Expo 1992 (Genova)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Expo '92 Genova)
Expo 1992
Logo
Esposizione specializzata
Stato Italia Italia
Città Genova
Tema Cristoforo Colombo - La Nave e il Mare
Periodo dal 15 maggio
al 15 agosto
Partecipanti 54 Paesi
Visitatori 1,7[1] milioni
Area 6 ha
Riconoscimento 4 dicembre 1987
Cronologia
Precedente
Expo 1992
Spagna Siviglia
Successiva
Expo 1993
Corea del Sud Daejeon
 

L'Esposizione Internazionale Specializzata Genova '92 - Colombo '92 (in francese Exposition Internationale spécialisée Genoa '92 Colombo '92; in inglese International Exhibition Genoa '92 Colombo '92) o più informalmente Expo 1992, si tenne a Genova (Italia) dal 15 maggio al 15 agosto 1992, col tema Cristoforo Colombo - La nave e il mare. L'occasione per l'organizzazione della Expo fu il cinquecentenario della Colonizzazione europea delle Americhe da parte del navigatore genovese Cristoforo Colombo. Per via dei temi a cui era dedicata le manifestazioni legate all'esposizione furono anche chiamate Colombiadi.

Nello stesso anno fu organizzata a Siviglia (Spagna) un'altra Esposizione che però era organizzata secondo i canoni dell'Esposizione Universale.

Alberto Bemporad fu il commissario generale del governo italiano per l'Expò, affiancato da Federico Marzinot.

Sito[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Porto antico di Genova.
Vista notturna del Porto Antico di Genova, con l'acquario e il Bigo

L'Esposizione Internazionale di Genova '92 si svolse al Porto Antico e permise l'intero restyling della zona, su disegno dell'architetto Renzo Piano, oltre che di parte del retrostante centro storico.

In particolare il sito espositivo venne suddiviso in quattro zone:

  • Magazzini del Cotone. É un edificio del primo '900 adibito allo stoccaggio delle merci, dismesso in occasione delle Colombiadi. In questa struttura è stata ospitata la maggior parte dei padiglioni nazionali. Oggi è una struttura polifunzionale che ospita un centro congressi, negozi, ristoranti ed un cinema multisala.
  • Deposito Franco e Quartiere Millo. Quest'area fu dedicata agli spazi di rappresentanza, ai servizi, ai padiglioni delle organizzazioni internazionali e ad alcuni dei Paesi partecipanti.
  • Ponte Spinola, con l'acquario e la Nave Italia. Fungeva anche da padiglione Italia.
  • Grande Bigo, con l'ascensore panoramico ispirato nelle forme alle gru da carico montate sulle navi. Ai suoi piedi la piazza coperta delle feste.

In occasione della manifestazione venne anche inaugurata la terza stazione della metropolitana cittadina, quella di Principe, posta nelle vicinanze dell'omonima stazione ferroviaria.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Parteciparono all'evento 54 Paesi in forma ufficiale e 3 in forma non ufficiale.

Ospite d'onore fu il Governo della Bahamas, dove sbarcò per la prima volta nelle Americhe Cristoforo Colombo, sull'isola di San Salvador (Guanahani) "12 ottobre 1492". Nel padiglione bahamiano, allestito dall'architetto Alessandro Ubertazzi, furono esposte le sculture di Sebastian Matta "obelisco", Bruno Elisei "delfino", in omaggio al grande Navigatore genovese.[2].

Paesi partecipanti
Asia
Cina Cina Corea del Sud Corea del Sud Giappone Giappone Israele Israele
Africa
Camerun Camerun Egitto Egitto Marocco Marocco Senegal Senegal
Tunisia Tunisia
Europa
Bulgaria Bulgaria Flag of the CIS.svg CSI Croazia Croazia Francia Francia
Germania Germania Grecia Grecia Ungheria Ungheria Città del Vaticano Città del Vaticano
Danimarca Danimarca Francia Francia Italia Italia Monaco Monaco
Ordine di Malta Ordine di Malta Polonia Polonia Portogallo Portogallo Regno Unito Regno Unito
Romania Romania Spagna Spagna Svizzera Svizzera
Americhe
Argentina Argentina Bahamas Bahamas Bolivia Bolivia Brasile Brasile
Cile Cile Colombia Colombia Costa Rica Costa Rica Cuba Cuba
Rep. Dominicana Rep. Dominicana Ecuador Ecuador El Salvador El Salvador Guatemala Guatemala
Haiti Haiti Honduras Honduras Messico Messico Nicaragua Nicaragua
Panamá Panamá Paraguay Paraguay Perù Perù Uruguay Uruguay
Stati Uniti Stati Uniti Venezuela Venezuela
Oceania
Stati/Regioni/Città
Organizzazioni
Europa CEE Emblem of the IFRC.svg Croce Rossa Internazionale Emblema CRI.svg Croce Rossa Italiana IILA
Nazioni Unite Nazioni Unite
Aziende

Visitatori[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, venne annunciato che l'Expo raggiunse circa 1.700.000 visitatori, su 3.000.000 previsti[1][3], ma il conteggio venne successivamente rivisto in soli 800.000 visitatori circa. Nell'autunno del 1992 si scoprì infatti che i visitatori reali erano stati meno di quanto annunciato in un primo momento, e che l'Ente Colombo, che gestiva la manifestazione, aveva incassato solo 13 miliardi rispetto ai 45 miliardi previsti. A causa delle false notizie circolate, e dello scarso successo della manifestazione, il sindaco Romano Merlo, che era anche presidente dell'Ente Colombo, dette le dimissioni[3] e fu sostituito dal vice sindaco Claudio Burlando.

Post Expo[modifica | modifica wikitesto]

Le Colombiadi e il progetto di Renzo Piano sono state il volano per il recupero totale del Porto antico di Genova. Dopo un breve periodo di semiabbandono, il lavoro è poi continuato negli anni seguenti:

  • L'Acquario di Genova è stato ampliato e arricchito, con la biosfera, il recente nuovo padiglione dei cetacei del 2013 e l'annessione della Nave Italia quale parte integrante del percorso espositivo
  • Il Bigo con l'ascensore panoramico è ancora in uso, così come la piazza delle feste.
  • I Magazzini del Cotone sono stati riconvertiti e comprendono oggi un centro congressi, un auditorium, un cinema multisala, la Città dei bambini e dei ragazzi, ovvero una zona ludico-educativa per i più piccoli, la biblioteca Edmondo de Amicis focalizzata sulla letteratura per bambini e ragazzi, negozi e ristoranti
  • L'area del quartiere Millo ospita Eataly, il Museo nazionale dell'Antartide Felice Ippolito, ristoranti, bar e negozi. Una delle palazzine alle sue spalle si trova il museo della storia del Genoa.
  • Lo spazio che durante la manifestazione era dedicato alle scuole e ai laboratori didattici è ora un museo dedicato a Emanuele Luzzati

In zona è stato anche fondato il Galata - Museo del mare. È stata poi recuperata parte della zona portuale a fini abitativi (Marina Porto Antico) e nei primi anni del XXI secolo sono state aperte le stazioni della metropolitana "Darsena" e "San Giorgio".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Pagina del BIE dedicata a Genova'92
  2. ^ (cat. uff. "Cristoforo Colombo la Nave e il Mare" ed. Ente Colombo "92, - cat. del Pad. ed. San Salvador Development the Bahamas, Commissario Generale delle Bahamas dott. Roberto Savio). (Genova 1992, catalogo Espo "Cristoforo Colombo: la nave e il mare" - Catalogo Padiglione Bahamas " San Salvador development committee the Bahamas"
  3. ^ a b Menti' sull' Expo: sindaco dimissionario, articolo de Il Corriere della Sera, del 22 ottobre 1992

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Genova Portale Genova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Genova