Marco Polo (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Polo
MarcoPolo.png
Immagine tratta dal trailer ufficiale della serie
PaeseStati Uniti d'America
Anno2014-2016
Formatoserie TV
Genereavventura, drammatico, in costume
Stagioni2 Modifica su Wikidata
Episodi20 + 1 speciale
Durata60 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto2:1
Crediti
IdeatoreJohn Fusco
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MusichePeter Nashel
Eric V. Hachikian
ScenografiaLilly Kilvert
CostumiTim Yip
Jo Korer
ProduttoreRichard Sharkey
Brett Conrad (st. 1)
Collin Creighton
Bruce Marshall Romans (st. 2)
Produttore consulente:
Michael Chernuchin (st. 1)
Kate Barnow (st. 2)
Co-produttore:
Tim Coddington
Robyn-Alain Feldman (st. 1)
Produttore esecutivoDaniel Minahan
Elizabeth Sarnoff (st. 2)
John Fusco
Harvey Weinstein
Peter Friedlander
Blair Fetter (st. 2)
Bob Weinstein
Patrick Macmanus (st. 2)
Joachim Rønning
Espen Sandberg
Dave Erickson (st. 1)
David C. Glasser (st. 2)
Ben Silverman
Chris Grant
Co-produttore esecutivo:
Patrick Macmanus (st. 1)
Casa di produzioneThe Weinstein Company
Electus
Netflix
Prima visione
Distribuzione originale
Dal12 dicembre 2014
Al1º luglio 2016
DistributoreNetflix
Distribuzione in italiano
Dal22 ottobre 2015
Al1º luglio 2016
DistributoreNetflix

Marco Polo è una serie televisiva statunitense di genere storico creata da John Fusco per Netflix.[1] La serie racconta le avventure del giovane Marco Polo, interpretato da Lorenzo Richelmy, alla corte di Kublai Khan, interpretato da Benedict Wong.

La serie ha debuttato il 12 dicembre 2014 ed è stata rinnovata per una seconda stagione, pubblicata il 1º luglio 2016. In data 12 dicembre 2016, la serie è stata cancellata.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Venezia, 1274. Il giovane Marco Polo, al seguito del padre Niccolò e dello zio Matteo, intraprende un lungo viaggio che lo conduce fin nel cuore del potente Impero Mongolo, presso la corte di Kublai Khan. Abbandonato come ostaggio dal padre e dallo zio nelle mani del Khan per potersi garantire il libero accesso alla Via della Seta, Marco entra a far parte della corte di Khublai, immergendosi sempre di più nel cuore delle tradizioni e della cultura dell'Asia Orientale.

Entrato nelle grazie del Khan, il giovane è testimone dei tentativi di Kublai di tenere insieme ed espandere ulteriormente il suo sterminato impero, tra intrighi di corte, cospirazioni, lotte di potere e il conflitto in corso con l'ormai decadente Dinastia Song, ultimo baluardo del millenario impero cinese contro la potenza mongolica.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
Prima stagione 10 2014 2015
Speciale natalizio 1 26 dicembre 2015 26 dicembre 2015
Seconda stagione 10 2016 2016

One Hundred Eyes[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio narra la storia di Li Jinbao, dalla sua cattura da parte di Kublai Khan al suo assoggettamento alla volontà dell'imperatore.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie venne originariamente sviluppata da Starz, che ne annunciò l'acquisto a gennaio 2012.[3] Dopo aver tentato più volte di iniziare le riprese in Cina senza alcun successo, il progetto venne riconsegnato alla casa di produzione originale The Weinstein Company.[4] Il progetto venne dunque acquistato da Netflix, che commissionò la produzione di 10 episodi per un costo totale di circa 90 milioni di dollari.[5] Il servizio di streaming annunciò ufficialmente la serie a gennaio 2014 insieme alla notizia che i registi e produttori esecutivi della serie Joachim Rønning e Espen Sandberg avrebbero diretto l'episodio pilota.[6]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata girata in Italia, in Kazakistan e ai Pinewood Studios in Malesia.[6]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è interamente disponibile sul servizio di video on demand Netflix. La prima stagione è stata pubblicata il 12 dicembre 2014 in tutti i territori in cui il servizio è disponibile; in Italia la stagione è disponibile dal 22 ottobre 2015.[7] Nel gennaio 2015 Netflix ha rinnovato la serie per una seconda stagione,[8] pubblicata il 1º luglio 2016.[9] Nel dicembre 2016 Netflix ha annunciato di aver cancellato la serie.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Netflix’s ‘Marco Polo’ Sets December Premiere Date, 28 agosto 2014. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  2. ^ (EN) Rick Porter, ‘Marco Polo’ canceled as Netflix decides to stop exploring, TV by the Numbers, 12 dicembre 2016. URL consultato il 13 dicembre 2016.
  3. ^ (EN) Yvonne Villareal, Marco Polo to get the Starz treatment with new original series, Los Angeles Times, 13 gennaio 2012. URL consultato il 2 novembre 2014.
  4. ^ (EN) Netflix's 'Marco Polo' Sets Its Cast, The Hollywood Reporter, 8 aprile 2014. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  5. ^ (EN) Michael Cieply, The Weinstein Company, Seeking Hits, Shifts to TV, The New York Times, 24 novembre 2013. URL consultato il 2 novembre 2014.
  6. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, It’s Official: Netflix Orders Series ‘Marco Polo’ From Weinstein Co. With Joachim Ronning & Espen Sandberg Directing, Deadline.com, 14 gennaio 2014.
  7. ^ Ufficiale: Netflix arriva in Italia il 22 ottobre, tutte le informazioni!, su BadTv.it, 30 ottobre 2015.
  8. ^ (EN) Natalie Abrams, Netflix renews 'Marco Polo,' sets premieres for 'Bloodline,' 'Daredevil,' more, Entertainment Weekly, 7 gennaio 2015. URL consultato il 7 gennaio 2015.
  9. ^ (EN) whats-on-netflix.com, 11 aprile 2016, http://www.whats-on-netflix.com/news/marco-polo-season-2-release-date/. URL consultato l'11 aprile 2016.
  10. ^ Marco Polo cancellata da Netflix dopo due stagioni, su BadTV.it, 13 dicembre 2016. URL consultato il 13 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione