Expo 2017

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Expo 2017
Logo
Esposizione riconosciuta
StatoKazakistan Kazakistan
CittàAstana
TemaEnergia futura
Periododa 10 giugno
a 10 settembre
Partecipanti115 Paesi
22 organizzazioni
Area25 ha
Aggiudicazione22 novembre 2012
Cronologia
Precedente
Expo 2015
Italia Milano
Successiva
Expo 2020
Emirati Arabi Uniti Dubai
 

L'Expo 2017 (ufficialmente in inglese Expo 2017 Astana, Kazakhstan; in kazako e russo Астана ЭКСПО-2017) è stata l'esposizione internazionale svoltasi presso la città kazaka di Astana nel periodo compreso fra il 10 giugno e il 10 settembre 2017. Il tema scelto dagli organizzatori, Future Energy, "Energia futura", ha toccato temi relativi alla produzione responsabile ed efficiente di energia nell'immediato futuro e al rapporto con l'ambiente, con particolare riferimento alle energie rinnovabili.[1]

È stato presentato un progetto per un sito da 25 ettari e un programma che ha previsto la partecipazione di 115 Paesi e 22 organizzazioni internazionali, per una platea di 7 milioni di visitatori.

È stata la prima volta che un Paese centro-asiatico ha ospitato un'esposizione internazionale.

Astana, capitale del Kazakistan e sede di Expo 2017

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Expo 2017 ha visto la partecipazione di 115 Paesi, 22 organizzazioni internazionali e numerose aziende.

Paesi
Nations participating in Expo 2017.svg
Americhe
Africa
Asia
Europa
Oceania
Organizzazioni
Regioni e città[14]
Partecipanti non ufficiali
Aziende[15]

Selezione della città organizzatrice[modifica | modifica wikitesto]

Votazione per Expo 2017
Città Paese 1ª votazione
Astana Kazakistan Kazakistan 103
Liegi Belgio Belgio 44

La selezione della città organizzatrice è avvenuta durante la 152ª assemblea generale dell'Ufficio internazionale delle esposizioni, tenutasi a Parigi il 22 novembre 2012. La città kazaka ricevette 103 voti, contro i 44 dell'unica altra candidata, la città belga di Liegi[16]. Quest'ultima si presentò con il tema Connecting the world, linking people, better living together (Connettere il mondo, collegare le persone, vivere meglio insieme), e proponendo una Expo con durata dal 21 giugno al 20 settembre. L'obiettivo della proposta era raccontare la rivoluzione tecnologica che permette e facilita le interazioni tra persone. Il sito proposto di Coronmeuse aveva un'estensione di 25 ettari ed era lo stesso utilizzato per l'Expo 1939.

Entrambe le candidature sono state inviate all'Ufficio internazionale delle esposizioni il 10 giugno 2011. Gli altri Stati membri che avessero voluto presentare candidatura avrebbero avuto tempo sei mesi a partire da quella data, ovvero fino al 10 dicembre 2011.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Definition, su Expo 2017 Astana, https://expo2017astana.com. URL consultato il 19 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2016).
  2. ^ (EN) Egypt confirmed its participation in EXPO-2017 world exhibition
  3. ^ a b (EN) EXPO 2017 Expands Country Participation List
  4. ^ China Officially Confirms Participation in EXPO 2017, su astanatimes.com.
  5. ^ (EN) EXPO 2017 Opens New Horizons for Cooperation Between Kazakhstan, South Korea, Japan
  6. ^ (EN) UAE confirms its participation to Expo 2017
  7. ^ (EN) Japan confirms participation in EXPO-2017
  8. ^ (EN) Iran to Take Part in Astana Expo 2017
  9. ^ (EN) Vietnam will participate in EXPO-2017
  10. ^ Dopo Expo Milano le Esposizioni di Antalya e di Astana, su esteri.it.
  11. ^ (EN) Britain has officially confirmed its participation in the international exhibition EXPO-2017 in Astana
  12. ^ (EN) Romania confirms its participation in EXPO-2017 in Astana
  13. ^ The number of exhibiting countries of EXPO-2017 grows up
  14. ^ La partecipazioni delle regioni e delle città italiane avviene all'interno del Padiglione Italia, ovvero all'interno di Palazzo Italia e/o delle strutture del Cardo
  15. ^ Partecipanti Corporate, su expo2015.org.
  16. ^ Astana wins bid to host 2017 International Expo [collegamento interrotto], su france24.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]