).

Dominio (scope)[modifica | modifica sorgente]

  • individual (I) lingua a sé stante, indipendente
  • macrolanguage (M) lingua che genera sottotipi evoluti
  • collections gruppo di lingue strettamente imparentate tra loro
  • reserved risevato a codifiche locali (da qaa a qtz)
  • specials (S) riservato a situazioni indeterminate o multiple (und, mul e zxx)
  • dialects sottotipo derivante da altra lingua

da notare che nessun dialetto (termine -dialetto- come inteso in italiano) può essere incluso nello standard ISO 639-3, l'accezione -dialects- indica un sottotipo e discrimina unicamente una lingua vera e propria generata ed evolutasi a partire da una lingua matrice

Tipo (type)[modifica | modifica sorgente]

  • living (L) lingua attiva, usata come lingua madre da qualcuno in vita.
  • extinct (E) lingua estinta, non più utilizzata
  • ancient (A) lingua molto documentata ma estinta in tempi remoti
  • historical (H) lingua dalla quale in tempi storici è derivata una o più lingue
  • constructed (C) lingua artificiale

da notare che per lingua -ancient- viene utilizzato un criterio di letteratura, scolarità e comunità parlante mentre per lingua -extinct- basta il criterio di intelligibilità

ISO 639-2 e 639-1[modifica | modifica sorgente]

  • ISO 639-2: sono i codici di 3 lettere corrispondenti della versione precedente, che coprivano solo una parte dei codici ISO 639-3
  • ISO 639-1: sono i codici di 2 lettere corrispondenti della prima versione semplificata, che coprivano solo una parte dei codici ISO 639-2 e ISO 639-3.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Homepage non ufficiale dello standard ISO 639-3 SIL