Waku Waku 7

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Waku Waku 7
Waku7.png
Waku Waku 7
Sviluppo Sunsoft
Pubblicazione Sunsoft
Data di pubblicazione 1996
Genere Picchiaduro a incontri
Modalità di gioco 1-2 giocatori
Piattaforma Arcade, Neo Geo, Sega Saturn
Periferiche di input joystick, 3 pulsanti

Waku Waku 7 è un videogioco di tipo picchiaduro uno contro uno, realizzato dalla Sunsoft nel 1996 come arcade game per Neo Geo e successivamente convertito per Sega Saturn. La particolarità del titolo sta nella grafica molto allegra e colorata, insolita per giochi di questo genere, e nella caratterizzazione dei personaggi, che si rifanno apertamente a stereotipi e personaggi celebri degli anime, oppure ad altri personaggi di picchiaduro.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La trama è semplice, apparentemente basata sulla prima serie di Dragon Ball, e narra di sette sfere dei colori dell'arcobaleno che, se riunite, sono in grado di esaudire un desiderio al fortunato possessore. Ognuno dei personaggi ne possiede una e vuole scontrarsi con gli altri (più una copia di se stesso, probabilmente inserita solo per aumentare il numero degli incontri) per poter esprimere un desiderio.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Arina: una ragazza dotata di un paio di orecchie da coniglio, è uno dei due protagonisti del gioco assieme a Rai e possiede la sfera rossa. Le sue mosse ricordano in parte quelle di Athena Asamiya dei picchiaduro SNK. La musica di sottofondo del suo stage è l'unica ad avere la parte cantata.
  • Mauru (Marurun nella versione giapponese): una buffa creatura viola, chiaramente ispirata ai Totoro de Il mio vicino Totoro di Hayao Miyazaki. Sulla sua schiena c'è una bimbetta di nome Mugi. Per essere una creatura grossa è anche piuttosto agile. Molte sue mosse e atteggiamenti sembrano derivare da Sasquatch di Darkstalkers.
  • Politank-Z: un mecha/carro armato in dotazione alle forze di polizia, è pilotato dall'interno dal capo della polizia, un nano, e dal suo cane che svolge funzioni di meccanico. I due possiedono la sfera blu. Politank-Z è dotato di numerose armi di vario tipo, così come dell'attacco speciale più lento ma anche più devastante del gioco.
  • Rai: il suo nome in giapponese significa "tuono", e in effetti questo teen-ager è provvisto di varie mosse basate sull'elettricità, vagamente simili a quelle di Terry Bogard dei picchiaduro SNK come Fatal Fury e The King of Fighters. Caratterialmente è basato sullo stereotipo del protagonista di anime giovane e sbruffone. I suoi punti di forza sono l'agilità e l'estrema elevazione nei salti.
  • Dandy-J: un omaggio ad Indiana Jones nel nome, nell'aspetto (cappello e frusta, la sua arma principale) e nella professione di cacciatore d'antichità e tesori, si tratta di un personaggio basato su prese e attacchi a corto raggio; somiglia anche a Joseph Joestar di Le bizzarre avventure di JoJo. Dandy-J possiede la sfera verde ed è sempre accompagnato dalla figlia Natsumi e da un gatto bianco, che a volte intervengono in battaglia.
  • Slash: un cacciatore di mostri che però è egli stesso un non-umano (sembrerebbe un elfo), fa parte della categoria dei bishōnen (ragazzi graziosi ed un po' effeminati). Combatte con una spada di luce ed è in grado con essa di effettuare attacchi a lunga distanza e di teletrasportarsi. Possiede la sfera viola.
  • Tesse: una cameriera robot provvista di buffi attacchi collegati alle sue funzioni, con le sue appendici che si trasformano in siringhe, lucidatrici ecc. Un altro tipo d'attacco bizzarro è il lancio d'oggetti vari, similmente a quanto fa Hsien-Ko della serie Darkstalkers.

Oltre ai sette personaggi principali, ve ne sono altri due:

  • Bonus-kun: un personaggio che appare negli incontri bonus, è un sacco da boxe vivente che fa la parodia di Ryu di Street Fighter; molte sue mosse sono infatti direttamente copiate da quelle del celebre lottatore Capcom, e anche la sua fascia rossa intorno alla "fronte" è indicativa in questo senso. Bonus-kun è apparso per la prima volta in Galaxy Fight, un precedente picchiaduro Sunsoft.
  • Fernandez (anche noto come Fernandeath): il demone che viene liberato alla riunione delle sette sfere, è un essere nero a forma di palla dall'espressione ebete, con piccole mani, piedi e ali. Dato che è gigantesco, gli altri personaggi vengono ingranditi alle sue dimensioni prima di affrontarlo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi