Maserati (motocicli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabbrica Candele Accumulatori Maserati
Logo
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per azioni
Fondazione 1947 a Modena
Chiusura 1960
Sede principale Modena
Settore Metalmeccanica
Prodotti candele di accensione, accumulatori e motoveicoli

La Fabbrica Candele Accumulatori Maserati S.p.A. è stata un'azienda che fabbricava componenti automobilistici (candele di accensione e accumulatori), ciclomotori e motociclette, attiva dal 1947 al 1960 a Modena

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La produzione di candele automobilistiche, accumulatori e lampadine da parte della Maserati era iniziata già prima della seconda guerra mondiale ma è nel 1947 che nasce una società separata dalla casa madre. Nella divisione, avvenuta nel 1953, del gruppo Maserati tra i fratelli Orsi, fu Ida Orsi a ricevere la “Fabbrica Candele Accumulatori Maserati” in un periodo in cui la società era in crisi. Con l'acquisto però dell'azienda bolognese produttrice di motocicli Italmoto avvenuta lo stesso anno, la compagnia entrò in un nuovo settore di attività, quello di produzione di motoveicoli. La società tornò a fare profitti vendendo i propri prodotti oltre che in Italia, anche in Sudafrica, Europa ed in America settentrionale.

Anche la “Fabbrica Candele Accumulatori Maserati” continuò per un certo periodo la tradizione Maserati della qualità dei suoi prodotti, ma la produzione cessò nel 1960 a causa della concorrenza delle altre aziende motociclistiche (Moto Morini, MV Agusta, Benelli e Laverda)[1].

La produzione motociclistica Maserati[modifica | modifica wikitesto]

Maserati 125 TV (1953-1958)
Modello Anni di produzione Motore Marce - CV
125 T2 dal 1953 al 1956 Monocilindrico 2 tempi 3 - 4,8
160 T4 dal 1953 al 1959 Monocilindrico 4 tempi 4 - 7,5
125 TV dal 1954 al 1958 Monocilindrico 2 tempi 4 - 6,0
160 T4 TL dal 1955 al 1960 Monocilindrico 4 tempi 4 - 7,5
125 T2 dal 1955 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 3 - 4,8
175 T4 S dal 1955 al 1960 Monocilindrico 4 tempi 4 - 15,0
250 T4 GT dal 1955 al 1960 Monocilindrico 4 tempi 4 - 12,5
125 GTS dal 1957 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 4 - 7,2
50 T2 U dal 1956 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 3 - 2,4
50 T2 D dal 1956 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 3 - 2,0
50 T2 S dal 1956 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 3 - 3,0
50 T2 SS dal 1956 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 3 - 3,0
50 T2 MT dal 1957 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 2 - 2,0
L 75 T2 dal 1958 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 3 - 4,5
125 LE dal 1959 al 1960 Monocilindrico 2 tempi 3 - 5,3
  • 160/T4, una Italmoto riprogettata usando un motore da 158 cm³ di cilindrata (1953-1959). Fu anche costruita una versione rivista, la 160/T4/TL (1955);
  • 125/L/T2, montava un motore aspirato DKW. Più fu tardi denominata T2/TV e T2/GTS (una versione da corsa partecipò alle gare di Formula 3 nel 1957).
  • 50/T2/u, un ciclomotore per uomini o T2/d per donne. Furono costruiti anche modelli per le gare, la T2/S e la T2/SS;
  • prototipi e serie secondarie basate su motori da 75, 175 e 250 cm³ di cilindrata[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Registro Storico Moto Maserati Italia, maseratibikes.it. URL consultato l'11 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]