Cocoon - L'energia dell'universo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Cocoon, l'energia dell'universo)
Cocoon - L'energia dell'universo
Cocoon - L'energia dell'universo.png
Una scena del film
Titolo originaleCocoon
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1985
Durata117 min
Generefantascienza, commedia, drammatico
RegiaRon Howard
SoggettoDavid Saperstein
SceneggiaturaTom Benedek
ProduttoreDavid Brown, Robert Doudell, Lili Fini Zanuck, Richard D. Zanuck
FotografiaDonald Peterman
MontaggioDaniel P. Hanley, Mike Hill
MusicheJames Horner, Michael Sembello
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Cocoon - L'energia dell'universo (Cocoon) è un film del 1985 diretto da Ron Howard, tratto dal romanzo di David Saperstein. Il film ha avuto un sequel: Cocoon - Il ritorno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In una pensione per anziani e nei dintorni di essa vivono tre amici: Ben, Arthur e Joe, che passano il loro tempo chiacchierando e usufruendo segretamente di una lussuosa piscina sita in un'abitazione sfitta nelle vicinanze. Il loro divertimento è però interrotto da Walter che, assieme ai tre cugini tra i quali spicca la bella Kitty, decidono di affittare la casa per poco meno di un mese.

I cugini noleggiano l'imbarcazione di Jack, squattrinato comandante di barche, per compiere delle immersioni. Mentre Jack è sempre più interessato dalla bella Kitty, è anche incuriosito da alcuni misteriosi involucri che i cugini caricano sulla barca e il cui contenuto gli è celato. Gli involucri contengono dei bozzoli giganti che vengono depositati nella piscina, nella quale continuano a fare il bagno di nascosto i tre vecchietti. Dopo le abluzioni i tre sembrano aver riacquistato le forze della giovinezza, e in poco tempo convincono le rispettive mogli e compagne ad usufruire dei miracoli della piscina. Persino il cancro di Joe sembra essere completamente guarito. In breve tempo, però, sia il comandante Jack che i tre vecchietti scoprono la reale identità dei quattro cugini. Essi sono extraterrestri provenienti da Antarea, un pianeta dove non esistono malattie, guerre o mortalità. Il loro obiettivo sulla Terra è recuperare i bozzoli dove sono racchiusi i loro amici che diecimila anni prima vi si chiusero per permettere a loro di fuggire nel corso dello sprofondamento in mare della base terrestre degli alieni, Atlantide.

La voce della piscina miracolosa si sparge per l'intervento di Bernie, altro pensionato dell'ospizio che, coinvolto dagli amici, rifiuta di beneficiare degli effetti dell'acqua poiché lo ritiene contronatura. Gli ospiti del pensionato accorrono a tuffarvisi ma, così facendo, depauperano l'acqua dell'energia che occorreva per nutrire i bozzoli, portando gli occupanti in fin di vita. Gli alieni sono così costretti, con l'aiuto di Jack e dei nonnini, a riportarli nelle profondità marine in quanto non sopporterebbero il viaggio di ritorno sul pianeta natio.

Walter, leader degli antareani, stringe però un rapporto di amicizia con gli uomini e offre loro la possibilità di partire per Antarea, dove diventerebbero immortali e immuni da malanni. I tre e le rispettive compagne accettano e partono nonostante il disappunto di David, nipote di Ben, al quale egli è legatissimo.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema