Ruggero Pertile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ruggero Pertile
Ruggero Pertile (Italy) - London 2012 Mens Marathon.jpg
Ruggero Pertile a Londra 2012.
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 60 kg
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità Maratona
Record
Maratona 2h09'53" (2009)
Società Assindustria Sport Padova flag.svg Assindustria Sport Padova
 

Ruggero Pertile (Camposampiero, 8 agosto 1974) è un atleta italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Il suo esordio in maratona risale al 1999, quando a Venezia ferma il cronometro sul tempo di 2h 15' 00”.

Nel 2000 alla Maratona di Sant'Antonio di Padova Pertile è vittima di un infortunio poco dopo metà gara, mentre nel 2001 è coinvolto in uno spiacevole quanto incredibile episodio di disorganizzazione nella Maratona di Firenze: al 36º km di gara, mentre si trova in seconda posizione e sta correndo con una proiezione finale di 2h 11', Pertile si ritrova fuori percorso a causa di un'errata indicazione, vanificando così quella che si profilava una ottima prestazione.

Ma nella Maratona di Milano del 2002 Pertile ottiene il suo riscatto: in questa occasione fa registrare il quinto tempo italiano dell'anno (2h 10' 38”). Il 27 aprile 2003 corre nuovamente la Maratona di Sant'Antonio di Padova, giungendo quarto e registrando un tempo di 2h 10' 52” e guadagnandosi la convocazione in azzurro per i Campionati del mondo di atletica leggera di Parigi svoltisi lo stesso anno. Nel 2006 giunge primo alla Maratona di Sant'Antonio di Padova, e con questo risultato diviene Campione Italiano di Maratona. Nello stesso anno partecipa ai Campionati europei di atletica leggera a Göteborg, dove purtroppo è costretto al ritiro lungo i 42 km di maratona.

All'Olimpiade di Pechino ha rappresentato l'Italia insieme ad Ottaviano Andriani e al campione olimpico di Atene 2004, Stefano Baldini. In questa occasione giunge 15º con un tempo di 2h 15' 39.

Nel 2010 è arrivato 4º nella maratona dei Campionati europei e ha vinto la maratona di Torino in 2h10'58".

Nel 2012 si è piazzato al 10º posto nella maratona alle Olimpiadi di Londra, secondo tra gli atleti europei.

Le maglie azzurre[modifica | modifica sorgente]

  • Giochi Olimpici - Londra, 2012
  • Coppa Europa dei 10000m - Bilbao, 2012
  • Campionati Europei di Cross - Velenje, 2011
  • Campionati Mondiali - Daegu, 2011
  • Giochi Olimpici - Pechino, 2008
  • Campionati Europei di Cross - Milano, 2006
  • Campionati Europei - Göteborg, 2006 – Medaglia d'oro a squadre di maratona
  • Campionati Mondiali - Helsinki, 2005
  • Campionati Europei di Cross - Edimburgo 2003
  • Campionati Mondiali - Parigi 2003 – Medaglia d'argento a squadre di maratona

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2003 Mondiali Francia Parigi Maratona 23º 2h13'45"
2005 Mondiali Finlandia Helsinki Maratona 35º 2h21'34"
2006 Europei Svezia Göteborg Maratona DNF
2008 Giochi Olimpici Cina Pechino Maratona 15º 2h13'39"
2009 Giochi del Mediterraneo Italia Pescara Mezza maratona 1h04'49"
2010 Europei Spagna Barcellona Maratona 2h19'33"
2011 Mondiali Corea del Sud Daegu Maratona 2h11'57" [1]
2012 Giochi Olimpici Regno Unito Londra Maratona 10º 2h12'45" [2]
2013 Giochi del Mediterraneo Turchia Mersin Mezza maratona Argento Argento 1h07'07"

Maratone internazionali[modifica | modifica sorgente]

1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2009
2010
2011
2012
2013

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Primo classificato tra gli atleti europei
  2. ^ Secondo classificato tra gli atleti europei

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]