.5: The Gray Chapter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
.5: The Gray Chapter
ArtistaSlipknot
Tipo albumStudio
Pubblicazione17 ottobre 2014
(vedi date di pubblicazione)
Durata63:51
Dischi1
Tracce14
GenereNu metal[1]
Alternative metal
Rap metal
EtichettaRoadrunner
ProduttoreSlipknot, Greg Fidelman
Registrazione1º marzo–28 luglio 2014
Sunset Sound Studios e Sound Factory Recording Studio, Hollywood (California)
Westlake Studio, Los Angeles
garage di Jim Root
FormatiCD, 2 CD, 2 LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[2]
(vendite: 35 000+)
Austria Austria[3]
(vendite: 7 500+)
Canada Canada[4]
(vendite: 40 000+)
Germania Germania[5]
(vendite: 100 000+)
Regno Unito Regno Unito[6]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[7]
(vendite: 500 000+)
Slipknot - cronologia
Album precedente
(2012)
Singoli
  1. The Negative One
    Pubblicato: 5 agosto 2014
  2. The Devil in I
    Pubblicato: 25 agosto 2014
  3. Custer
    Pubblicato: 10 ottobre 2014
  4. Killpop
    Pubblicato: 28 aprile 2015
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[8] 4/5 stelle
The Guardian[9] 4/5 stelle

.5: The Gray Chapter è il quinto album in studio del gruppo musicale statunitense Slipknot, pubblicato il 21 ottobre 2014 dalla Roadrunner Records.[10]

Si tratta del primo album in studio inciso dal gruppo senza il bassista Paul Gray, deceduto nel 2010 e al quale è dedicato l'album,[11] e senza il batterista Joey Jordison, che ha lasciato il gruppo nel 2013.[10]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il processo di registrazione per il seguito di All Hope Is Gone, pubblicato nel 2008, è iniziato nel tardo 2013. Il chitarrista Jim Root si è tirato fuori dal tour 2014 del suo altro gruppo, gli Stone Sour (di cui è membro anche il cantante Corey Taylor), per dedicarsi a tempo pieno alla composizione del materiale per il quinto album degli Slipknot.[12] Nel mese di novembre 2013 Taylor ha rivelato che il quinto album sarebbe stato qualcosa di molto pesante:[13]

«Stiamo lavorando insieme su alcune demo e speriamo di entrare in studio nell'estate del prossimo anno. [...] È molto heavy. Voglio dire, solo in base al materiale a cui ho lavorato con Joey e onestamente sembra un incrocio tra Vol. 3: (The Subliminal Verses) e Iowa. È veramente oscuro, ma c'è un po' di materiale esoterico, molta melodia buona senza portare via dalla pesantezza.»

Il 12 dicembre 2013 gli Slipknot hanno annunciato attraverso il sito ufficiale che Jordison ha deciso di separarsi dal gruppo per motivi personali:[14]

«È con grande dolore e dovuto rispetto che, per motivi personali, Joey Jordison e gli Slipknot proseguiranno su strade diverse. Auguriamo a Joey il meglio per ciò che gli riserverà il futuro. Comprendiamo che molti di voi vorranno sapere come e quando questo è accaduto e faremo il possibile per rispondere a queste domande in futuro. L'amore per voi e per la nostra musica ci spinge a continuare e andare avanti con i piani per la pubblicazione di nuovo materiale il prossimo anno. Speriamo possiate comprendere questo e apprezziamo il vostro continuo supporto mentre pianifichiamo la prossima fase del futuro degli Slipknot.»

Taylor ha inoltre affermato che Jordison non sarebbe apparso nel nuovo album, dal momento che non ha partecipato alla composizione dei brani prima della sua dipartita[15] a causa dei suoi impegni nel progetto parallelo Scar the Martyr. Gli Slipknot hanno deciso di continuare con i piani di registrazione del quinto album nonostante l'assenza di Jordison.[16][17] Le parti di batteria sono state pertanto registrate da Jay Weinberg, il cui nome inizialmente fu tenuto all'oscuro da parte del gruppo,[18] mentre quelle di basso sono state divise tra Root, l'altro chitarrista Mick Thomson, Donnie Steele (bassista originario degli Slipknot agli esordi) e Alessandro Venturella.[18][19]

A partire dal 27 febbraio 2014 gli Slipknot hanno oscurato il proprio sito ufficiale,[20] proseguendo nel frattempo alle lavorazioni sul quinto album.[21] Il 3 luglio Corey Taylor ha annunciato che l'album è stato quasi completato:[22]

«L'album è finito. Oh sì. Direi al 98 per cento. Sono sul punto di andare in studio a dargli un ascolto, vedere se c'è qualcosa che dobbiamo ritoccare. Però si, è davvero vicino.»

Tematiche e stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Come lasciato intendere dal titolo, .5: The Gray Chapter è dedicato alla memoria del bassista Paul Gray.[11] In merito a ciò, Corey Taylor ha raccontato:[11]

«Il nuovo album è certamente dedicato alla memoria di Paul Gray. Ci sono una manciata di brani riguardanti lui e altri che narrano delle emozioni e dei drammi che il gruppo ha dovuto affrontare negli ultimi quattro anni. Molta gente non sa come ci si sente, non comprendono. E specialmente per me, come compositore dei testi, è stata una grande soddisfazione poter raccontare questa storia nel modo più onesto e allo stesso tempo il più oscuro possibile.»

Il frontman ha inoltre spiegato la direzione musicale dell'album, descritta come un incrocio tra le sonorità di Iowa (2001) e quelle di Vol. 3: (The Subliminal Verses) (2004).[23] In un'intervista con Pop Culture Madness, Taylor ha aggiunto che .5: The Gray Chapter contiene "melodie bellissime" e una direzione artistica come quella di Vol. 3: (The Subliminal Verses), ma conserva ancora la "brutalità" dell'era di Iowa.[24]

Pubblicazione e promozione[modifica | modifica wikitesto]

.5: The Gray Chapter è stato pubblicato il 21 ottobre 2014 dalla Roadrunner Records[10] in svariati formati: CD, doppio vinile, download digitale e Deluxe. Quest'ultima versione, a differenza delle altre, è caratterizzata dall'aggiunta delle bonus track Override e The Burden.[25]

L'album è stato anticipato dalla pubblicazione dei singoli The Negative One e The Devil in I, rispettivamente pubblicati per il download digitale il 5 agosto[26] e il 24 agosto.[27] Quest'ultimo singolo è stato reso disponibile anche in formato CD il 7 ottobre esclusivamente per Best Buy.[28] Il 10 ottobre gli Slipknot hanno reso disponibile per l'ascolto il terzo singolo Custer attraverso il proprio canale YouTube,[29] mentre tra il 13 e il 17 dello stesso mese sono stati resi disponibili per l'ascolto i brani XIX,[30] Sarcastrophe,[31] AOV,[32] Killpop[33] e Skeptic.[34]

A inizio ottobre 2015 il gruppo ha reso disponibile il videoclip di XIX, diretto dal percussionista Shawn Crahan.[35]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche degli Slipknot.

  1. XIX – 3:10
  2. Sarcastrophe – 5:06
  3. AOV – 5:32
  4. The Devil in I – 5:42
  5. Killpop – 3:45
  6. Skeptic – 4:46
  7. Lech – 4:50
  8. Goodbye – 4:35
  9. Nomadic – 4:18
  10. The One That Kills the Least – 4:11
  11. Custer – 4:14
  12. Be Prepared for Hell – 1:57
  13. The Negative One – 5:25
  14. If Rain Is What You Want – 6:20
Tracce bonus nella versione digitale
  1. Override – 5:37
  2. The Burden – 5:23
CD bonus nella versione Deluxe
  1. Override – 5:37
  2. The Burden – 5:23
  3. Untitled – 2:00 – traccia fantasma
  4. Untitled – 6:20 – traccia fantasma
  5. Untitled – 1:29 – traccia fantasma

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
Produzione
  • Slipknotproduzione
  • Greg Fidelman – produzione, missaggio (tracce 1 e 12)
  • Joe Barresi – missaggio (eccetto tracce 1 e 12)
  • Jim Monti – registrazione
  • Greg Gordon – registrazione
  • Sara Lyn Killion – registrazione
  • Geoff Neal – assistenza tecnica
  • Chris Claypool – assistenza tecnica
  • Marcus Johnson – assistenza tecnica
  • Evin O'Cleary – assistenza tecnica
  • Dan Monti – montaggio
  • Lindsay Chase – coordinazione alla produzione
  • Vlado Meller – mastering

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2014) Posizione
massima
Australia[36] 1
Austria[36] 2
Belgio (Fiandre)[36] 12
Belgio (Vallonia)[36] 13
Canada[37] 1
Danimarca[36] 5
Finlandia[36] 4
Francia[36] 8
Germania[36] 2
Italia[36] 6
Norvegia[36] 4
Nuova Zelanda[36] 2
Paesi Bassi[36] 13
Portogallo[36] 9
Regno Unito[38] 2
Regno Unito (download)[39] 2
Regno Unito (physical)[40] 4
Regno Unito (rock & metal)[41] 1
Scozia[42] 3
Spagna[36] 17
Stati Uniti[43] 1
Stati Uniti (digital)[44] 1
Stati Uniti (hard rock)[45] 1
Stati Uniti (rock)[46] 1
Stati Uniti (tastemaker)[47] 1
Svezia[36] 3
Svizzera[36] 1

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Paese Data di pubblicazione Formati
Europa 17 ottobre 2014 CD, 2 CD, 2 LP
20 ottobre 2014 Download digitale
Stati Uniti d'America 21 ottobre 2014 CD, 2 CD, 2 LP
download digitale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Anurag Tagat, Slipknot - .5: The Gray Chapter, The Hindu, 18 novembre 2014. URL consultato il 21 maggio 2019.
  2. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2015 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 10 giugno 2015.
  3. ^ (DE) Slipknot, .5: The Gray Chapter – Gold & Platin, IFPI Austria. URL consultato il 13 maggio 2015.
  4. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  5. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 2 luglio 2016.
  6. ^ (EN) Slipknot, 5 - The Gray Chapter, British Phonographic Industry. URL consultato il 15 ottobre 2016.
  7. ^ (EN) Slipknot, .5: The Gray Chapter – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 4 settembre 2016.
  8. ^ (EN) .5: The Gray Chapter, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 1º aprile 2015.
  9. ^ (EN) Dom Lawson, Slipknot:.5: The Gray Chapter review – Iowan rockers' suitably unhinged return, The Guardian, 16 ottobre 2015. URL consultato il 1º aprile 2015.
  10. ^ a b c (EN) SLIPKNOT To Release '.5: The Gray Chapter' In October, Blabbermouth.net, 25 agosto 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  11. ^ a b c (EN) Slipknot: Corey Taylor, "The new album is dedicated to the memory of Paul Gray and...", MetalRockNews, 9 settembre 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  12. ^ (EN) Robert Pasbani, SLIPKNOT So Serious About Writing New Music That Guitarist Jim Root Is Sitting Out The Next STONE SOUR Tour, MetalInjection, 4 dicembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2014.
  13. ^ (EN) Slipknot: "The New Stuff Is Very Heavy!", Metal Hammer, 11 novembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2014).
  14. ^ (EN) Robert Pasbani, SLIPKNOT Part Ways with Drummer Joey Jordison, MetalInjection, 13 dicembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2014.
  15. ^ (EN) Graham Hartmann, Corey Taylor Gives First Interview Following Joey Jordinson's Departure From Slipknot, Loudwire, 13 dicembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2014.
  16. ^ (EN) Kevin Rutherford, Slipknot, Drummer Joey Jordison Part Ways, Billboard, 13 dicembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2014.
  17. ^ (EN) Drummer Joey Jordison leaves Slipknot, New Musical Express, 13 dicembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2014.
  18. ^ a b c d e f (EN) SLIPKNOT's JIM ROOT: 'I Think We're Always Going To Deny Who' New Drummer Is, Blabbermouth.net, 8 ottobre 2014. URL consultato il 9 ottobre 2014.
  19. ^ (EN) Steven Rosen, Jim Root: 'Seems Like Stone Sour Can't Even Write a New Record. They Lost a Good Writer', su ultimate-guitar.com, 13 maggio 2015. URL consultato il 24 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2015).
  20. ^ (EN) Slipknot baffle fans with blackout, Hollywood.com, 28 febbraio 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  21. ^ (EN) Slipknot's Website Goes "Dark" As The Band Prepare To Enter The Studio, The PRP, 27 febbraio 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  22. ^ (EN) Full Metal Jackie, Corey Taylor: New Slipknot Album '98 Percent Done', Loudwire, 3 luglio 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  23. ^ (EN) Greg Kennelty, SLIPKNOT Frontman Says New Material Is "Really Dark," Will Be A Mix of Iowa & Vol. 3, MetalInjection, 21 ottobre 2013. URL consultato il 10 settembre 2014.
  24. ^ (EN) Graham Hartmann, Corey Taylor on New Slipknot Album: 'People Are Gonna Lose Their Minds When They Hear It', Loudwire, 23 maggio 2014. URL consultato il 10 settembre 2014.
  25. ^ .5: The Gray Chapter (Special Edition), iTunes. URL consultato il 10 settembre 2014.
  26. ^ The Negative One - Single, iTunes. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  27. ^ The Devil In I, Google Play. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  28. ^ (EN) Devil In I [Only @ Best Buy] [Single] - CD-Single, Best Buy. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  29. ^ Filmato audio Slipknot, Slipknot - Custer (Audio), su YouTube, 10 ottobre 2014. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  30. ^ Filmato audio Slipknot, Slipknot - XIX (Audio), su YouTube, 14 ottobre 2014. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  31. ^ Filmato audio Slipknot, Slipknot - Sarcastrophe (Audio), su YouTube, 14 ottobre 2014. URL consultato il 15 ottobre 2014.
  32. ^ Filmato audio Slipknot, Slipknot - AOV (Audio), su YouTube, 15 ottobre 2014. URL consultato il 16 ottobre 2014.
  33. ^ Filmato audio Slipknot, Slipknot - Killpop (Audio), su YouTube, 17 ottobre 2014. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  34. ^ Filmato audio Slipknot, Slipknot - Skeptic (Audio), su YouTube, 17 ottobre 2014. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  35. ^ (EN) Guarda il nuovo video degli Slipknot, "XIX", Rolling Stone Italia, 6 ottobre 2015. URL consultato il 7 ottobre 2015.
  36. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (NL) Slipknot - .5: The Gray Chapter, Ultratop. URL consultato il 13 novembre 2014.
  37. ^ (EN) Slipknot - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 13 novembre 2014.
  38. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 26 October 2014 - 01 November 2014, Official Charts Company. URL consultato il 13 novembre 2014.
  39. ^ (EN) Official Album Downloads Chart Top 100: 26 October 2014 - 01 November 2014, Official Charts Company. URL consultato il 13 novembre 2014.
  40. ^ (EN) Official Physical Albums Chart Top 100: 26 October 2014 - 01 November 2014, Official Charts Company. URL consultato il 13 novembre 2014.
  41. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 26 October 2014 - 01 November 2014, Official Charts Company. URL consultato il 13 novembre 2014.
  42. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 26 October 2014 - 01 November 2014, Official Charts Company. URL consultato il 13 novembre 2014.
  43. ^ (EN) Slipknot - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 13 novembre 2014.
  44. ^ (EN) Slipknot - Chart history (Digital Albums), Billboard. URL consultato il 13 novembre 2014.
  45. ^ (EN) Slipknot - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato il 13 novembre 2014.
  46. ^ (EN) Slipknot - Chart history (Top Rock Albums), Billboard. URL consultato il 13 novembre 2014.
  47. ^ (EN) Slipknot - Chart history (Tastemaker Albums), Billboard. URL consultato il 13 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal