Bismarck du Plessis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bismarck du Plessis
Bismarck du Plessis cropped.jpg
du Plessis nel 2009
Dati biografici
Paese Sudafrica Sudafrica
Altezza 188 cm
Peso 111 kg
Familiari Jannie du Plessis (fratello)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Tallonatore
Squadra Montpellier
Carriera
Attività provinciale
2004-14 Natal Sharks 42 (60)
Attività di club¹
2015- Montpellier 49 (105)
Attività in franchise
2005-15 Sharks 131 (100)
Attività da giocatore internazionale
2007- Sudafrica Sudafrica 79 (55)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2007
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2015

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 2 settembre 2018

Bismarck Wilhelm du Plessis (Bethlehem, 22 maggio 1984) è un rugbista a 15 sudafricano, dal 2015 tallonatore del Montpellier, campione del mondo nel 2007 con gli Springbok.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente dal Grey College di Bloemfontein come suo fratello maggiore Jannie, Bismarck du Plessis esordì negli Sharks da professionista nel Super 12 2005[1]; nella stessa stagione esordì anche nella squadra provinciale, i Natal Sharks, che disputano la Currie Cup, della quale si laureò campione nel 2008.

Esordì in Nazionale sudafricana nel corso del Tri Nations 2007 contro l'Australia; inizialmente fuori dalla rosa dei convocati alla successiva Coppa del Mondo in Francia, fu chiamato in squadra a causa dell'infortunio occorso a Pierre Spies[2] e scese in campo in cinque occasioni, compresa la finale vinta contro l'Inghilterra grazie alla quale gli Springbok si laurearono campioni del mondo.

Nel corso del Tri Nations 2008 incorse nella prima squalifica della sua carriera, per essere entrato a contatto degli occhi di un avversario, il tallonatore neozelandese Thompson: la commissione disciplinare riconobbe la non volontarietà del gesto (un pugno sullo zigomo di Thompson), ma ne sanzionò la pericolosità con tre settimane di sospensione[3], invece che con una squalifica variabile da tre a sei mesi per un gesto deliberato.

Vanta anche un invito, nel 2009, da parte dei Barbarians per l'incontro di fine tour della Nuova Zelanda[4].

A giugno 2015, insieme a suo fratello, fu ingaggiato in Francia per tre anni al Montpellier[5]; prese successivamente parte alla Coppa del Mondo di rugby 2015 in cui il Sudafrica giunse terzo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Sharks : Bismarck du Plessis, su sharksrugby.co.za. URL consultato il 30 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2009).
  2. ^ (EN) Du Plessis replaces injured Spies, in BBC, 31 luglio 2007. URL consultato il 30 marzo 2011.
  3. ^ (EN) Du Plessis hit by three-week ban, in BBC, 13 luglio 2008. URL consultato il 30 marzo 2011.
  4. ^ (EN) Barbarians 25-18 New Zealand, in BBC, 5 dicembre 2009. URL consultato il 30 marzo 2011.
  5. ^ (FR) Victor Daguin, Top 14 - MHR. Bismark et Jannie du Plessis finalement contraints de venir à Montpellier, in Le rugbynistère, 17 giugno 2015. URL consultato l'11 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]