Čerkasy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Čerkasy (disambigua).
Čerkasy
comune
(UK) Черкаси
(RU) Черкассы
Čerkasy – Stemma Čerkasy – Bandiera
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Cherkasy Oblast.png Čerkasy
DistrettoNon presente
Amministrazione
SindacoZaikin Denys
Territorio
Coordinate49°22′N 32°04′E / 49.366667°N 32.066667°E49.366667; 32.066667 (Čerkasy)Coordinate: 49°22′N 32°04′E / 49.366667°N 32.066667°E49.366667; 32.066667 (Čerkasy)
Altitudine94 m s.l.m.
Superficie78 km²
Abitanti286 037 (2011)
Densità3 667,14 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale18000-499
Prefisso+380 472
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU7110100000
TargaCA
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Čerkasy
Čerkasy
Sito istituzionale

Čerkasy (in ucraino: Черкаси; in russo: Черкассы, Čerkassy) è una città situata nella parte centrale dell'Ucraina a circa 200 km a sud di Kiev, nell'Oblast' di Čerkasy e conta 290.700 abitanti (2007).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Čerkasy è situata sulla sponda destra del fiume Dnepr, che qui forma il bacino artificiale di Kremenčuk. La città occupa un'area di 69 km² ed è situata a 200 km a sud-est della capitale Kiev.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Čerkasy venne fondata attorno al 1286 nel territorio della Rus di Kiev. La prima menzione scritta di Čerkasy viene fatta infatti in un testo kievano, la Cronica di Gustynskiy del 1305, all'interno del quale vengono anche citate altre città quali Kiev, Kaniv, Zhytomyr e Ovruch. Con la conquista di Čerkasy da parte del Granducato di Lituania, l'importanza della città crebbe notevolmente. Situata infatti sulla frontiera orientale dello stato lituano, Čerkasy si dotò di un sistema di fortificazioni contro le scorrerie dei Tatari di Crimea diventando inoltre un'importante centro di riferimento per i cosacchi.

A seguito dell'Unione di Lublino Čerkasy divenne parte della Confederazione polacco-lituana. Il reggimento cittadino, istituito nel 1625, divenne uno dei più importanti dell'esercito polacco e, nel corso della rivolta guidata da Bogdan Chmel'nyc'kyj, operò sempre al fianco dei cosacchi. Ciò nonostante, con la firma della tregua di Andrusovo nel 1667, Čerkasy rimase sotto il dominio polacco-lituano. Nel 1793, con la seconda spartizione della Polonia Čerkasy entrò a far parte dell'Impero russo.

Nel corso del XIX secolo la città venne interessata da una rapida ascesa economica e cambiò volto. Vennero progettate strade larghe e perpendicolari, nuovi edifici in muratura furono costruiti dove sorgevano case in legno mentre l'arrivo della ferrovia favorì la nascita delle prime industrie. Dopo lo scoppio della rivoluzione d'Ottobre Čerkasy venne conquistata dai bolscevichi, tuttavia nel corso della successiva guerra civile russa, fu conquistata per ben diciotto volte da differenti eserciti.

Nel corso della seconda guerra mondiale Čerkasy venne bombardata dai tedeschi per la prima volta il 22 giugno 1941 e dopo due mesi venne conquistata. Fu liberata dai Sovietici il 14 dicembre 1943. Nel corso del conflitto subì innumerevoli danni e distruzioni. Nel 1954 divenne capoluogo del neonato Oblast' di Čerkasy. Nel corso degli anni sessanta Čerkasy divenne il più importante centro chimico dell'Ucraina sovitica.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Andamento demografico
1897 1910 1929 1939 1959 1970
29 600 39 600 39 500 51 600 85 000 158 000
1977 1979 1984 1990 2001 2007
229 000 230 000 267 000 297 000 295 414 290 700

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

È sede dell'importante Università nazionale Bohdan Chmel'nyc'kij (intitolata a Bohdan Chmel'nyc'kij) e dell'Università tecnologica statale di Čerkasy.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Čerkasy, in Enciclopedia Italiana, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Controllo di autoritàVIAF (EN136054391 · GND (DE4444389-4 · BNF (FRcb12526176p (data)
Ucraina Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ucraina