Tony Stewart (pilota automobilistico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tony Stewart
TSM350 - 2015 - Tony Stewart - 1 - Stierch.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria NASCAR
Palmarès
NASCAR Sprint Cup Series 3 trofei
Indy Racing League 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Anthony Wayne Stewart (Columbus, 20 maggio 1971) è un pilota automobilistico statunitense, vincitore del titolo Indy Racing League (1997) e tre volte del titolo della NASCAR Sprint Cup Series (2002, 2005 e 2011)[1].

Tra i pochi piloti che sia stato capace di conquistare i massimi titoli statunitensi sia a "ruote scoperte" (IRL), che a "ruote coperte" (NASCAR).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 esordisce nella Indy Racing League (miglior esordiente dell'anno) e la stagione successiva già conquista il titolo assoluto.

Passa al campionato NASCAR nel 1999 e ottiene il premio di miglior esordiente. Vince tre titoli NASCAR nel 2002, nel 2005 e nel 2011; in tutto in questa formula è salito per 44 volte sul gradino più alto del podio.

Nel 1999 è protagonista di una curiosa impresa: nello stesso giorno partecipa alla 500 miglia di Indianapolis e, dopo aver viaggiato su un jet privato, prende parte alle gare Nascar che si disputano a Concord, piazzandosi prima 4° e poi 9°. La stessa situazione si ripete nel 2001 (6° e 3°).

Il 9 agosto 2014, durante la gara NASCAR sul circuito Canandaigua Motorsport Park a Canandaigua, capoluogo della contea di Ontario, nello stato di New York, valevole per il campionato Sprint Cup, ha un incidente che causa la morte del pilota Kevin Ward Jr.[2] In seguito ad un contatto tra l'auto di Stewart e Ward quest'ultimo rimane fermo sulla pista e uscendo dall'abitacolo entra in pista inveendo contro Stewart che, non vedendolo, lo travolge causandone la morte.[3] Le indagini, avviate immediatamente, non hanno ravvisato dolo da parte di Stewart.

L'auto di Tony Stewart ai tempi dell'Indycar
Stewart durante la Coca Cola 600

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

NASCAR Sprint Cup Series
Indy Racing League

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tony Stewart Statistics, racing-reference.info. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  2. ^ Sprint Car - Tragedia a Canandaigua: Tony Stewart travolge Kevin Ward, formulapassion.it, 10 agosto 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.
  3. ^ Usa, tragedia nei buggy: Ward jr. muore investito, gazzetta.it, 10 agosto 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN28308960 · LCCN (ENn00093109