Darsena (metropolitana di Genova)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Logo Metropolitane Italia.svg Darsena
Ingresso stazione Darsena (metropolitana di Genova).jpg
Stazione della metropolitana di Genova
Gestore AMT
Inaugurazione 2003
Stato In uso
Linea metropolitana di Genova
Tipologia Stazione sotterranea
Mappa di localizzazione: Genova
Darsena
Darsena
Metropolitane del mondo
Coordinate: 44°24′46.8″N 8°55′36.45″E / 44.413001°N 8.926791°E44.413001; 8.926791

La stazione di Darsena è una stazione della metropolitana di Genova. Si tratta di una stazione sotterranea, posta sotto via Gramsci.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruita a partire dal 1998 lungo il tunnel di raccordo tra la stazione di Principe e le Gallerie delle Grazie, la stazione venne attivata il 7 agosto 2003 come fermata intermedia del tronco Principe - San Giorgio[1].

È situata presso l'omonima calata nella zona ovest del Porto vecchio. In zona è presente il Galata Museo del Mare, l'Istituto tecnico dei trasporti e logistica Nautico San Giorgio, la facoltà di Economia e il polo universitario umanistico.

Al suo interno è presente l'allestimento della mostra permanente ArcheoMetro, aperta nel 2005, che tramite plastici e pannelli informativi mostra lo sviluppo del Porto di Genova nei secoli.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Progettata da Renzo Piano, la stazione presenta molti elementi stilistici in comune con Dinegro, mentre la struttura è ad una banchina centrale con i due binari ai lati, tipologia già adottata per le fermate Principe e San Giorgio. I binari sono localizzati sotto il livello del mare, ad una profondità di 15 metri.

La stazione è caratterizzata da un sovrappasso molto ampio, che permette di avere una visuale luminosa sulle banchine.

È dotata di tre accessi : uno doppio lato monte, all'incrocio tra Via Gramsci e Via delle Fontane, nei pressi della Porta dei Vacca; gli altri due si aprono su Piazza Darsena e sono posizionati sotto la Sopraelevata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La metropolitana si allunga, in I Treni n. 252 (ottobre 2003), p. 9

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti