Georges Bidault

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Georges Bidault
Georges Bidault.jpg
Georges Bidault

Presidente del Governo provvisorio della Repubblica francese
Durata mandato 24 giugno 1946 –
16 dicembre 1946
Predecessore Félix Gouin
Successore Léon Blum
Legislature II Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Governo Georges Bidault (1)
Coalizione MRP-SFIO-PCF

Presidente del Consiglio della Francia
Durata mandato 28 ottobre 1949 –
24 giugno 1950
Capo di Stato Vincent Auriol
Predecessore Henri Queuille
Successore Henri Queuille
Legislature I legislatura della Quarta Repubblica francese
Gruppo
parlamentare
Governo Georges Bidault (2)
Governo Georges Bidault (3)
Coalizione Terza Forza
MRP-SFIO-PRS-UDSR-CNIP

Dati generali
Partito politico Movimento Repubblicano Popolare
Università Lycée Saint-Louis-de-Gonzague
Professione Insegnante

Georges Bidault (Moulins, 5 ottobre 1899Cambo-les-Bains, 27 gennaio 1983) è stato un politico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il fondatore (1944) del Mouvement Républicain Populaire. Partecipò alla Resistenza francese nella formazione Combat della quale facevano parte anche Albert Camus e Jean Paul Sartre.

Fu più volte Primo Ministro e Capo del Governo provvisorio della Repubblica francese dal 24 giugno al 16 dicembre 1946.

Nel 1962, dopo aver costituito a Roma il 20 maggio il comitato esecutivo CNR (Consiglio Nazionale della Resistenza), insieme a Antoine Argoud e Pierre Sergent, vi si pone come presidente e esprime forti e sprezzanti critiche verso il governo francese che tende a riconoscere l'indipendenza all'Algeria.

In giugno, dopo il riconoscimento francese dell'indipendenza dell'Algeria Bidault viene dichiarato decaduto da parlamentare e lascia la Francia come rifugiato politico per l'Italia.

Considerato capo del Movimento Antigollista, fermato dalla polizia a Villa Eugenia, Civitanova Marche e non esistendo in Italia l'estradizione per ragioni politiche fu semplicemente riaccompagnato, come ospite indesiderato, in Svizzera[1], dove prese un aereo per la Spagna franchista.

Visse in clandestinità in Germania, Portogallo e in Brasile per quattro anni.

Tornato in Francia nel 1968, dopo un breve periodo in Belgio, fonderà il Fronte Nazionale, che però abbandonerà dopo pochi giorni.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Legion d'Onore
Compagno dell'Ordre de la Libération - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Ordre de la Libération

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • B.P.Boschesi - Il chi è della Seconda Guerra Mondiale - Mondadori Editore, 1975, Vol. I, p. 49
  • B.P. Boschesi, Storia della guerra fredda (1945-1962) - Mondadori Editore, 1977 – pag. 9

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Capo del Governo provvisorio della Repubblica francese Successore Flag of France.svg
Félix Gouin 1946 - 1947 Léon Blum
Predecessore Presidente del Consiglio della Francia Successore Flag of France.svg
Henri Queuille 1949 - 1950 Henri Queuille
Predecessore Coprincipe di Andorra Successore Flag of Andorra.svg
Félix Gouin 19461947 Vincent Auriol
Controllo di autoritàVIAF (EN51758050 · ISNI (EN0000 0001 0857 4453 · LCCN (ENn85124120 · GND (DE118663003 · BNF (FRcb12317811q (data) · BAV (EN495/189614 · WorldCat Identities (ENlccn-n85124120
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie