Passirio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passirio
Passer
PassirioPasser
Stato Italia Italia
Regioni Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Lunghezza 42,6 km
Portata media 5,7 m³/s[1]
Bacino idrografico 427 km²
Altitudine sorgente 2.491 m s.l.m.
Nasce Passo del Rombo
Affluenti Rio Sopranes
Sfocia Adige presso Merano

Il torrente Passirio (Passer in tedesco) sorge nei pressi del passo del Rombo (valico frontaliero italo-austriaco) in Alto Adige e, dopo aver attraversato la Val Passiria, confluisce a Merano nell'Adige.

La principale località attraversata è San Leonardo in Passiria.

Nella località di Merano si svolgono importanti gare di canoa e vi si trova la confluenza con il fiume Adige. Il fiume è quindi percorribile in diversi tratti con canoe adeguate.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il Passirio viene citato anticamente già attorno al 770 d.C. con il nome di Amnis Passires,[2][3] più tardi Fluvius Pezzerair, Passeran, Perran ed infine come Passer.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal XIV secolo il fiume servì al trasporto del legno, che veniva ripreso in rastrelli di legno all'altezza dell'attuale Kurhhaus di Merano.

Il Passirio fu da sempre tristemente famoso per le sue devastanti inondazioni, causate dai frequenti straripamenti del lago Kummersee, nella profonda val Passiria. Il lago si era formato nel 1401 in seguito a una frana. La prima inondazione avvenne nel 1419, e fu la più grande e la più disastrosa per Merano. Venne distrutta la chiesa di Santo Spirito con l'adiacente ospizio; non meno di 400 persone persero la vita.

Altre inondazioni seguirono nel 1503, 1512, 1572, 1721, 1772 e nel 1773. Nel 1774 venne spianato finalmente l'argine. Più volte furono distrutti ponti e parti delle mura. Anche il ponte di legno che si trovava al posto del Ponte Romano di Merano fu più volte travolto.

La passeggiata lungo il Passirio a Merano[modifica | modifica wikitesto]

Questa passeggiata è nata grazie alle calamità che sono accadute nella storia, infatti in seguito allo grande straripamento del 1817 che danneggiò gravemente Merano, fu deciso di risistemare ed ampliare il muro arginale del centro città. Sopra questo muro negli anni a seguire si costruì una passeggiata, che andava dal ponte della Posta al ponte del Teatro. Successivamente la passeggiata è stata allungata.

Canoa nel Passirio[modifica | modifica wikitesto]

Lungo il torrente Passirio è possibile praticare lo sport della canoa discesa in quattro tratti. Il tratto più alto con partenza da Moso è il più difficile e va affrontato solo da canoisti molto esperti. Il tratto intermedio e il tratto basso sono fattibili per chi è in grado di affrontare il IV grado, mentre il tratto in città è abbastanza facile, anche se non va sottovalutato.[4]

A causa della costruzione di una centralina idroelettrica i due tratti più alti non saranno più fattibili, dato che l'acqua verrà incanalata nelle tubature. Dato che i lavori sono in corso e in via di ultimazione è necessario fare particolarmente attenzione se decidete di scendere questo tratto.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Meran Passerfluß Panoramic.jpg
Ingrandisci
Vista sul Passirio nei pressi di Merano

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige - Ufficio Idrografico - Dati meteo
  2. ^ Eduard Widmoser. Südtirol A-Z, Volume 4. 1983. pag.73.
  3. ^ Namenkundliche Informationen, numeri 69-72, di Karl-Marx-Universität Leipzig. Sektion Theoretische und Angewandte Sprachwissenschaft. Pag. 188.
  4. ^ Coordinate di Moso

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]