Bompiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bompiani
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1929 a Milano
Fondata da
Sede principale Milano, via Angelo Rizzoli, 8
Gruppo Mondadori
Settore Editoria
Sito web www.bompiani.eu/

Bompiani è una casa editrice italiana fondata da Valentino Bompiani nel 1929 a Milano, marchio editoriale del Gruppo RCS Libri S.p.A.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni trenta Bompiani trova le prime alleanze che daranno identità alla propria casa editrice. Vi collaborano Cesare Zavattini, Antonio Banfi (poi, al suo posto, Enzo Paci e infine Umberto Eco, che dagli anni cinquanta dirige collane di studi e vi pubblica fedelmente i propri scritti), quindi Elio Vittorini (che vi pubblica anche i propri scritti), e dagli anni settanta Antonio Porta, poi Mario Andreose, Elisabetta Sgarbi (sorella del critico d'arte Vittorio e direttrice del quadrimestrale «Panta») e Giovanni Reale (curatore con Dario Antiseri anche di una Storia della filosofia dal 2009).

Un'impresa originale e molto apprezzata è stata il Dizionario delle opere e dei personaggi di tutti i tempi e di tutte le letterature, uscito per la prima volta nel 1946 e aggiornato negli anni (con anche una versione su CD-Rom del 2002). L'ultima edizione è del 2005.

Nel 1972, la proprietà passa alla FIAT che con la finanziaria IFI (attualmente Exor) acquista la Sonzogno, la Fratelli Fabbri e la ETAS. Nel 1990 avviene la fusione con il gruppo RCS, al quale appartengono anche la Sansoni, la Rizzoli, La Nuova Italia, la Marsilio Editori.

Nell'ottobre 2015 la Arnoldo Mondadori Editore del gruppo Fininvest acquisisce RCS LIBRI, compresa la Bompiani. Elisabetta Sgarbi, responsabile della casa editrice, si dimette dopo aver provato a comprare il marchio Bompiani, fondando poi una nuova casa editrice, La nave di Teseo; la seguono alcuni autori storici del catalogo Bompiani, tra i quali Umberto Eco. Nel febbraio 2016, dopo l'apertura di una procedura dell'Antitrust per diluire la dominanza delle quote di mercato librario controllate dal Gruppo di Segrate a seguito dell'acquisizione di RCS LIBRI, l'amministratore delegato Ernesto Mauri dichiara che Mondadori dovrà cedere la Bompiani e Marsilio.

Autori[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli autori che hanno distinto la casa editrice si annoverano Antoine de Saint-Exupéry (il cui Il piccolo principe è negli anni il libro più stampato e venduto), Corrado Alvaro, Luciano Anceschi, Vitaliano Brancati, Carmelo Bene, Gesualdo Bufalino, James Cain, Erskine Caldwell, Achille Campanile, Albert Camus, Paulo Coelho, Maria Corti, Archibald Joseph Cronin, Andrea De Carlo, Massimo Donà, Andrea De Carlo, Umberto Eco, T. S. Eliot, Alain Elkann, Maurizio Ferraris, Ennio Flaiano, André Gide, Patricia Highsmith, Tahar Ben Jelloun, Stephen King, Alberto Moravia (fedelissimo), Edoardo Nesi, Anaïs Nin, Osho, Ottiero Ottieri, Fernanda Pivano, Fernanda Pivano, Giovanni Reale, Jean-Paul Sartre, Alberto Savinio, Leonardo Sciascia (poi passato all'Adelphi), Antonio Scurati, John Steinbeck, Jun'ichirō Tanizaki, Giovanni Testori, Giovanni Testori, Francesco Tomatis, Pier Vittorio Tondelli, Sandro Veronesi, Kurt Vonnegut, Evelyn Waugh, Marguerite Yourcenar e altri.

Collane[modifica | modifica wikitesto]

Le collane edite da Bompiani dal 1929 in ordine di apparizione:

  • Libri scelti dal 1929 al 1945
  • Letteraria dal 1930
  • I Libri d'acciaio dal 1930 al 1935
  • Umorismo dal 1930 al 1931
  • Primi piani dal 1931 al 1938
  • Romanzi storici dal 1932 al 1938
  • Strenne per adulti dal 1932 al 1975
  • Avventure del pensiero dal 1933 al 1968
  • Idee nuove dal 1934 al 1976
  • Strenne per i giovani dal 1935 al 1998
  • Enciclopedia scientifica monografica italiana del XX sec. dal 1937 al 1941
  • Grandi ritorni dal 1938 al 1963
  • In un'ora dal 1940 al 1941
  • Pantheon letterario dal 1940 al 1969
  • Pantheon teatrale dal 1941 al 1955
  • Corona dal 1942 al 1949
  • La Zattera dal 1942 al 1945
  • Centonovelle dal 1943 al 1966
  • Albi di Papà Castoro dal 1944 al 1946
  • Portico dal 1945 al 1971
  • Tra due guerre dal 1945 al 1946
  • Vinti e vincitori dal 1945 al 1958
  • Apologie dal 1946 al 1949
  • Classici della politica dal 1946 al 1947
  • Prospettive dal 1946 al 1958
  • Albi di Ridolini dal 1947 al 1947
  • Biblioteca di "Martedì" dal 1947 al 1950
  • Pegaso letterario dal 1947 al 1956
  • Pegaso teatrale dal 1947 al 1966
  • L'Uomo dal 1947 al 1970
  • Opere complete dal 1949 al 1967
  • La Zebra dal 1949 al 1954
  • I Nostri figli dal 1950 al 1958
  • Testi d'arte dal 1950 al 1966
  • Uomini e paesi dal 1951 al 1961
  • I Delfini dal 1953 al 1973
  • Uno al mese dal 1953 al 1962
  • Teatro contemporaneo dal 1957 al 1966
  • Cose d'oggi dal 1959 al 1973
  • I Delfini d'acciaio dal 1960 al 1972
  • I Numeri dal 1960 al 1963
  • Uomo e società dal 1962 al 1973
  • B-S dal 1963 al 1967
  • Delfini cultura dal 1964 al 1968
  • Il Carosello dal 1966 al 1968
  • Guide culturali dal 1966 al 1970
  • Letteraria teatrale dal 1966 al 1969
  • Il Pesanervi dal 1966 al 1970
  • Amletica leggera dal 1967 al 1977
  • Classici dal 1967 al 1974
  • I Libelli dal 1967 al 1967
  • Neofigurativi dal 1967 al 1968
  • Pieno vento dal 1967 al 1971
  • La Ricerca religiosa dal 1967 al 1974
  • Nuovi saggi italiani dal 1968 al 1978
  • Scaffale alto dal 1968 al 1977
  • I Delfini d'argento dal 1969 al 1969
  • Documenti Bompiani di storia dal 1969 al 1970
  • Informazione sessuale dal 1971 al 1972
  • I Satelliti dal 1971 al 1974
  • I Delfini blu dal 1972 al 1975
  • Informazione storica dal 1972 al 1974
  • I Mutamenti dal 1973 al 1975
  • Ombre rosse dal 1973 al 1974
  • I Piccoli delfini dal 1973 al 1974
  • Album Mafalda dal 1974 al 1974
  • I Delfini nuova serie dal 1974 al 1977
  • Nuova Corona dal 1974 al 1996
  • Opere complete di Alberto Moravia dal 1974 al 1976
  • Saggi dal 1974 al 1983
  • Studi Bompiani dal 1974
  • Tascabili Bompiani dal 1976 al 1995
  • Tascabili Bompiani - Opere di Cronin dal 1978 al 1981
  • Tascabili ragazzi dal 1978 al 1981
  • Nuovo Portico dal 1979 al 1997
  • Opere di Alberto Moravia dal 1980 al 1987
  • Opere di Vitaliano Brancati dal 1980 al 1982
  • Saggistica dal 1980
  • I Grandi tascabili dal 1981 al 1998
  • Ritratti dal 1981 al 1983
  • Biografie dal 1983
  • Popoli e civiltà dal 1983 al 1989
  • Storica dal 1983 al 1995
  • Tascabili classici dal 1983 al 1994
  • Saggi aperti dal 1984 al 1985
  • La Fotografia vista da, dal 1985 al 1989
  • Strumenti dal 1985
  • Cataloghi dal 1986
  • Classici Bompiani dal 1986 al 1998
  • Manuali del successo dal 1986 al 1996
  • Varia dal 1986 al 1998
  • Frontiere della scienza dal 1987 al 1989
  • Opere di Enzo Paci dal 1988 al 1994
  • Le Finestre dal 1989 al 1997
  • Dizionari tascabili dal 1990 al 1995
  • Illustrati dal 1990
  • Dizionario dei monumenti italiani dal 1991 al 1991
  • Saggi tascabili dal 1991 al 1999
  • Bompiani noir dal 1992 al 1994
  • Storia paperback dal 1992 al 1999
  • Cinema dal 1993 al 1998
  • Le Giraffe dal 1993 al 1994
  • I Delfini Bompiani dal 1994 al 1998
  • Dibattiti dal 1994 al 1996
  • I Libri di Panta dal 1995 al 1995
  • Gli Squali dal 1995 al 1996
  • Tascabili Bompiani. I Delfini classici dal 1995 al 1998
  • asSaggi dal 1996
  • Conchiglie Bompiani dal 1996 al 1996
  • I Girini Bompiani dal 1996 al 1998
  • pasSaggi dal 1996
  • Antiche civiltà dal 1997 al 1998
  • Nuova Corona N.F. dal 1997 al 1997
  • Saggi-manuali ragazzi dal 1997 al 1998
  • La Scuola dell'orrore dal 1997 al 1997
  • Superdelfini del mese dal 1997 al 1998
  • Le Chiavi dal 1998
  • inVersi dal 1998 (con allegato un CD audio)
  • Voci nel tempo dal 1998 al 1999
  • Buchi neri dal 1999 al 1999
  • Le Chiavi d'oro dal 1999
  • Contrasti dal 1999 al 1999
  • Grandi passaggi dal 1999
  • Overlook dal 1999
  • Tascabili Bompiani (2ª serie) dal 1999
  • Tascabili ragazzi spinoff dal 1999 al 1999
  • Tascabili saggi dal 1999
  • Tascabili spinoff dal 1999 al 1999
  • Il pensiero occidentale dal 2000
  • Testi a fronte dal 2000
  • I libri di Tolkien dal 2001
  • Enciclopedia filosofica dal 2006 al 2006

Fonte: Catalogo generale Bompiani 1929-1999.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]