Tom Selleck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tom Selleck nel 2010

Tom Selleck all'anagrafe Thomas William Selleck (Detroit, 29 gennaio 1945) è un attore e produttore cinematografico statunitense, noto soprattutto per i suoi ruoli da protagonista nelle fortunate serie televisive Magnum, P.I. e Blue Bloods.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Selleck è nato a Detroit da Robert Dean Selleck (nato a Lapeer, Michigan) un investitore immobiliare e da Martha Jagger, casalinga. Attraverso una linea paterna Selleck è un discendente diretto del colono inglese David Selleck che si è trasferito nel Massachusetts dal Somerset, in Inghilterra nel 1633: Tom Selleck è l'undicesima generazione della sua famiglia nata in Nord America.[1]

La famiglia di Selleck si trasferì a Sherman Oaks, in California, durante la sua infanzia. Ha un fratello maggiore di nome Robert, una sorella di nome Martha e un fratello minore di nome Daniel. Selleck si è laureato alla Grant High School nel 1962.[2]

Selleck frequentò la University of Southern California con una borsa di studio per la pallacanestro e prese un master in business administration, ma un talent scout gli suggerì la carriera dell'attore. Prese perciò a studiare recitazione alla Beverly Hills Playhouse con Milton Katselas. Dopo aver ricevuto la chiamata alle armi per la guerra del Vietnam, Selleck prestò servizio nel 160º reggimento di fanteria della Guardia nazionale dell'esercito della California dal 1967 al 1973.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Tom Selleck con la Principessa Diana Spencer ad un ricevimento alla Casa Bianca (1985)

L'attore iniziò la sua carriera interpretando degli spot pubblicitari grazie al suo fisico da modello.[4][5] In uno spot di un liquore recitò con Farrah Fawcett.[6]

Ha iniziato la sua carriera con parti in piccoli film, tra cui Il caso Myra Breckinridge, Coma profondo e I 7 minuti che contano. Negli anni 70 ha interpretato piccole parti di serie televisive di successo, in particolare è stato co-protagonista in un episodio della serie Charlie's Angels in cui interpretava (senza i baffi che divennero in seguito il suo tratto distintivo) il fidanzato di una delle ragazze. Selleck ha avuto anche il ruolo di un investigatore privato, Lance White, "belloccio e ingenuo" concorrente del protagonista nella serie TV Agenzia Rockford. Nonostante apparisse in soli 2 episodi, nelle interviste successive, Selleck accreditò Garner come proprio "mentore"[7] e rimase molto legato all'attore.

Tom Selleck divenne noto al grande pubblico nel 1980, quando venne scelto per interpretare il ruolo di Thomas Magnum nella famosa serie televisiva Magnum, P.I. (l'attore fu scelto dalla produzione dopo sei episodi pilota interpretati da altri attori e giudicati insoddisfacenti). La serie è andata avanti con grande successo per otto stagioni fino al 1988. In Italia divenne una delle serie di maggior successo in assoluto negli anni 80, tanto che vinse anche dei Telegatti che ritirò lo stesso Selleck. La serie conta ancora oggi milioni di fan in tutto il mondo. In quegli stessi anni a Selleck venne offerta la parte di Indiana Jones nel primo film della fortunata serie di Steven Spielberg, I predatori dell'arca perduta, ma avendo già firmato un contratto per Magnum, P.I., l'attore dovette rinunciare, e la parte andò così a Harrison Ford.[8]

Magnum P.I. divenne famoso per il suo abbigliamento in stile hawaiano e per il cappello da baseball dei Detroit Tigers che esibiva negli episodi, oltre che per l'auto che guidava, una Ferrari 308 GTS. Il telefilm offre una giusta miscela di umorismo e di azione. Per la prima volta viene messa in evidenza la problematica dei reduci dal Vietnam, Magnum, Rick e T.C. sono infatti degli ex combattenti e in molti episodi i ricordi di guerra affiorano con un montaggio in bianco e nero. Il fascino innato di Selleck ne fece un sex symbol per molti anni, in Italia e nel mondo.

A cavallo tra gli anni 80 e 90 del XX secolo ha interpretato numerosi film che spaziano dalla commedia (come Tre scapoli e un bebè o Alibi Seducente) all'avventura (Lassiter lo scassinatore), al dramma (Un uomo innocente), alla fantascienza (Runaway) dimostrando una capacità interpretativa molto eclettica che tuttavia non è mai riuscita a scrollargli di dosso la fama ottenuta con Magnum P.I.[9]

Nel 1990 interpreta con successo un western ambientato in Australia, Carabina Quigley, il cui soggetto era stato pensato per Steve McQueen.

Negli anni 90 recita in alcuni film di poco successo, poi nel 1997 partecipa al fortunato film In & Out con Kevin Kline interpretando un giornalista omosessuale, ruolo assai insolito per un attore che è stato per anni un simbolo del machismo. È una delle poche apparizioni senza i celebri baffi.

Dal 1996 al 2000 ha recitato in 10 episodi della serie televisiva Friends nel ruolo di Richard Burke, ex fidanzato di una delle protagoniste, e nel 2003 è il protagonista del film televisivo Monte Walsh - Il nome della giustizia nella parte del malinconico cowboy Monte Walsh con il quale si aggiudica diversi premi.

Selleck ha interpretato il ruolo del generale Dwight D. Eisenhower nel film per la TV del 2004 Ike: Countdown to D-Day (realizzato dalla A & E). Il film mostrava la pianificazione, la politica e la preparazione per l'invasione della Normandia del 1944, e Selleck fu lodato dalla critica per aver interpretato un Eisenhower fresco e calmo.

Selleck è anche apparso in un ruolo ricorrente nel telefilm della ABC Boston Legal come Ivan Tiggs, l'ex marito in difficoltà di Shirley Schmidt (Candice Bergen).

Dal 2005 è il protagonista dei film televisivi dedicati al detective Jesse Stone. Questa serie di film è basata sul personaggio ideato dallo scrittore Robert B. Parker, uno dei maggiori e più prolifici scrittori di polizieschi americani. La serie comprende nove film, l'ultimo uscito nell'ottobre 2015. Oltre alla sua interpretazione del protagonista Selleck è anche il produttore. Il quinto film, Jesse Stone: Thin Ice, non è stato adattato dai romanzi di Parker, ma era una storia originale di Selleck.[10]

Nel 2007 è subentrato a James Caan nella serie televisiva Las Vegas, interpretando A.J. Cooper, il nuovo proprietario del casinò Montecito.

Dal 2010 è il protagonista della serie televisiva poliziesca della CBS Blue Bloods.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Tom Selleck con la seconda moglie Jillie Mack (1989)

Tom Selleck è stato sposato con la modella Jacqueline Ray dal 1970 al 1982, durante quel periodo, ha adottato il figlio di lei, Kevin Shepard (nato nel 1966). Il 7 agosto 1987, Selleck sposò l'attrice Jillie Mack (nata nel 1957).[11] Hanno una figlia, Hannah Margaret Selleck nata il 16 dicembre 1988 che pratica l'equitazione.[12] La famiglia vive nel villaggio di Thousand Oaks-Westlake, in California, in una fattoria di avocado di 60 acri.[13]

Selleck è un appassionato di hockey su ghiaccio e per un certo periodo è stato proprietario di una quota di minoranza della sua squadra di baseball preferita fin dall'infanzia, i Detroit Tigers.

Larry Manetti, co-protagonista di Magnum P.I., nel suo memoriale del 1996 Aloha Magnum, ha elogiato Selleck per la sua straordinaria etica del lavoro nonché per il suo impegno con le associazioni caritatevoli hawaiane.

Nel febbraio 2009, Selleck è entrato a far parte del Vietnam Veterans Memorial Fund come portavoce nazionale per il nuovo Centro in costruzione nel National Mall.[14]

Selleck è un membro del Consiglio di amministrazione e portavoce pubblico della National Rifle Association (NRA)[15] dopo che il suo amico Charlton Heston si è dimesso per problemi di salute ed è il portavoce pubblico dal 2003, Nel 2002, Selleck ha donato il fucile che aveva usato nel film Carabina Quigley insieme ad altre armi da fuoco dei suoi film, alla NRA, per la mostra "Real Guns of Reel Heroes" al National Firearms Museum di Fairfax, in Virginia.

Nelle elezioni presidenziali del 2016, Selleck non ha sostenuto né Hillary Clinton né Donald Trump, scrivendo invece all'ex capo del Dipartimento di polizia di Dallas, David Brown, dicendo di essere profondamente toccato dalla grazia e dalla leadership che egli ha dimostrato durante le sparatorie della polizia di Dallas del 2016.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha ricevuto nel 1986 una stella sulla Hollywood Walk of Fame. La stella è situata al 6925 Hollywood Blvd.
  • Nel 1998 è stato inserito dalla famosa rivista People nella lista delle 50 persone più belle del mondo.
  • Il 28 aprile 2000 ha ricevuto una laurea ad honorem dalla Pepperdine University per la sua etica e il suo comportamento fuori dalle scene. L'attore è infatti un membro portante del no-profit Istituto Michael Josephson di Etica, ed è anche cofondatore del Character Counts Coalition.

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Tom Selleck è stato doppiato da:

Da doppiatore è stato sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RootsWeb's WorldConnect Project: V19 - Brown/Tuttle Families of Suffolk Co., NY and Lawrence/Shaver/Weld Families of Livingston Co., & Steuben Co., NY, su wc.rootsweb.ancestry.com. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  2. ^ Tom Selleck Biography - Yahoo! Movies, su movies.yahoo.com, 17 gennaio 2012. URL consultato il 10 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2012).
  3. ^ Vietnam Veterans Memorial Fund - Founders of The Wall, su www.vvmf.org. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  4. ^ Robert Sallin, Tom Selleck - First TV Commercial, 27 agosto 2010. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  5. ^ robatsea2009, Tom Selleck for Ban Basic 1977 TV commercial, 11 giugno 2011. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  6. ^ FredFlix, Farrah Fawcett and Tom Selleck 1972 commercial for Dubonnet, 24 maggio 2016. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  7. ^ (EN) Tom Selleck: 2 kinds of lawmen, in The Blade, 11 maggio 2012. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  8. ^ Indiana Jones with a moustache? Tom Selleck was offered the role that made Harrison Ford famous, in Mail Online. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  9. ^ Tom Selleck, su www.fantafilm.net. URL consultato il 28 aprile 2018.
  10. ^ (EN) Neil Genzlinger, Tom Selleck Returns as the Transplanted Big-City Cop Jesse Stone, in The New York Times, 26 febbraio 2009. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  11. ^ Jillie Mack, su IMDb. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  12. ^ Tom Selleck, su www.nndb.com. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  13. ^ Irish Sporthorses in the news, su www.larkinhorses.com. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  14. ^ Vietnam Veterans Memorial Fund - Founders of The Wall, su www.vvmf.org. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  15. ^ Tom Selleck Donates Seven Guns To NRA National Firearms Museum, su www.womenhunters.com. URL consultato il 10 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN100622918 · ISNI (EN0000 0001 0928 9988 · LCCN (ENn85213027 · GND (DE139345388 · BNF (FRcb13935679w (data)