Morné Steyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morné Steyn
Morné Steyn.jpg
Dati biografici
Paese Sudafrica Sudafrica
Altezza 184 cm
Peso 90 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Mediano d'apertura
Squadra Stade français
Carriera
Attività provinciale
2004-12 Blue Bulls 64 (667)
Attività di club¹
2013- Stade français 35 (215)
Attività in franchise
2006-13 Bulls 123 (1 449)
Attività da giocatore internazionale
2009- Sudafrica Sudafrica 60 (694)
Palmarès internazionale
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2015

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 25 gennaio 2016

Morné Steyn (Città del Capo, 11 luglio 1984) è un rugbista a 15 sudafricano, mediano d'apertura dello Stade français.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Benché nativo di Città del Capo iniziò la sua carriera professionistica nei Blue Bulls di Pretoria con cui si aggiudicò nel 2003 e 2004 due edizioni consecutive della Currie Cup, per poi debuttare in Super Rugby con i Bulls nel 2006, anno in cui vinse una terza Currie Cup; l'anno successivo vinse anche il titolo Sanzar, bissato nel 2009 quando mise nel palmarès, contemporaneamente, anche la sua quarta Currie Cup[1].

Il Super 14 2009 fu vinto anche con il primato personale di Steyn per punti marcati nella competizione[2], ripetendo l'impresa anche nel 2010[2] e imponendosi come il sudafricano con il maggior numero di punti marcati nel Super Rugby[2].

Esordiente nel Sudafrica in occasione del tour dei British Lions del 2009, prese successivamente parte alla Coppa del Mondo di rugby 2011 e rimase titolare fisso fino al ballottaggio con Handré Pollard[3]; purtuttavia è divenuto il secondo miglior marcatore, al 2015, del Sudafrica con 694 punti, superato solo da Percy Montgomery[3]. Alla Coppa del Mondo di rugby 2015 si è classificato al terzo posto con la sua Nazionale.

Dal 2013 Steyn milita con un contratto triennale a Parigi nello Stade français[4], formazione con cui si è laureato campione nazionale nel 2015.

Steyn vanta anche un invito nei Barbarians nel 2009, in occasione della seconda vittoria di sempre della squadra inglese contro la Nuova Zelanda[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Cheetahs and Bulls share the Currie Cup, in Independent On Line, 14 ottobre 2006. URL consultato il 23 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2016).
  2. ^ a b c (EN) Morne Steyn eyeing Super 14 record, in Mail & Guardian, 21 aprile 2010. URL consultato il 23 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2016).
  3. ^ a b (EN) Vata Ngobeni, Morné Steyn a must – Naas, in Independent On Line, 30 luglio 2015. URL consultato il 23 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2016).
  4. ^ (EN) Morné Steyn to join Stade Français, in Reuters, 7 maggio 2013. URL consultato il 23 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2016).
  5. ^ (EN) Barbarians 25-18 New Zealand, in BBC, 5 dicembre 2009. URL consultato il 23 febbraio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]