Esposizioni riconosciute dal BIE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Bureau International des Expositions (BIE) di Parigi riconosce le Expo riportate nelle tabelle sottostanti, catalogate secondo le varie regolamentazioni approvate negli anni.

Prima dei documenti internazionali le esposizioni non erano catalogate secondo criteri precisi ma denominate genericamente Esposizione Internazionale; il BIE riconosce una parte delle manifestazioni effettivamente organizzate in quegli anni e le denomina genericamente Esposizioni storiche.

Con la Convenzione del 1928 (entrata in vigore nel 1931 e successivamente ratificata e modificata nel 1972 e nel 1988) si è pensato di distinguere una tipologia di Expo primaria e una secondaria, denominate ufficialmente in maniera diversa, a seconda del periodo e del protocollo in essere, ma normalmente riconducibili alle due categorie di Esposizione Universale e Esposizione Specializzata. La prima categoria comprende Expo di durata più lunga (normalmente un semestre) e di argomenti più vasti, mentre la seconda Expo è di durata più breve (pochi mesi) e di tema più specifico. Le esposizioni hanno anche assunto una frequenza precisa, questo per evitare il gran numero di esposizioni patrocinate dal BIE, che si sono organizzate alla fine del XX secolo.

Esposizioni (Expo)[modifica | modifica wikitesto]

Storiche[modifica | modifica wikitesto]

Vengono qui definite storiche le Esposizioni antecedenti al primo protocollo BIE del 1933.

Esposizioni storiche
Edizione Tema Sede
Expo 1851 Industria di tutte le Nazioni Londra Regno Unito Regno Unito
Expo 1855 Agricoltura, industria e arti Parigi Francia Francia
Expo 1862 Industria e arti Londra Regno Unito Regno Unito
Expo 1867 Agricoltura, industria e arti Parigi Francia Francia
Expo 1873 Cultura ed educazione Vienna Austria-Ungheria Austria-Ungheria
Expo 1876 Celebrazione del centenario della dichiarazione d'indipendenza americana del 4 luglio 1776 Filadelfia Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1878 Agricoltura, arte e industria Parigi Francia Francia
Expo 1880 Arti, manufatti, prodotti industriali e agricoli di ogni Nazione Melbourne Regno Unito Australia
Expo 1888 Arte e industria Barcellona Spagna Spagna
Expo 1889 Celebrazione del centenario della Rivoluzione Francese Parigi Francia Francia
Expo 1893 Quarto centenario della scoperta dell'America Chicago Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1897 La vita moderna Bruxelles Belgio Belgio
Expo 1900 Valutazione di un secolo Parigi Francia Francia
Expo 1904 Celebrazione del centenario dell'acquisto della Louisiana St. Louis Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1905 Commemorazione per il 75º anniversario dell'indipendenza del Belgio Liegi Belgio Belgio
Expo 1906 Trasporti Milano Italia Italia
Expo 1910 Arte, scienze, industria e agricoltura Bruxelles Belgio Belgio
Expo 1911 Industria e Lavoro Torino Italia Italia
Expo 1913 Pace, industria e arte Gand Belgio Belgio
Expo 1915 Inaugurazione del canale di Panama e celebrazioni per la costruzione di San Francisco San Francisco Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1929 Industria, arte e sport Barcellona Spagna Spagna
Expo 1933 L'indipendenza tra industria e ricerca scientifica Chicago Stati Uniti Stati Uniti

Protocollo del 1933[modifica | modifica wikitesto]

Il regolamento approvato nel 1933 prevedeva due categorie di esposizioni:

  • Esposizione Generale
    • di 1ª categoria
    • di 2ª categoria
  • Esposizione Speciale
Esposizioni Generali di 1ª categoria
Edizione Tema Sede
Expo 1935 La colonizzazione dei trasporti Bruxelles Belgio Belgio
Expo 1958 Valutazione del Mondo per un mondo più umano Bruxelles Belgio Belgio
Expo 1967 L'Uomo e il suo Mondo Montréal Canada Canada
Expo 1970 Progresso e Armonia per l'Umanità Osaka Giappone Giappone
Esposizioni Generali di 2ª categoria
Edizione Tema Sede
Expo 1937 Arte e tecnica nella vita moderna Parigi Francia Francia
Expo 1939 Costruire il mondo di domani New York Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1949 Bicentenario della fondazione di Port au Prince Port-au-Prince Haiti Haiti
Expo 1962 L'Uomo nell'età dello Spazio Seattle Stati Uniti Stati Uniti
Esposizioni Speciali
Edizione Tema Sede
Expo 1936 Aviazione Stoccolma Svezia Svezia
Expo 1938 Aeronautica Helsinki Finlandia Finlandia
Expo 1939 Tecniche dell'acqua Liegi Belgio Belgio
Expo 1947 Urbanismo Parigi Francia Francia
Expo 1949 Gli sport nel mondo Stoccolma Svezia Svezia
Expo 1949 L'abitazione rurale Lione Francia Francia
Expo 1951 Tessile Lilla Francia Francia
Expo 1953 La conquista del deserto Gerusalemme Israele Israele
Expo 1953 Agricoltura Roma Italia Italia
Expo 1954 Navigazione Napoli Italia Italia
Expo 1955 Sport Torino Italia Italia
Expo 1955 L'abitazione dell'uomo moderno Helsingborg Svezia Svezia
Expo 1956 Agrumi Beit Dagan Israele Israele
Expo 1957 Ricostruzione dell'area Hansa Berlino Germania Germania Ovest
Expo 1961 Centenario dell'Unità d'Italia Torino Italia Italia
Expo 1965 Trasporti Monaco Germania Germania Ovest
Expo 1968 La confluenza delle civiltà nelle Americhe San Antonio Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1971 La caccia nel Mondo Budapest Ungheria Ungheria
Expo 1974 Celebrare il nuovo ambiente fresco del domani Spokane Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1975 Il mare che vorremmo vedere Okinawa Giappone Giappone

Protocollo del 1972[modifica | modifica wikitesto]

Il protocollo del 1972 sanciva la differenziazione fra due tipologie di Expo:[1]

  • Esposizione Universale (in inglese World Exhibition)
  • Esposizione Internazionale Specializzata (in inglese International Specialized Exhibition)
(EN)

« An exhibition is universal when it displays methods used and the progress achieved, or to be achieved, in several branches of human endeavour... »

(IT)

« Un'esposizione è universale quando mostra i metodi utilizzati e i progressi raggiunti, o che devono essere raggiunti, in numerosi rami dell'attività umana... »

(Protocollo 1972)
(EN)

« An exhibition is specialized when it is devoted to a single branch of human endeavour »

(IT)

« Un'esposizione è specializzata quando è dedicata ad un singolo ramo dell'attività umana... »

(Protocollo 1972)
Esposizioni Universali
Edizione Tema Sede
Expo 1992 L'età delle scoperte Siviglia Spagna Spagna
Expo 2000 Umanità, Natura, Tecnologia Hannover Germania Germania
Esposizioni Internazionali Specializzate
Edizione Tema Sede
Expo 1981 Caccia Plovdiv Bulgaria Bulgaria
Expo 1982 L'energia trasforma il mondo Knoxville Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1984 I mondi dei fiumi - Acqua fresca come sorgente di vita New Orleans Stati Uniti Stati Uniti
Expo 1985 Le conquiste dei giovani inventori Plovdiv Bulgaria Bulgaria
Expo 1985 L'abitazione e il suo intorno - Scienza e Tecnologia per l'uomo a casa Tsukuba Giappone Giappone
Expo 1986 Trasporti e comunicazione: Mondo in movimento - Mondo in contatto Vancouver Canada Canada
Expo 1988 Il divertimento nell'era della tecnologia Brisbane Australia Australia
Expo 1991 Creatività dei giovani per un mondo pacifico Plovdiv Bulgaria Bulgaria
Expo 1992 Cristoforo Colombo - La nave e il mare Genova Italia Italia
Expo 1993 La sfida di una nuova strada verso lo sviluppo Taejon Corea del Sud Corea del Sud
Expo 1998 Oceani - Un'eredità per il futuro Lisbona Portogallo Portogallo
Expo 2005[2] La saggezza della Natura Aichi Giappone Giappone

Protocollo del 1988[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il protocollo del 1988 le Expo sono suddivise in:

  • Esposizioni Internazionali Registrate (comunemente dette Universali, in inglese International Registered Exhibitions)
  • Esposizioni Internazionali Riconosciute (comunemente dette Specializzate, in inglese International Recognised Exhibitions)
Esposizioni Registrate
Edizione Tema Sede
Expo 2010 Città migliore, vita migliore Shanghai Cina Cina
Expo 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita Milano Italia Italia
Expo 2020 Connettere le menti, creare il futuro Dubai Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Esposizioni Riconosciute
Edizione Tema Sede
Expo 2008 Acqua e sviluppo sostenibile Saragozza Spagna Spagna
Expo 2012 Costa e oceani che vivono Yeosu Corea del Sud Corea del Sud
Expo 2017 Energia del futuro Astana Kazakistan Kazakistan
Expo 2023 Scienza, innovazione, arte e creatività per lo sviluppo umano. Industrie creative nella convergenza digitale Buenos Aires Argentina Argentina

Esposizioni Orticole[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1960 il BIE garantisce il riconoscimento alle Esposizioni Internazionali Orticole approvate dalla AIPH (Associazione Internazionale dei Produttori Orticoli). In particolare sono eventualmente riconosciute le esposizioni di categoria A1. Sono inoltre riconosciute in maniera ricorrente:

  • Le IGA Internationale Garten Ausstellungen (Mostre Internazionali di Giardinaggio) che si tengono in Germania
  • Le Floriade, mostre internazionali di giardinaggio che si tengono nei Paesi Bassi
Esposizioni Internazionali Orticole
Evento Tema Sede
Floriade 1960 Orticoltura internazionale Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi
IGA 1963 Tutte le categorie dell'orticoltura da un punto di vista economico e culturale Amburgo Germania Germania
WIG 1964 Orticoltura internazionale Vienna Austria Austria
Floralies Internationales 1969 Fiori di Francia e Fiori del Mondo Parigi Francia Francia
Floriade 1972 Sforzi compiuti dall'orticoltura internazionale Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi
IGA 1973 Orticoltura internazionale Amburgo Germania Germania
WIG 1974 Orticoltura internazionale Vienna Austria Austria
Les Floralies 1980 Relazioni tra le attività socio-culturali dell'uomo e il suo ambiente fisico Montréal Canada Canada
Floriade 1982 Orticoltura internazionale Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi
IGA 1983 Orticoltura internazionale Monaco Germania Germania
International Garden Festival 1984 Progressi compiuti dall'orticoltura internazionale e nazionale Liverpool Regno Unito Regno Unito
Esposizione Internazionale dei Giardini e del Verde 1990 Coesistenza armoniosa tra natura e umanità Osaka Giappone Giappone
Floriade 1992 Le possibilità attuali della ricerca orticola moderna in tema di qualità, tecnica, scienza e gestione Zoetermeer Paesi Bassi Paesi Bassi
IGA 1993 Città e Natura - Un approccio responsabile Stoccarda Germania Germania
International Garden Festival 1999 L'Uomo nella Natura - In cammino verso il XXI secolo Kunming Cina Cina
Floriade 2002 Il contributo dell'orticoltura olandese e internazionale nella qualità della vita del XXI secolo Haarlemmermeer Paesi Bassi Paesi Bassi
IGA 2003 Parco sul mare. Un nuovo mondo fiorito Rostock Germania Germania
Royal Flora Ratchaphruek 2006/2007 Esprimere amore per l'umanità Chiang Mai Thailandia Thailandia
Floriade 2012 Essere parte del teatro della Natura; avvicinarsi alla qualità della vita Venlo Paesi Bassi Paesi Bassi
Expo 2016[3] Fiori e bambini - Una vita verde per le generazioni future Antalya Turchia Turchia
Expo 2019[4] Vivere green, vivere meglio Beijing, Pechino Cina Cina
Floriade 2022[5] Sviluppare città verdi Almere, Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi

Triennale di Milano[modifica | modifica wikitesto]

Le Esposizioni di arti decorative e di architettura moderna della Triennale di Milano sono le uniche esposizioni riconosciute dal BIE ad essere organizzate sempre nella stessa città.

Triennali di Milano
Edizione Tema
V (1933) Stile e Civiltà
VI (1936) Continuità - Modernità
VII (1940) Ordine - Tradizione
VIII (1947) L'abitazione
IX (1951) Merci - Standard
X (1954) Prefabbricati - Design industriale
XI (1957) Migliorare la qualità dell'espressione nella civiltà contemporanea
XII (1960) Casa e scuola
VIII (1964) Tempo libero
XIV (1968) Grande numero
XVII (1988) Le città del mondo e il futuro delle metropoli
XVIII (1992) La vita tra cose e natura: il progetto e la sfida ambientale
XIX (1996) Identità e Differenze
XXI (2016) 21° secolo. Design dopo design

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2000 o successivo(EXPO 2005) Registrata secondo il protocollo del 1972 ma allineata alle regolamentazioni del 1988.
  2. ^ Registrata secondo il protocollo del 1972 ma allineata alle regolamentazioni del 1988.
  3. ^ (ENFR) Expo 2016 Antalya, su bie-paris.org
  4. ^ (ENFR) 155th BIE General Assembly: Focus on all upcoming Expos, su bie-paris.org
  5. ^ (ENFR) BIE General Assembly recognises Floriade Expo 2022 Amsterdam-Almere, su bie-paris.org

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia