Luc'k

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luc'k
comune
Луцьк
Luc'k – Stemma Luc'k – Bandiera
Luc'k – Veduta
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Volyn flag.svg Volinia
DistrettoLuc'k
Amministrazione
SindacoMykola Romanyuk
Territorio
Coordinate50°45′N 25°20′E / 50.75°N 25.333333°E50.75; 25.333333 (Luc'k)
Altitudine174 m s.l.m.
Superficie41,61 km²
Abitanti217 315 (2020)
Densità5 222,66 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale43000-43499
Prefisso+380 332(2)
Fuso orarioUTC+2
Codice KOATUU0710100000
TargaAC e КС / 03
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Luc'k
Luc'k
Sito istituzionale

Luc'k (in ucraino: Луцьк?) è una città dell'Ucraina nordoccidentale, capoluogo dell'Oblast' di Volinia. È una delle città più antiche di questo paese. Il primo riferimento scritto su questa città risale al 1085.

Tra il 1921 e il 1939 è stata, con il nome polacco di Łuck, la capitale del Voivodato di Volinia nella Seconda Repubblica di Polonia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Luc'k è situata sulle rive del fiume Styr, a 420 km ad ovest della capitale ucraina Kiev.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome moderno di Luc'k deriva dai più antichi Лучеськ (Lučes'k) e Лоучеськ (Loučes'k). Un'unica opinione circa l'origine del nome non c'è, ma gli studiosi hanno discusso più volte sull'etimologia del termine. Ecco le ipotesi più famose:

  • il nome deriverebbe dalla parola лук, cioè колін, вигин ріки (antico slavo luka), in italiano "ansa del fiume", in quanto la città di Luc'k è situata sul fiume Styr.
  • un'altra leggenda narra che un capo della tribù slava-orientale dei Dulebi (in russo Дуле́бы, in ucraino Дуліби) abbia fondato questa città. Il nome del capo fu Луки (Luky) dal quale deriverebbe il nome Лучеськ (Lučes'k).
  • secondo un'altra ipotesi, il nome deriverebbe dai Luchanii (Luchans), un'antica tribù slava originata dai Dulebi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima della seconda guerra mondiale, Luc'k era uno dei centri principali della presenza ebraica nella Polonia orientale.

Durante la guerra polacco-bolscevica, il 16 maggio 1919 Lutsk fu conquistata dalle forze dell'Armata Blu polacca dopo una pesante battaglia con l'Armata Rossa. La città fu devastata e in gran parte spopolata. Ha assistito alla controffensiva sovietica del 1920 ed è stata presa il 12 luglio 1920. È stata riconquistata dal 45 ° reggimento di fucili della Polonia e dall'artiglieria da campo il 15 settembre 1920. Secondo il sociologo americano Alexander Gella "la vittoria polacca sull'Armata Rossa aveva ottenuto vent'anni di indipendenza non solo per la Polonia, ma almeno per l'intera parte centrale dell'Europa. Lutsk era parte integrale dalla nazione appena rinata della Polonia come capitale del Voivodato di Volinia.

La città era collegata tramite ferrovia a Leopoli (poi Lwów) e Przemyśl. Diverse fabbriche nuove di zecca furono costruite sia a Lutsk che nella sua periferia producendo attrezzature agricole, legno e prodotti in pelle tra gli altri beni di consumo. Apertura di nuovi mulini e birrerie. Fu costruito un orfanotrofio grazie a una donazione. Presto fu inaugurato il primo liceo. Nel 1937, a Łuck fu istituito un aeroporto con un'area di 69 ettari (170 acri). Il 13 ° reggimento di artiglieria leggera di Kresowy era di stanza in città, insieme a un battaglione di difesa nazionale di Lutsk (Polonia). Nel 1938 iniziò in città la costruzione di un grande trasmettitore radio moderno. Al 1 gennaio 1939 Lutsk contava 39.000 abitanti (circa 17.500 ebrei e 13.500 polacchi). Nell'area urbana della città c'erano 316.970 abitanti, di cui 59% ucraini, 19,5% polacchi, 14% ebrei e circa 23.000 cechi e tedeschi.

Giovedì 7 settembre 1939 alle 17:00, il governo polacco, che aveva lasciato Varsavia il giorno prima, arrivò in città. L'intelligence tedesca lo scoprì rapidamente e la città fu bombardata due volte dalla Luftwaffe: l'11 e il 14 settembre. Dopo che le unità panzer della Wehrmacht avevano attraversato il fiume Bug, il 14 settembre il governo della Polonia lasciò Łuck e si diresse verso sud, a Kosow Huculski, che a quel tempo si trovava vicino al confine polacco-rumeno.

Con l'occupazione tedesca nel 1941, i 19.000 ebrei che vi risiedevano furono confinati in un ghetto. Tra il 20 e il 23 agosto 1942 l'intera popolazione del ghetto fu trasportata su camion in una vicina foresta. Il massacro di Gurka Połonka fu uno dei maggiori eccidi perpetrati nel corso dell'Olocausto, coinvolgendo circa 26.500 vittime da Luc'k ed altri centri limitrofi.[1]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra principale della città è il Volyn'.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN134909633 · LCCN (ENn83205476 · GND (DE4450918-2 · BNF (FRcb155601696 (data) · BNE (ESXX5153030 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n83205476
Ucraina Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Ucraina