Toyo Mitunobu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Toyo Mitunobu (9 ottobre 18978 giugno 1944) è statu un contrammiraglio giapponese impiegato in Italia.

Il giorno 8 giugno 1944 stava andando a Merano per una Conferenza navale dell'"Asse" insieme al suo assistente Yamanaka. A Pianosinatico (vicino al passo dell'Abetone) lungo la "Linea Gotica", la sua macchina fu fermata da XI Zona Patrioti, comandati da Manrico Ducceschi ("Pippo") e quando tentò di scappare, fu ucciso e furono trovati molti documenti importanti riguardanti la zona di guerra dell'Oceano Pacifico, permettendo più tardi importanti azioni per la vittoria finale dell'esercito degli Stati Uniti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Francovich, Relazioni sull'attività militare svolta dalle formazioni patriottiche operanti alle dipendenze del Comando XI Zona dell'Esercito di Liberazione Nazionale, in Il Movimento di Liberazione in Italia - Rassegna Bimestrale di Studi e Documenti, a cura dell'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia, nn. 44-45, Milano 1956-57, pag. 45.
  • Giorgio Petracchi, Al tempo che Berta filava - Alleati e patrioti sulla Linea Gotica (1943-1945)", Mursia Editore, Milano 1995, pagg. 108-113.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 56577198

seconda guerra mondiale Portale Seconda guerra mondiale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di seconda guerra mondiale