Grande esposizione delle opere dell'industria di tutte le Nazioni di Londra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Expo 1851
Esposizione universale
Great Exhibition of the Works of Industry of all Nations
StatoRegno Unito Regno Unito
CittàLondra
TemaL'industria di tutte le nazioni
Periododal 1º maggio
al 15 ottobre
Partecipanti25 Paesi
Visitatori6 milioni
Area10,4 ha
Cronologia
Precedente
/
Successiva
Expo 1855
Francia Parigi
 

La Grande esposizione delle opere dell'industria di tutte le Nazioni (ufficialmente in inglese Great Exhibition of the Works of Industry of all Nations), o Grande esposizione universale di Londra, ricordata in inglese semplicemente come Great Exhibition è considerata la prima esposizione universale ed ebbe luogo a Hyde Park dal 1º maggio all'15 ottobre 1851[1]. Ad essa seguì la lunga serie di esposizioni universali di cultura e industria, dall'Ottocento ad oggi.

L'esposizione universale di Londra fu promossa dal principe Alberto, Henry Cole, Francis Fuller, Charles Dilke e da altri membri della Royal Society of Arts come celebrazione delle moderne tecniche industriali[2]. Per l'occasione venne costruito il celebre Crystal Palace ("Palazzo di cristallo"), un enorme edificio in ferro e vetro.

Paesi partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Paesi
Americhe
Africa
Asia
Europa
Oceania

Il Crystal Palace[modifica | modifica wikitesto]

Il Crystal Palace presso Hyde Park, 1851.
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Crystal Palace (palazzo).

L'esposizione venne ospitata all'interno di un enorme edificio in vetro e ghisa costruito per l'occasione, il Crystal Palace ("Palazzo di Cristallo"). Progettato da Joseph Paxton con la collaborazione dell'ingegnere Charles Fox, fu eretto in soli nove mesi. Appariva come un'enorme serra in vetro costruita su una struttura di travi di ferro, al cui interno furono inserite statue e alberi che rappresentavano il trionfo dell'uomo sulla natura, oltre che conferire un piacevole tocco estetico.

Il palazzo fu un capolavoro ingegneristico capace di veicolare l'importanza dell'intera esposizione. Dopo la fine dell'Esposizione, l'intero edificio fu trasferito in una zona a sud di Londra, Sydenham, in un'area che venne poi chiamata proprio "Crystal Palace", prima di essere distrutto da un incendio il 30 novembre 1936.

Alla Grande Esposizione di Londra parteciparono anche alcuni stati italiani preunitari: Regno di Sardegna (Sardinia), Granducato di Toscana (Tuscany), Stato Pontificio (Rome) e il Lombardo-Veneto con l'Austria.[4]

Il torneo scacchistico di Londra[modifica | modifica wikitesto]

Il primo torneo internazionale di scacchi si svolse[5] in occasione dell'Expo 1851.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) 1779, première exposition nationale dans la ville de Saint-Cloud. 1851, première exposition universelle, à Londres., su expositions-universelles.fr. URL consultato il 31 luglio 2017.
  2. ^ (EN) EXPO 1851 LONDRES, su bie-paris.org. URL consultato il 31 luglio 2017.
  3. ^ Come colonia francese.
  4. ^ Official catalogue of the Great exhibition of the works of industry of all nations, 1851, pag. 15
  5. ^ Larry Parr, London, 1851, su worldchessnetwork.com, World Chess Network. URL consultato il 26 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 30 novembre 2005).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN155385646 · ISNI (EN0000 0001 2189 9527 · LCCN (ENn50043081 · GND (DE5083699-7 · BNE (ESXX40718 (data) · BNF (FRcb12264651j (data) · J9U (ENHE987007378134505171 · WorldCat Identities (ENlccn-n50043081