Henri Brisson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henri Brisson

Eugène Henri Brisson (Bourges, 31 luglio 1835Parigi, 14 aprile 1912) è stato un politico francese.

È stato il Primo Ministro della Francia due volte: la prima dal 6 aprile 1885 al 7 gennaio 1886 e la seconda dal 28 giugno al 1º novembre 1898.

Massone, fu favorevole all'educazione primaria obbligatoria [1] e ferocemente anticlericale. Il 22 giugno 1899, un suo intervento alla tribuna dell'Assemblea nazionale è rimasto celebre perché egli vi avrebbe fatto il famoso « segno di emergenza » massonico, accompagnandolo con le parole « À moi les enfants de la veuve ! » (A me i figli della vedova). Quest'appello avrebbe permesso di compattare i deputati massoni massoni presenti in aula e di salvare il governo di Pierre Waldeck-Rousseau [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Françoise Jupeau Réquillard, La Grande Loge Symbolique Écossaise 1880-1911, ou les avant-gardes maçonniques, Éditions du Rocher, Monaco, 1998, p. 110
  2. ^ Aneddoto raccontato in Les Frères invisibles, di Ghislaine Ottenheimer e Renaud Lecadre, Parigi, Albin Michel, 2001, p.15.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo Ministro della Repubblica Francese Successore Flag of France.svg
Jules Ferry 1885 - 1886 Charles de Freycinet I
Jules Méline 1898 Charles Dupuy II
Controllo di autoritàVIAF: (EN64102873 · ISNI: (EN0000 0001 1461 5987 · LCCN: (ENno2006002234 · GND: (DE117631558 · BNF: (FRcb124600669 (data)