Chiara Gonzaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiara Gonzaga
Кьяра Гонзага.jpg
Ritratto di Chiara Gonzaga
Contessa consorte di Montpensier
Stemma
Nascita Mantova, 1º luglio 1464
Morte Alvernia, 2 giugno 1503
Luogo di sepoltura chiesa di Aigueperse, Alvernia
Dinastia Gonzaga
Padre Federico I Gonzaga
Madre Margherita di Baviera
Consorte di Gilberto di Borbone-Montpensier
Figli Luisa
Luigi
Carlo
Francesco
Renata
Anna
Religione cattolica
Marchesato di Mantova
Gonzaga
Coat of arms of the House of Gonzaga (1433).svg

Gianfrancesco
Figli
Ludovico III
Federico I
Francesco II
Federico II
Figli
Modifica

Chiara Gonzaga (Mantova, 1º luglio 1464Alvernia, 2 giugno 1503) era figlia del marchese di Mantova Federico I Gonzaga e di Margherita di Baviera.

Uno dei suoi figli fu Carlo III, Duca di Borbone, che guidò l'armata Imperiale inviata dall'Imperatore Carlo V contro il Papa Clemente VII, in quelle che fu il Sacco di Roma, e dove fu successivamente ucciso.

Chiara è una dei personaggi nell'Heptameron, scritto da Margherita d'Angouleme, sorella di Re Francesco I.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Chiara nacque a Mantova il 1º luglio 1464, primogenita di Federico I Gonzaga, Marchese di Mantova e di Margherita di Baviera (1º gennaio 1442 - 14 ottobre 1479). Ebbe cinque fratelli tra cui Francesco II Gonzaga, Marchese di Mantova la cui moglie fu la celebre Isabella d'Este.

I nonni paterni di Chiara erano Ludovico III Gonzaga e Barbara di Brandeburgo; e i suoi nonni materni erano Alberto III, Duca di Baviera e Anna di BrunswickGrubenhagen-Einbeck, figlia del Duca Erich I di BrunswickSalzderhelden Elisabethf Brunswick-Göttingen.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maggiore delle tre figlie di Federico Gonzaga, sposò il 24 febbraio 1481[1] Gilberto I di Borbone, conte di Montpensier e duca di Sessa (1443-1496). Per le loro nozze, Andrea Mantegna, già pittore di corte dei Gonzaga nel 1460[2], realizzò nel 1480 il San Sebastiano, ora conservato al Louvre, che venne donato alla chiesa d'Aigueperse en Auvergne[2], fondata nel 1475 da Luigi I di Borbone[3]. Ad organizzare il suo matrimonio fu suo zio Francesco Secco d'Aragona, che l'accompagnò tra l'altro da Mantova a Milano[4] nel suo viaggio diretto verso la Francia.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Dal matrimonio Chiara e Gilberto nacquero sei figli[1]:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Chiara Gonzaga Padre:
Federico I Gonzaga
Nonno paterno:
Ludovico III Gonzaga
Bisnonno paterno:
Gianfrancesco Gonzaga
Trisnonno paterno:
Francesco I Gonzaga
Trisnonna paterna:
Margherita Malatesta
Bisnonna paterna:
Paola Malatesta
Trisnonno paterno:
Malatesta IV Malatesta
Trisnonna paterna:
Elisabetta da Varano
Nonna paterna:
Barbara di Brandeburgo
Bisnonno paterno:
Giovanni l'Alchimista
Trisnonno paterno:
Federico I di Brandeburgo
Trisnonna paterna:
Elisabetta di Baviera-Landshut
Bisnonna paterna:
Barbara di Sassonia-Wittenberg
Trisnonno paterno:
Rodolfo III di Sassonia-Wittenberg
Trisnonna paterna:
Anna di Meissen
Madre:
Margherita di Baviera
Nonno materno:
Alberto III di Baviera
Bisnonno materno:
Ernesto di Baviera-Monaco
Trisnonno materno:
Giovanni II di Baviera
Trisnonna materna:
Caterina di Gorizia
Bisnonna materna:
Elisabetta Visconti
Trisnonno materno:
Bernabò Visconti
Trisnonna materna:
Regina della Scala
Nonna materna:
Anna di Braunschweig-Grubenhagen
Bisnonno materno:
Erich I di Braunschweig-Grubenhagen
Trisnonno materno:
Alberto I di Brunswick-Grubenhagen
Trisnonna materna:
Agnese I di Brunswick-Lüneburg
Bisnonna materna:
Elisabetta di Brunswick-Göttingen
Trisnonno materno:
Ottone I di Brunswick-Göttingen
Trisnonna materna:
Margherita di Berg

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Contessa consorte di Montpensier Successore Blason comte fr Montpensier (Bourbon2).svg
Giovanna delfina d'Alvernia 1481-1496 Susanna di Borbone