Richard Zare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Premio Wolf Premio Wolf per la chimica 2005

Richard N. Zare (Cleveland, 19 novembre 1939) è un chimico statunitense.

Attualmente è professore di Chimica all’Università di Stanford. Si è laureato nel 1961 e nel 1964 ha conseguito il Ph.D. in chimica fisica ed analitica ad Harvard, sotto la direzione di Dudley Herschbach. È noto per le sue ricerche sulla chimica laser, che ha portato ad una migliore comprensione delle reazioni chimiche a livello molecolare. Ha inoltre scritto numerosi manuali ampiamente utilizzati sul tema del momento angolare nei sistemi quantistici.

È membro dei comitati editoriali di numerose pubblicazioni scientifiche, tra le quali Chemistry World, Angewandte Chemie, "Central European Journal of Chemistry", "Journal of Separation Sciences" e "Chinese Journal of Chromatography".

È autore di vari studi accademici basati sulla ricerca della spettroscopia dei composti chimici. È coautore di un articolo che avanza l’ipotesi che un meteorite proveniente da Marte, ALH84001, contenga tracce di vita marziana. Altri ricercatori hanno dubitato di queste scoperte, che restano dunque controverse.

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Fresenius, 1974
  • Membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze, 1976
  • Membro dell’Accademia Americana delle Arti e delle Scienze, 1976
  • Membro della Società Filosofica Americana, 1991
  • Membro Estero della Royal Society di Londra, 1999
  • Medaglia Michael Polanyi, 1979
  • Premio Earle K. Plyler, 1981
  • Premio della società di Spettroscopia di Pittsburgh, 1983
  • National Medal of Science, 1983
  • Premio Irving Langmuir in Fisica chimica, 1985
  • Premio Michelson-Morley, 1986
  • Medaglia Kirkwood, 1986
  • Premio Willard Gibbs, 1990
  • Premio Peter Debye, 1991
  • Premio dell’Accademia Nazionale delle Scienze in Scienze chimiche, 1991
  • Premio Dannie-Heineman, 1993
  • Premio Harvey, 1993
  • Premio della Divisione ACS di Chimica Analtica in Strumentazione chimica, 1995
  • Premio Bing Fellowship, 1996
  • Premio della California per lo Scienziato dell’anno, 1997
  • Premio ACS in Chimica analitica, 1998
  • Premio E. Bright Wilson in spettroscopia, 1999
  • Premio Welch in Chimica, 1999
  • Premio Arthur L. Schawlow in Scienza dei laser, 2000
  • Premio dei Premi Nobel per l’educazione universitaria, 2000
  • Premio Charles Lathrop Parsons, 2001
  • Faraday Lectureship Prize, 2001
  • Premio Laurance e Naomi Carpenter Hoagland, 2003
  • Membro estero dell’Accademia svedese delle Scienze, Svezia, 2004
  • Membro estero dell’Accademia cinese delle Scienze (CAS), Pechino, P.R.C., 2004
  • Premio James Flack Norris per gli importanti risultati nell’inegnamento della chimica, Sezione settentrionale della Società Americana di Chimica, 2004
  • Medaglia Nichols del ACS (Sezione di New York), 2004
  • Premio Wolf per la chimica, 2005.

Pubblicazioni in inglese[modifica | modifica wikitesto]

  • "Hadamard Transform Time-of-Flight Mass Spectrometry: More Signal, More of the Time," F. M. Fernández, J. R. Kimmel, and R. N. Zare, Angewandte Chemie,42, 30-35 (2003).
  • "Chemical Cytometry on a Picoliter-Scale Integrated Microfluidic Chip," H. Wu, A. R. Wheeler and R. N. Zare, Proc. Nat. Acad. Sci. (USA) 101, 12809-12813 (2004).
  • "Laser Control of Chemical Reactions," R. N. Zare, Science, 279, 1875-1879 (1998).
  • "Anatomy of Elementary Chemical Reactions," A. J. Alexander and R. N. Zare, J. Chem. Ed.,75, 1105-1118 (1998).
  • "Observation and Interpretation of a Time-Delayed Mechanism in the Hydrogen Exchange Reaction," S. C. Althorpe, F. Fernández-Alonso, B. D. Bean, J. D. Ayers, A. E. Pomerantz, R. N. Zare, and E. Wrede, Nature 416, 67-70 (2002).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 66549249 LCCN: n77018214