Denis de Sainte-Marthe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Denis de Sainte-Marthe

Denis de Sainte-Marthe (Parigi, 1650Parigi, 1725) è stato un religioso, teologo e storico francese, superiore generale della Congregazione di San Mauro, editore di Gallia christiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Denis de Sainte-Marthe appartenne alla famiglia Sainte-Marthe, una famiglia di celebri umanisti ed eruditi francesi vissuti nei secoli XVI e XVII. In particolare, lo zio Abel Louis (1621–1697), due suoi prozii, i fratelli gemelli Louis (1571-1656) e Scévole II (1571-1650), e i tre figli di quest'ultimo (Pierre, Abel e Nicole-Charles), avevano cooperato alla monumentale Gallia christiana.

Denis entrò nel 1688 a Saint-Maur, un'antica abbazia benedettina, oggi scomparsa, di cui Denis de Sainte-Marthe fu eletto superiore generale nel 1720. Negli ultimi anni della sua vita, con l'aiuto dei suoi colleghi, ideò un'opera sul Cristianesimo in Francia simile a Gallia Christiana, la famosa opera di erudizione dovuta in gran parte ai membri della sua famiglia; i volumi della nuova opera, molto più grandi nelle dimensioni e di contenuto assolutamente nuovo, ebbero tuttavia lo stesso titolo della precedente. Furono curati da Denis solo tre volumi (1715-1728); fu proseguita dai suoi compagni di monastero. Denis de Sainte-Marthe pubblicò inoltre diverse opere di polemica contro i gesuiti e i protestanti.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN32006321 · ISNI: (EN0000 0001 0779 3347 · BNF: (FRcb120019721 (data)