Giovanni Ponti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Ponti
GiovanniPonti.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I
Gruppo
parlamentare
DC
Circoscrizione Venezia

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature II
Gruppo
parlamentare
DC
Circoscrizione Venezia
Incarichi parlamentari
Nel 1954 fu Ministro senza portafoglio per lo Spettacolo, turismo e sport del Governo Scelba.[1]

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature III
Gruppo
parlamentare
DC
Circoscrizione Venezia

Dati generali
Partito politico DC
Professione insegnante di liceo

Giovanni Ponti (Venezia, 19 gennaio 1896Padova, 28 dicembre 1961) è stato un partigiano e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ponti fu un insegnante di lingue classiche di Liceo. Nel 1919 aderì al Partito Popolare Italiano (1919) e con questo partito fu eletto consigliere comunale ed assessore dal 1920 al 1923 con Giunta del Sindaco Giordano.

Nella Resistenza[modifica | modifica wikitesto]

Durante la lotta di Liberazione fu un dirigente partigiano del CLN di Venezia e del Veneto, fu arrestato, torturato e condannato a morte a Padova. Rimase in carcere fino a pochi giorni della fine della guerra. Decorato con medaglia di bronzo al Valor Militare.

Nel 1945 fu nominato dal CLN sindaco di Venezia e resse l'incarico fino alle elezioni del 1946. In quella occasione fu eletto consigliere per la Democrazia Cristiana, partito che aveva contribuito a fondare, che in quella occasione era passata in minoranza. Nel 1951 fu rieletto Sindaco ma rinunciò per problemi di salute.

Incarichi istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Fu il commissario straordinario della Biennale di Venezia dal 1946 al 1954.

Ponti fu anche Primo Procuratore di San Marco dal 1947 al 1955 e Commissario Regionale Veneto dell'Associazione Scouts Cattolici Italiani (ASCI). Morì nel 1961 a Padova, città in cui si era recato per sottoporsi a un intervento chirurgico.

Riconoscimenti postumi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il 1966 il Consiglio di Amministrazione dell'Istituto Professionale di Stato di Mirano con l'approvazione della Provincia di Venezia e del Comune di Mirano ha adottato il nome "Giovanni Ponti".


Predecessore Sindaco di Venezia Successore Venezia-Stemma.svg
1945 - 1946 Giovanni Battista Gianquinto

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Silvio Tramontin- Giovanni Ponti (1896-1961) Una vita per la democrazia e per Venezia - Venezia 1983

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN90225156 · SBN: IT\ICCU\LO1V\036728 · GND: (DE1110074034