Hellcat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Hellcat (disambigua).
Hellcat
Hellcat (al centro), disegni di Gil Kane.
Hellcat (al centro), disegni di Gil Kane.
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Patricia "Patsy" Walker-Baxter-Hellstrom
Autore Ruth Atkinson
Editore Marvel Comics - Timely Comics
1ª app. novembre 1944
1ª app. in Miss America Magazine (Vol. 1[1]) n. 2
Editore it. Editoriale Corno
app. it. settembre 1972[2]
app. it. in inedito [2]
Interpretata da Rachel Taylor
Specie umana
Sesso Femmina
Etnia statunitense
Luogo di nascita Centerville, California
Abilità
Affiliazione
Parenti

Hellcat, il cui vero nome è Patricia "Patsy" Walker (poi Patsy Baxter[3] e Patsy Hellstrom[4]), è un personaggio dei fumetti creato da Ruth Atkinson (testi e disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Miss America Magazine (Vol. 1[1]) n. 2 (novembre 1944).

Introdotta nella Golden Age come adolescente protagonista di una serie di fumetti a tema commedia romantica, Patsy Walker è stata successivamente integrata, come adulta, nella continuity ufficiale dell'Universo Marvel[5] assumendo l'identità della supereroina Hellcat[6] ed entrando a far parte sia dei Difensori che dei Vendicatori.

Nel 2011 si è classificata 95ª nella lista delle "100 donne più sexy dei fumetti" stilata da Comics Buyer's Guide[7].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il debutto nel novembre 1944 su Miss America Magazine (Vol. 1) n. 2, pubblicato dalla Timely Comics (casa editrice antesignana della Marvel), la rossa Patsy Walker, insieme ai genitori Stanley e Betty, al fratellino Mickey, al suo ragazzo Robert "Buzz" Baxter e alla nemica-amica dai capelli corvini Hedy Wolfe, sono stati protagonisti di varie avventure a stampo umoristico-sentimentale pubblicate dagli anni quaranta fino al 1967 sulla testata a fumetti per adolescenti Patsy Walker e sui suoi spin-off Patsy and Hedy, Patsy and Her Pals e A Date with Patsy. Ad attestare la popolarità della serie il fatto che sia uno dei pochi titoli Timely Comics (assieme a Millie the Model e Kid Colt, Outlaw) ad essere pubblicata sia durante il periodo della Golden Age, che sotto l'etichetta Atlas Comics negli anni cinquanta e infine durante la Silver Age.

Sebbene Ruth Atkinson abbia scritto e disegnato i primissimi episodi, Al Jaffee, futuro cartonista di Mad Magazine, ha realizzato diversi numeri della testata, alcuni dei quali in coppia col futuro fondatore di Mad Harvey Kurtzman, venendo in seguito sostituito da Al Hartley. Morris Weiss ha invece illustrato Patsy and Her Pals.

Dopo il diploma di Patsy nel numero 116 (agosto 1964), assume dei toni leggermente più seri affrontando le disavventure della giovane donna in carriera pur mantenendo le tematiche romantiche. Patsy Walker è durata fino al numero 124 (dicembre 1965), mentre Patsy and Hedy è stato pubblicato fino al febbraio 1967 arrivando al numero 110.

Nell'ottobre 1965 su Fantastic Four Annual (Vol. 1) n. 3, Patsy e Hedy, entrambe adulte, fanno un piccolo cameo stabilendo il loro ingresso ufficiale nell'Universo Marvel. Una successiva mossa di ret-con stabilisce che le precedenti avventure del personaggio sono in realtà una "finzione nella finzione": storie a fumetti realizzate dalla madre di Patsy ispirandosi alla figlia liceale e pubblicate nel mondo Marvel divenendo molto popolari[8]. Tra la versione "fumettistica" e quella "reale" vi sono però molte differenze ad esempio i nomi dei genitori, Joshua e Dorothy anzichè Stanley e Betty, o il fatto che nessuno dei cugini di Patsy, così come il fratello minore Mickey, esistano nella continuity ufficiale; motivo per cui sono spesso indicati come ampiamente frutto della fantasia dell'autrice e, seppur almeno in parte basati su fatti accaduti[9][10], largamente esagerati.

Patsy Walker n. 95 e Journey into Mystery n. 69, entrambi del giugno 1961, sono inoltre i primi fumetti targati "Marvel Comics", presentando il logo "MC" sulle loro copertine[11].

Su Amazing Adventures (Vol. 2) n. 13 del luglio 1972, viene introdotta l'idea di una Patsy Walker supereroina e assistente di Bestia, dunque, in Avengers (Vol. 1) n. 144 del febbraio 1976, Patsy assume l'identità di Hellcat indossando il costume dismesso della da Tigra come Donna Gatto. Lo stesso nome "Hellcat" era stato originariamente proposto come alter ego originale di Tigra[12].

Su Defenders (Vol. 1) n. 44 (febbraio 1977), si unisce ai Difensori rimanendo coprimaria della testata fino a quando sposa in seconde nozze Daimon Hellstrom nel numero 125 (novembre 1983) divenendo sua partner come investigatrice dell'occulto. In Hellstorm: Prince of Lies (Vol. 1) n. 14 (maggio 1994) il personaggio muore ma, in seguito, viene resuscitata sulle pagine di Thunderbolts Annual 2000 (maggio 2000) comparendo poi in una miniserie di tre numeri a se stante[13], nel poco longevo revival Defenders (Vol. 2) n. 1-12 (marzo 2001-febbraio 2002), come protagonista assoluta della serie in cinque numeri Patsy Walker: Hellcat (settembre 2008-febbraio 2009) e come co-protagonista, assieme a Firestar, la Gatta Nera e Photon, di Marvel Divas (settembre-dicembre 2009) breve testata scritta da Roberto Aguirre-Sacasa e Tonci Zonjic descritta come "Sex and the City nell'Universo Marvel"[14]. Inoltre continua a fare da guest star in numerose pubblicazioni Marvel.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

La sua nascita come eroina si ha quando Patsy incontra Hank McCoy, uno degli originali X-Men nel suo alter ego di Bestia. Insoddisfatta della sua vita matrimoniale con Buzz, la giovane Patsy accetterà di aiutare il ferito Bestia ed avrà in cambio la promessa di poter diventare un'eroina. In seguito i Vendicatori, accompagnati da Bestia e da Patsy, invadono il complesso della Brand Corporation. Come filiale segreta della Roxxon, la Brand e anche la multinazionale dove lavora il marito di Patsy, colonnello dell'aeronautica. All'interno dei suoi locali i supereroi troveranno uno dei costumi dell'eroina Tigra, il quale viene indossato da Patsy che si trasforma così in Hellcat, mentre suo marito Baxter diventerà in seguito il supercattivo Mad-Dog.

Nel corso degli anni Patsy/Hellcat bazzicherà con molti supereroi, facendo parte sia dei Difensori (dove conoscerà Hellstrom, suo futuro marito) che dei Vendicatori.

Nei primi anni della sua carriera affrontò un'altra celebre donna-gatto, Felicia Hardy alias la Gatta Nera, quando cercò di impedire il furto di un manufatto esposto in un museo ma appartenuto al padre di Felicia.

Patsy Walker, assieme al marito, collaborò con i Vendicatori della costa ovest quando chiesero aiuto al popolo felino per guarire l'anima della precedente Hellcat, ovvero Greer Nelson alias Tigra; inoltre era presente durante gli eventi di Vendicatori Divisi, incredula di fronte alla follia di Scarlet.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Hellcat è dotata di capacità extrasensoriali, artigli retrattili e resistenza agli attacchi psichici. È molto agile e utilizza anche un rampino da polso per spostarsi.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • È stato annunciato che Patricia "Trish" Walker, ex modella e giovanissima star televisiva, adorata dai fan col nome di "Patsy" Walker, apparirà come la migliore amica di Jessica Jones nella serie televisiva A.K.A. Jessica Jones del 2015 e facente parte del Marvel Cinematic Universe. Divenuta conduttrice di un talk show radiofonico, Trish aiuterà la protagonista nel caso più difficile della sua carriera. L'attrice scelta a interpretarla è l'australiana Rachel Taylor[15].

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

  • Hellcat è presente nel gioco di carte per cellulare Marvel: War of Heroes.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ a b La collana Miss America Magazine, sulle cui pagine avvengono l'esordio e le prime avventure di Patsy Walker, non è mai stata pubblicata in Italia e, dunque, il personaggio è comparso solo successivamente su Fantastici Quattro n. 39, contenente Fantastic Four Annual n. 3.
  3. ^ Amazing Adventures (Vol. 2) n. 13 (luglio 1972)
  4. ^ Defenders (Vol. 1) n. 125 (novembre 1983)
  5. ^ Fantastic Four Annual (Vol. 1) n. 3 (ottobre 1965)
  6. ^ Avengers (Vol. 1) n. 144 (febbraio 1976)
  7. ^ Brent Frankenhoff, Comics Buyer's Guide Presents: 100 Sexiest Women in Comics, Krause Publications, 2011, p. 59, ISBN 1-4402-2988-0.
  8. ^ The Defenders (Vol. 1) n. 89 (novembre 1980)
  9. ^ Jonathan Miller, Beware the Claws of Patsy Walker: The Hellcat Cometh, nº 40, Back Issue!, maggio 2010, p. 66.
  10. ^ Marvel Legacy: The 1960s Handbook (Vol. 1) n. 1 (febbraio 2006)
  11. ^ (EN) Marvel : MC (Brand) su Grand Comics Database.
  12. ^ Dewey Cassell, Talking About Tigra: From the Cat to Were-Woman, nº 17, Back Issue!, agosto 2006, pp. 26–33.
  13. ^ Hellcat (Vol. 1) n. 1-3 (settembre-novembre 2000)
  14. ^ (EN) Dan Abnett e Andy Lanning, MyCup o' Tea su MySpace Comic Books, 9 aprile 2009. URL consultato il 10 aprile 2009.
  15. ^ (EN) Rachael Taylor the Latest to Join Marvel's A.K.A. Jessica Jones, marvel.com. URL consultato il 29-01-2014.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics