Avventurieri ai confini del mondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avventurieri ai confini del mondo
Titolo originaleHigh Road to China
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA, Jugoslavia
Anno1983
Durata105 min
Genereavventura, azione
RegiaBrian G. Hutton
SoggettoJon Cleary
SceneggiaturaS. Lee Pogostin
Sandra Weintraub
ProduttoreFred Weintraub
Produttore esecutivoRaymond Chow
Casa di produzioneGolden Harvest film
Distribuzione (Italia)Warner Bros.
FotografiaRonnie Taylor
MontaggioJohn Jympson
Effetti specialiGene Grigg
MusicheJohn Barry
ScenografiaRobert Laing
CostumiFranco Antonelli
Betsy Heimann
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Avventurieri ai confini del mondo (High Road to China) è un film del 1983 diretto da Brian G. Hutton e interpretato da Tom Selleck, qui nel suo primo ruolo da protagonista.

All'inizio del progetto il film è stato pensato per essere interpretato da Roger Moore e Jacqueline Bisset sotto la direzione di John Huston. La colonna sonora era composta da John Barry.

È stato il 27 ° film di maggior incasso del 1983, con un incasso di $ 28.445.927 negli USA.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anni 20 del XX secolo. Evie Tozer, una ereditiera inglese che pensa solo a divertirsi, mentre trascorre una vacanza a Istanbul, viene avvertita dal suo procuratore legale che deve rintracciare entro pochi giorni il padre, un eccentrico inventore del quale da qualche anno si sono perse le tracce, e riportarlo a Londra. Il socio inglese del padre, infatti, ha presentato una richiesta di dichiarazione di morte presunta e una sentenza in tal senso comporterebbe il passaggio di tutti i beni allo stesso socio. La ragazza decide quindi di andare alla ricerca del padre, le cui ultime notizie lo davano in Afghanistan. Ingaggia pertanto Patrick O'Malley, un irlandese semi-alcolizzato, asso dell'aviazione durante la prima guerra mondiale e proprietario di due aerei a elica (di nome «Dorothy» e «Lillian») con cui si guadagna da vivere facendo l'istruttore di volo. Evie, provetta pilota, guida uno dei due aerei, mentre l'altro viene condotto da O'Malley, accompagnato dal meccanico Struts. Alla ricerca del padre di Evie, i tre attraverseranno l'India, l'Afghanistan e il Nepal, vivendo varie avventure, e giungeranno infine in Cina dove riusciranno finalmente a trovare Bradley Tozer impegnato a difendere con le armi un piccolo villaggio dalle mire di un locale signore della guerra. O'Malley ed Evie lo aiutano a vincere la battaglia finale, ma Bradley Tozer rifiuta di tornare a Londra.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film d'azione, nonostante riprese dall'alto molto suggestive e una trama ricca di colpi di scena, ha ricevuto critiche generalmente poco lusinghiere[1].

Ciononostante è considerato uno dei migliori film girati sulla scia del successo di Indiana Jones e i predatori dell'Arca perduta.. Si dice che sia stato dato il ruolo principale a Selleck come una sorta di "premio di consolazione" per aver dovuto rinunciare al ruolo di Indiana Jones andato a Harrison Ford a causa di problemi nei diritti con Magnum, P.I. [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Avventurieri ai confini del mondo - Film (1982), su ComingSoon.it. URL consultato il 24 maggio 2016.
  2. ^ (EN) Rob Bricken, Tom Selleck sets the record straight about him and Indiana Jones, in io9. URL consultato il 17 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema