Corrado Invernizzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corrado Invernizzi

Corrado Invernizzi (Genova, 25 aprile 1965[1]) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità classica, si laurea in economia e commercio[2][3][4], si diploma inoltre in recitazione all'Accademia dei Filodrammatici di Milano e in canto lirico (tenore) al Conservatorio Giacomo Puccini di La Spezia, ove studia anche pianoforte e composizione[2][5].

In teatro, nel 1999 è nel cast di Sei personaggi in cerca d'autore, per la regia di Patroni Griffi[6]. L'anno successivo è ne Il Misantropo di Molière, diretto da Gabriele Lavia, prodotto dal Teatro Stabile di Torino[7]. Lavora anche in Francia, con Laurent Vacher (2005), nello spettacolo Bar / La Festa[8], e nuovamente con Vacher nel 2013 con Bien Lotis di Philippe Malone[9].

Diretto da Marco Tullio Giordana ha interpretato a teatro il ruolo del critico letterario Belinskij in The Coast of Utopia di Tom Stoppard[10][11]. La pièce ha riportato nel 2012 il Premio Ubu[12], il Premio Le Maschere del Teatro italiano[13] e il Premio della Critica Teatrale[14].

Diretto da Patrick Sommier nel 2010 ha lavorato con l'Opera di Pechino nella pièce I briganti di Shi Nai'an[15][16].

Al cinema ha interpretato il ruolo dello psichiatra nel film Vincere di Marco Bellocchio e quello del giudice Pietro Calogero in Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana[2].

Nella serie televisiva Marco Polo, distribuita il 12 dicembre 2014 da Netflix e prodotta in collaborazione con The Weinstein Company, incarna Matteo Polo, fratello di Niccolò e zio di Marco[17].

Nel 2016 fa parte del cast di Genius, la prima serie televisiva statunitense prodotta da National Geographic e creata da Ron Howard sulla vita di Albert Einstein, dove interpreta il ruolo del fisico francese Pierre Curie. Lo stesso anno è anche protagonista di un episodio della serie inglese Doctor Who intitolato "Extremis", uscito il 20 maggio 2017 su BBC One.

Nel 2018 entra a far parte del cast principale della serie Il nome della rosa diretta da Giacomo Battiato, con John Turturro e Rupert Everett, in cui recita il ruolo Michele da Cesena[18], il Generale dei Francescani.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Per una rosa, regia di Marco Bellocchio (2011)
  • Pagliacci, regia di Marco Bellocchio (2013)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Segnalato per il premio UBU per il Teatro Contemporaneo Italiano per l'interpretazione di Belinskij in The Coast of Utopia di Tom Stoppard, regia di Marco Tullio Giordana (2012). "Per la creazione di un personaggio dalle mille sfumature, catalizzatore di emozioni" (Andrea Pocosgnich)[21].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco Artisti Settore Audiovisivo Rappresentati da Nuovo IMAIE (al 31/01/2014) (PDF), su areasoci.nuovoimaie.it, IMAIE. URL consultato il 16 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2015).
  2. ^ a b c (FR) Véronique Auriol, Corrado Invernizzi, ArtMedia. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  3. ^ Corrado Invernizzi (PDF), Soli e Associati. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  4. ^ Paola Orsini, Intervista in esclusiva a Corrado Invernizzi (parte I), CineMio, 24 giugno 2009.
  5. ^ Corrado Invernizzi, My Movies, 2009.
  6. ^ Red/Lr-Pe, Teatro Pirandello al Nuovo di Milano, ADNKronos, 19 gennaio 1998.
  7. ^ Archivio Multimediale Attori Italiani, Spettacolo, Firenze University Press. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  8. ^ (FR) Bar / La Festa, Theatre online, dicembre 2004.
  9. ^ a b (FR) « Bien lotis » Comédie Peri-urbaine de Philippe Malone Mise en scène par Laurent Vacher, in Le Monde, 15 luglio 2013.
  10. ^ Coast of Utopia, Teatro di Roma. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  11. ^ Franco Cordelli, La «Sponda dell'utopia» e la rivoluzione diluita, in Il Corriere della Sera, 12 maggio 2005 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  12. ^ The Coast of Utopia miglior spettacolo dell’anno, Teatro Stabile di Torino. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  13. ^ "The coast of utopia" trionfa a Napoli, Teatro di Roma. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  14. ^ Michela Cescon, Diberti & C.. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  15. ^ L’Opera di Pechino al Piccolo Teatro di Milano: I Briganti, Fondazione Italia China. URL consultato il 27 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2014).
  16. ^ Giampiero Raga Nelli, Au bord de l’eau / I briganti, Teatroteatro. URL consultato il 27 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2014).
  17. ^ E.T., Anche Favino e la Morante in “Marco Polo”, in La Nuova Venezia, 3 aprile 2014.
  18. ^ Simone Carbone, IL NOME DELLA ROSA cast della serie TV con Alessio Boni, in Ciack, 18 luglio 2018.
  19. ^ (FR) Artemisia, claire, obscure 5/10 d'Andréa Finck, Michel Sidoroff, France Culture, 22 novembre 2013.
  20. ^ (FR) La cavale d’Alice Parker et La voisine sonne toujours deux fois, France Inter. URL consultato il 27 dicembre 2017.
  21. ^ Ecco i Premi Ubu 2012. Vince The coast of utopia, in Art-O, 7 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]