Álex Palou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Álex Palou
Alex Palou at Road America in 2021.png
Nazionalità Spagna Spagna
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria IndyCar Series, Formula 1
Ruolo Pilota (Indy), terzo pilota (F1)
Squadra Stati Uniti Chip Ganassi Racing (Indy)
Regno Unito McLaren (F1)
Carriera
Carriera nella IndyCar Series
Esordio 6 giugno 2020
Stagioni 2020-
Scuderie Stati Uniti Dale Coyne 2020
Stati Uniti Chip Ganassi 2021-
Miglior risultato finale (2021)
GP disputati 47
GP vinti 4
Podi 15
Pole position 2
Giri veloci 7
 

Álex Palou Montalbo (Sant Antoni de Vilamajor, 1º aprile 1997) è un pilota automobilistico spagnolo, inizia la sua carriera in monoposto grazie il supporto e l'aiuto di Adrián Campos, nel 2021 con il team Chip Ganassi Racing vince la stagione 2021 della Indycar.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Kart[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Sant Antoni de Vilamajor, Palou inizia la sua carriera sui kart nel 2005, arrivando a vincere il campionato spagnolo classe KF3 e WSK - Euro Series nel 2012[1].

Formule minori[modifica | modifica wikitesto]

Palou debutta nelle monoposto nel 2014, gareggiando nel campionato Euroformula Open e nella F3 spagnola con il team del ex pilota di Formula 1 Adrián Campos, la Campos Racing, vincendo rispettivamente 3 gare nel Campionato Euroformula e una nella F3, finendo rispettivamente al terzo e secondo posto in classifica generale.

Formula 3 e Formula 2[modifica | modifica wikitesto]

Álex Palou nel 2018 con il team Hitech Grand Prix

Nella successiva stagione 2015 Palou debutta nella GP3 Series con il team Campos.[2] Nella sua prima stagione nella categoria ottiene una vittoria nella gara sprint di Yas Marina, ultima gara della stagione, e si classifica al decimo posto in classifica generale. Nella stagione successiva prosegue nella categoria con lo stesso team.[3] Si rivela essere una stagione peggiore della precedente in cui raccoglie solo 22 punti e termina la stagione al 15º posto.

Nel 2017 corre nella F3 giapponese e conquista 3 vittorie e il terzo posto in campionato. Corre con la licenza giapponese,[4] necessaria per correre nella categoria.

Nella stagione 2018 partecipa al campionato di F3 europea con il team Hitech Grand Prix.[5] Ottiene 7 podi, di cui 3 secondi e 4 terzi posti, e termina settimo nella classifica generale.

Nella stessa stagione Palou partecipa agli ultimi due appuntamenti della stagione di Formula 2 con il team Campos.[6] Si fa subito notare con due piazzamenti a punti nelle gare di Jerez, ma non viene confermato per la stagione successiva.

Super Formula e Super GT[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2019 Palou torna a correre in Giappone, due anni prima aveva partecipato alla F3 giapponese. Lo spagnolo disputa il Super GT nella classe GT300 con il team McLaren Customer Racing Japan insieme al vincitore della 24 Ore di Le Mans, Seiji Ara, mentre con il team Nakajima Racing corre nella Super Formula. Nella serie in monoposto vince la gara al Fuji ed chiude terzo in campionato.

IndyCar[modifica | modifica wikitesto]

2020: Esordio in Indy e il primo podio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: IndyCar Series 2020.

Nel 2020 viene ingaggiato dal team Dale Coyne Racing motorizzato Honda per la sua prima stagione in IndyCar[7]. Nella sua prima stagione conquista anche un podio a Road America, conclude sedicesimo in classifica generale e secondo tra i rookie dietro a Rinus VeeKay.

2021: Primo titolo con Chip Ganassi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: IndyCar Series 2021.

Il 29 ottobre viene annunciato il suo passaggio al team Chip Ganassi Racing sempre motorizzato Honda, dove trova come compagni di team Scott Dixon, sei volte campione in Indy, e Marcus Ericsson, ex pilota di Formula 1.[8] L'esordio con il nuovo team al Barber Motorsports Park è perfetto, Palou vince la sua prima gara nella categoria davanti all'esperto Will Power[9]. Dopo aver conquistato un terzo posto dietro a Rinus VeeKay e Romain Grosjean all'Indianapolis GP e il secondo posto nella prestigiosa 500 Miglia di Indianapolis conquista la sua seconda vittoria sul tracciato di Road America conquistando la testa della classifica generale[10]. Nel Circuito di Mid-Ohio arriva terzo, mentre a Portland arriva la sua terza vittoria stagionale davanti a Alexander Rossi[11]. Grazie al quarto posto nell'ultima gara stagionale a Long Beach Palou si laurea campione per la prima volta nella serie americana[12].

2022: Difesa del titolo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: IndyCar Series 2022.

Nel 2022 Palou cerca di difendere il suo titolo sempre con Chip Ganassi Racing, nella prima gara a St. Petersburg chiude secondo lottando per la vittoria fino al ultimo giro con Scott McLaughlin[13]. In Texas chiude settimo e ad Long Beach torna a podio chiudendo terzo dietro a Josef Newgarden e Romain Grosjean[14]. Al Barber Motorsports Park chiude secondo dietro la Arrow McLaren SP di Patricio O'Ward[15]. Il suo quarto podio stagionale arriva al Mid-Ohio arrivando secondo dietro ancora a Scott McLaughlin.

Nel luglio del 2022 il team Chip Ganassi Racing conferma Palou per la stagione 2023, ma lo stesso pilota annuncia che a fine anno lascerà il team per passare alla Arrow McLaren SP[16]. A fine stagione Palou raggiunge un nuovo accordo con Chip Ganassi, confermando che correrà per loro nella stagione 2023[17].

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Nell'autunno del 2022 Palou ha annunciato che nel corso dell'anno avrebbe preso parte a dei test di Formula 1 con McLaren[18][19]. Il pilota spagnolo ha esordito nelle prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti d'America con la McLaren MCL36 al posto di Lando Norris[20].

Per la stagione 2023 Palou diventa terzo pilota del team di Woking[21].

IMSA e 24 Ore di Daytona[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2022 Palou partecipa alla 24 Ore di Daytona nella classe DPi con il team Cadillac Chip Ganassi Racing, si dividerà la Cadillac DPi-V.R con Renger van der Zande, il seivolte campione IndyCar Scott Dixon e l'ex pilota di Formula 1, Sébastien Bourdais[22].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Riassunto della carriera[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Campionato Team Gare Vittorie Pole Gpv Podi Punti Pos.
2014 Euroformula Open Campos Racing 16 3 3 4 11 242
F3 spagnola 6 1 1 1 5 105
Gran Premio di Macao Fortec Motorsports 1 0 0 0 0 N.A. 16º
F4 inglese Sean Walkinshaw Racing 3 0 0 0 0 48 23º
2015 GP3 Series Campos Racing 18 1 0 1 1 51 10º
2016 GP3 Series Campos Racing 18 0 0 0 1 22 15º
2017 F3 giapponese Threebond with Drago Corse 20 3 5 3 10 102
Formula V8 3.5 Teo Martín Motorsport 6 1 3 1 3 68 10º
Formula 2 Campos Racing 4 0 0 0 0 5 21º
2018 F3 europea Hitech 30 0 0 2 7 204
2019 Super GT - GT300 McLaren Customer Racing Japan 7 0 1 0 1 20 15°
Super Formula TCS Nakajima Racing 7 1 3 2 1 26
2020 IndyCar Series Dale Coyne Racing 14 0 0 1 1 238 16°
2021 IndyCar Series Chip Ganassi Racing 16 3 2 3 8 549
2022 IndyCar Series Chip Ganassi Racing 17 1 0 3 6 510

Risultati in GP3 Series[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 Pos Punti
2015 Campos Racing CAT
FEA

12
CAT
SPR

20
RBR
FEA

14
RBR
SPR

Rit
SIL
FEA

Rit
SIL
SPR

13
HUN
FEA

19
HUN
SPR

18
SPA
FEA

7
SPA
SPR

5
MNZ
FEA

7
MNZ
SPR

10
SOC
FEA

4
SOC
SPR

9
BHR
FEA

Rit
BHR
SPR

10
YMC
FEA

8
YMC
SPR

1
10º 51
2016 Campos Racing CAT
FEA

19
CAT
SPR

14
RBR
FEA

16
RBR
SPR

11
SIL
FEA

10
SIL
SPR

2
HUN
FEA

11
HUN
SPR

14
HOC
FEA

16
HOC
SPR

19†
SPA
FEA

13
SPA
SPR

11
MNZ
FEA

11
MNZ
SPR

7
SEP
FEA

14
SEP
SPR

19
YMC
FEA

10
YMC
SPR

5
15º 22

Non ha terminato la gara, ma è stato ugualmente classificato avendo completato il 90% della distanza di gara.

Risultati in Formula 2[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 Punti Pos.
2017 Spagna Campos Racing BAH
Bahrein
CAT
Spagna
MON
Monaco
BAK
Azerbaigian
RBR
Austria
SIL
Regno Unito
HUN
Ungheria
SPA
Belgio
MNZ
Italia
JER
Spagna
YMC
Emirati Arabi Uniti
5 21º
8 8 12 12

Risultati in Super Formula[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Le gare in corsivo indicano Gpv)

Year Entrant 1 2 3 4 5 6 7 Punti Pos.
2019 TCS Nakajima Racing SUZ
Rit
AUT
6
SUG
13
FUJ
1
MOT
4
OKA
4
SUZ
19
26

Risultati in IndyCar Series[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 Punti Posizione
2020 Dale Coyne Racing w/ Team Goh Dallara DW12 Honda TXS
23
IMS
19
ROA
3
ROA
7
IOW
11
IOW
14
INDY
28
GTW
15
GTW
12
MDO
12
MDO
23
IMS
17
IMS
9
STP
13
238 16°
2021 Chip Ganassi Racing ALA
1
STP
17
TXS
4
TXS
7
IMS
3
INDY
2
DET
15
DET
3
ROA
1
MDO
3
NSH
7
IMS
27
GTW
20
POR
1
LAG
2
LBH
4
549
2022 STP
2
TXS
7
LBH
3
ALA
2
IMS
18
INDY
9
DET
6
ROA
27
MDO
2
TOR
6
IOW
6
IOW
13
IMS
10
NSH
3
MAD
9
POR
12
LAG
1
510

* Stagione in corso.

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

2022 Scuderia Vettura Flag of Bahrain.svg Flag of Saudi Arabia.svg Flag of Australia.svg Flag of Emilia-Romagna (de facto).svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Canada.svg Flag of the United Kingdom (3-5).svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
McLaren MCL36 SP
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Apice – Risultato Sprint
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alex Palou Racing Career profile, su driverdb.com. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  2. ^ Palou ed Ashkanani primi due piloti di Campos, su it.motorsport.com, 12 febbraio 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  3. ^ Palou, Tereschenko e Schothorst in GP3 con Campos, su it.motorsport.com, 21 gennaio 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  4. ^ Alex Palou: Japanese a weekend to debut in Jerez, su lalasport.com, 7 ottobre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  5. ^ Hitech GP annuncia Alex Palou per il 2018, su motorsportitalia.net, 5 gennaio 2018. URL consultato il 22 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 22 settembre 2018).
  6. ^ Alex Palou prende il posto di Visoiu nelle ultime due tappe stagionali di F2, su motorsportitalia.net, 4 ottobre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  7. ^ Alex Palou joins Dale Coyne Racing with Team Goh for 2020 IndyCar Season, in Dalecoyneracing.com, Dale Coyne Racing, 19 dicembre 2019.
  8. ^ David Malsher-López, Chip Ganassi Racing expands to four cars for 2021 IndyCar season with Palou, in Autosport, Motorsport Network, 29 ottobre 2020. URL consultato il 29 ottobre 2020.
  9. ^ Barber, gara Palou sale in cattedra, su italiaracing.net, 18 aprile 2021. URL consultato il 19 aprile 2021.
  10. ^ Marco Cortesi, Road America, gara Newgarden KO, Palou raccoglie, su italiaracing.net, 20 giugno 2021. URL consultato il 22 giugno 2021.
  11. ^ Portland, garaPalou micidiale ribalta la classifica, su italiaracing.net, 13 settembre 2021. URL consultato il 13 settembre 2021.
  12. ^ Jake Boxall-Legge, IndyCar: Herta vince a Long Beach, Palou conquista il titolo, su it.motorsport.com, 27 settembre 2021. URL consultato il 27 settembre 2021.
  13. ^ Andrea Gardenal, GP St. Petersburg 2022, Gara: Assolo di McLaughlin che precede Palou e Power, su p300.it, 27 febbraio 2022. URL consultato il 28 febbraio 2022.
  14. ^ Marco Colletta, GP Long Beach 2022: Newgarden vince una gara tiratissima davanti a Grosjean e Palou. Male McLaughlin Indycar, su p300.it, 11 aprile 2022. URL consultato l'11 aprile 2022.
  15. ^ Marco Cortesi, Barber - GaraO'Ward torna alla vittoria, su italiaracing.net, 1º maggio 2022. URL consultato il 2 maggio 2022.
  16. ^ David Malsher, Palou lascia Ganassi ed approda in McLaren nel 2023, su it.motorsport.com, 13 luglio 2022. URL consultato il 13 luglio 2022.
  17. ^ (EN) Kevin Dejewski, Risolta la controversia contrattuale di Palou, rimarrà con Ganassi, su www.motorsportweek.com, 14 settembre 2022. URL consultato il 14 settembre 2022.
  18. ^ (ES) Carmen Ruiz, Álex Palou solo pilotará el McLaren de F1, su as.com, 14 settembre 2022. URL consultato il 14 settembre 2022.
  19. ^ Jose Carlos de Celis, Alex Palou ha debuttato sulla McLaren a Barcellona, su it.motorsport.com, 15 settembre 2022. URL consultato il 15 settembre 2022.
  20. ^ Roberto Chinchero, McLaren: Palou ad Austin e O’Ward ad Abu Dhabi in FP1, su it.motorsport.com, 14 ottobre 2022. URL consultato il 14 ottobre 2022.
  21. ^ (EN) Giacomo Rauli, McLaren: Alex Palou sarà terzo pilota nella stagione 2023, su it.motorsport.com, 1º dicembre 2022. URL consultato il 1º dicembre 2022.
  22. ^ (EN) David Malsher-Lopez, Gli assi indycar di Ganassi si uniscono alla line-up Cadillac per Rolex 24, su motorsport.com, 7 gennaio 2022. URL consultato il 7 gennaio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]