Elezione del Presidente della Repubblica Italiana del 1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elezione del Presidente della Repubblica Italiana del 1999
Stato Italia Italia
Data
13 maggio 1999
Legislatura XIII legislatura
Ciampi ritratto.jpg
Eletto
Partito
Voti
707
70,6%
Scrutinio
I
Presidente uscente
Oscar Luigi Scalfaro
Left arrow.svg 1992 2006 Right arrow.svg

L'elezione del Presidente della Repubblica Italiana del 1999 si svolse il 13 maggio.

Il presidente uscente è Oscar Luigi Scalfaro; risulta eletto, al I scrutinio, Carlo Azeglio Ciampi.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Nell'imminenza dell'elezione il presidente del Consiglio Massimo D'Alema (centro-sinistra) e il leader del centro-destra Silvio Berlusconi si accordano per candidare al Quirinale Carlo Azeglio Ciampi, ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica.[1]

Ciampi risulta eletto al 1º scrutinio con 707 voti su 1010 aventi diritto, con 33 in più del quorum dei due terzi dell'assemblea, ma con ben 180 voti in meno della somma degli elettori dei partiti che lo candidavano[2]. La Lega Nord ha votato Luciano Gasperini. Scalfaro, il cui mandato sarebbe scaduto il 28, si dimette il 15. Ciampi presta giuramento il 18.

L'elezione[modifica | modifica wikitesto]

Preferenze per Carlo Azeglio Ciampi[modifica | modifica wikitesto]

Scrutinio Voti Percentuale
I 707 70,6%

13 maggio 1999[modifica | modifica wikitesto]

I scrutinio[modifica | modifica wikitesto]

Per la nomina è richiesta una maggioranza dei due terzi dei 1010 membri dell'Assemblea.

Dati votazione Nome Voti
Presenti 990 Carlo Azeglio Ciampi 707
Votanti 990 Luciano Gasperini 72
Astenuti 0 Pietro Ingrao 21
Maggioranza 674 Rosa Russo Iervolino 16
Emma Bonino 15
Giulio Andreotti 10
Bettino Craxi 6
Nicola Mancino 6
Antonio Serena 6
Luciano Violante 6
Oscar Luigi Scalfaro 5
Silvio Berlusconi 4
Antonio Fazio 4
Mino Martinazzoli 4
Giuliano Amato 3
Francesco Cossiga 3
Augusto Barbera 2
Antonio Baldassarre 2
Voti dispersi 25
Schede bianche 55
Schede nulle 18

Tra i voti dispersi: Franco Marini, Tina Anselmi, Vittorio Cecchi Gori, Achille Occhetto, Antonio Martino, Paolo Cirino Pomicino, Pietro Mitolo, Romano Misserville, Lamberto Dini, Mario Segni, Cesare Romiti, Massimo Moratti, Carlo Rossella, Pino Rauti. Tra le schede nulle sono presenti voti per: Diego Armando Maradona, Antonio Carlos Zago, Walter Veltroni, Roberto Maroni (gli ultimi due non eleggibili perché all'epoca avevano meno di 50 anni).

Risulta eletto: Carlo Azeglio Ciampi.

Note[modifica | modifica wikitesto]