Dimităr Penev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dimităr Penev
Dimitar Penev.jpg
Nazionalità bandiera Bulgaria
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1977 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1959-1965Lokomotiv Sofia? (?)
1965-1977CSKA Sofia? (?)
Nazionale
1966-1974 Bulgaria Bulgaria 90 (2)
Carriera da allenatore
1985-1991 CSKA Sofia
1991-1996 Bulgaria Bulgaria
1998 Spartak Varna
1998-2000 CSKA Sofia
2003 Liaoning
2007 Bulgaria Bulgaria
2008-2009 CSKA Sofia
2010-2012 CSKA Sofia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Dimităr Duškov Penev in bulgaro: Димитър Душков Пенев? (Mirowjane, 12 luglio 1945) è un allenatore di calcio ed ex calciatore bulgaro, di ruolo difensore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È lo zio di Ljuboslav Penev.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un mediano.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Da calciatore ha militato nel Lokomotiv Sofia e nel CSKA Sofia, oltre a vestire la maglia della nazionale bulgara al mondiale del 1966, al mondiale del 1970 e al mondiale del 1974.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Da allenatore è ricordato per essere stato CT della Bulgaria negli anni novanta, dopo la mancata qualificazione agli europeo del 1992 in Svezia.

Il 17 novembre 1993, battendo a Parigi la Francia a sorpresa per 2-1, la Bulgaria si qualificò alla fase finale di USA '94 a danno dei transalpini e, durante la fase finale, la squadra balcanica fu una delle sorprese del mondiale. Dopo aver battuto l'Argentina per 2-0 nella fase a gironi, compì l'impresa eliminando la Germania Campione del mondo in carica, battendola per 2-1 con reti Stoičkov e Lečkov tra il 76º e il 79º minuto, qualificandosi così per le semifinali.

Il 13 luglio a New York la Bulgaria venne sconfitta 2-1 dall'Italia con due gol di Roberto Baggio e rete di Hristo Stoičkov e il 16 luglio a Los Angeles venne sconfitta dalla Svezia per 4-0 nella Finale per il 3º e 4º posto, ma la stampa locale e non solo elogiò la nazionale bulgara e il suo allenatore.

Penev qualificò la squadra anche per Euro '96. Inserita nel gruppo B con Spagna, Romania e Francia, dopo l'1-1 iniziale con la Spagna, la Bylgaria vinse per 1-0 contro la Romania, ma nell'ultima partita arrivarono la sconfitta per 3-1 contro la Francia e il contemporaneo 2-1 della Spagna sui rumeni, risultati che qualificarono francesi e spagnoli ed eliminarono i bulgari. Dopo l'europeo inglese Penev rassegnò le dimissioni da C.T. della nazionale.

Dopo aver allenato Spartak Varna, CSKA Sofia e, in Cina, il Liaoning, nel 2007 Penev venne richiamato a guidare la Bulgaria dopo le dimissioni di Stoičkov.

Dal 2008 al 2009 allenò nuovamente il CSKA Sofia. Nel si dimise per contrasti con la dirigenza, ma nell'aprile 2010 tornò nuovamente sulla panchina del club bulgaro, dove rimase per altri due anni.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lokomotiv Sofia: 1963-1964
CSKA Sofia: 1966, 1969, 1971, 1972, 1973, 1975, 1976
CSKA Sofia: 1965, 1969, 1972, 1973, 1974

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1967, 1971

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

CSKA Sofia: 1988-1989, 1989-1990, 2007-2008
CSKA Sofia: 1988-1989, 2005-2006
CSKA Sofia: 1989, 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bulgaria, l'incognita Stoichkov, in La Repubblica, 5 luglio 1994. URL consultato il 25 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN79426253 · GND (DE11947168X