Frontaliers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frontaliers
Paese Svizzera
Anno 2008 – in produzione
Formato serie TV
Genere sitcom
Stagioni 3 Modifica su Wikidata
Episodi 48 Modifica su Wikidata
Durata 3-5 min (episodio)
Lingua originale italiano, dialetto ticinese
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Paolo Guglielmoni, Flavio Sala
Regia Chris Guidotti, Barbara Lehnhoff (1.-2. stagione)
Nick Rusconi (3. stagione)
Soggetto Dogane, Frontalieri
Sceneggiatura Paolo Guglielmoni, Flavio Sala
Interpreti e personaggi
Montaggio Barbara Lehnhoff
Produttore RSI Rete Tre (st. 1-2)
RSI La1-S-Quot (st. 1-2)
Guardie di confine Regione Ticino (st. 1-2)
RSI (st. 3)
DECS (st. 3)
Migros Ticino Percento Culturale (st. 3)
Prima visione
Data 2008
Rete televisiva RSI LA1

Frontaliers è una serie televisiva svizzera.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziata nel 2006 come serie radiofonica in onda sul canale radio RSI Rete Tre, il suo successo la porta a sbarcare, nel 2010, sul canale televisivo RSI LA1. In seguito sono state realizzate altre due stagioni della serie, rispettivamente nel 2011 e nel 2014. La regia delle prime due stagioni é a cura di Chris Guidotti e Barbara Lehnhoff, mentre la terza viene accreditata a Nick Rusconi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tramite dei simpatici sketch della durata variabile dai 3 ai 5 minuti, si raccontano le vicende del frontaliere Roberto Bussenghi (abitante della fantasiosa Usmate Carate[2] interpretato da Flavio Sala ) e dei dogananieri Loris Bernasconi (interpretato da Paolo Guglielmoni) e Veronelli (interpretato sempre da Sala) presso il passo doganale di Bizzarone. Ogni episodio inizia con un jingle canticchiato da Bussenghi al volante della sua Fiat Panda rossa quando viene puntualmente fermato da Bernasconi per un controllo fiscale.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione, preceduta da un "prologo" di tre episodi, conta di 16 episodi[3]

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

La seconda stagione conta 15 episodi[4]

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

La terza stagione, "Frontaliers 3 - qui si parla itagliano"[5], facente parte del progetto italiano lingua di frontiera[6], conta 8 episodi[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La lingua italiana passa (anche) dai Frontaliers, su gdp.ch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  2. ^ Fenomenologia del Bussenghi, su allafrontiera. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  3. ^ Radiotelevisione svizzera (RSI), 1. Terroristi a Bizzarone - VIDEOFRONTALIERS 1 - 2010, 6 ottobre 2014. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  4. ^ Radiotelevisione svizzera (RSI), 1. Un'auto su dieci - VIDEOFRONTALIERS 2 - 2011, 6 dicembre 2011. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  5. ^ RSI Radiotelevisione svizzera, Frontaliers - RSI Radiotelevisione svizzera, su www.rsi.ch. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  6. ^ RSI Radiotelevisione svizzera, Italiano: lingua di frontiera, su rsi. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  7. ^ Frontaliers: qui si parla itagliano - YouTube, su m.youtube.com. URL consultato il 9 febbraio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pagina dedicata alla serie sul sito ufficiale della RSI