Wilford Brimley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wilford Brimley nel 2012

Anthony Wilford Brimley (Salt Lake City, 27 settembre 1934St. George, 1º agosto 2020) è stato un attore e stuntman statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Salt Lake City, dove suo padre era un agente immobiliare. Prima di divenire un attore lavorò nei rodei come cowboy, quindi fece il maniscalco e poi la guardia del corpo per Howard Hughes. Dopo aver a lungo ferrato i cavalli per film e spettacoli televisivi, iniziò a lavorare in film western come stuntman su incoraggiamento del suo amico Robert Duvall.

La sua prima interpretazione come caratterista fu in Diritto di cronaca (1981), in cui interpretò il ruolo dell'assistente del Procuratore federale James A. Wells. Brimley partecipò alla popolare serie televisiva degli anni settanta Una famiglia americana nella parte di Horace Brimley, un abitante del Monte Walton, dal 1974 al 1977.

Divenuto famoso per interpretazioni in film come Hotel New Hampshire (1984), La cosa (1982) di John Carpenter, Cocoon - L'energia dell'universo (1985) e Il socio (1993), nel 2001 partecipò al film tv Fuoco incrociato insieme a Tom Selleck. Ebbe un ruolo importante nel film Sindrome cinese (1979). Spesso interprete di uomini burberi e anziani, come ad esempio nella serie TV degli anni ottanta Vita col nonno, apparve anche in spot pubblicitari.

Seguace della Chiesa dei Santi degli ultimi giorni, nel 1956 sposò l'attrice Lynne Bagley, deceduta nel 2000, da cui ebbe quattro figli maschi: Bill, Jim, John e Lawrence Dean. Affetto da diabete mellito di tipo 1, sostenne la ricerca sulla malattia. Era politicamente vicino al partito repubblicano, in particolare a John McCain.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54346818 · ISNI (EN0000 0001 0973 3065 · LCCN (ENno92022692 · GND (DE1215062958 · BNF (FRcb14032280v (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no92022692