Pratt & Whitney R-1830

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pratt & Whitney R-1830(-86)
Pratt and Whitney R1830 Twin Wasp side.jpg
Un Pratt & Whitney R-1830 Twin Wasp facente parte di un restauro di un Consolidated B-24 Liberator presso Werribee, Victoria, Australia
Descrizione
Costruttore Pratt & Whitney
Tipo motore radiale doppia stella
Numero di cilindri 14
Raffreddamento ad aria
Alimentazione carburatore a depressione Stromberg
Distribuzione OHV 2 valvole per cilindro
Compressore centrifugo a singolo stadio
Dimensioni
Diametro 1.224 mm (48,19 in)
Cilindrata 30 L (1 829,4 in³)
Alesaggio 140 mm (5,5 in)
Corsa 140 mm (5,5 in)
Rap. di compressione 6,7:1
Peso
A vuoto 528-667 kg (1 162-1 467 lb)
Prestazioni
Potenza 1.200 hp (895 kW) a 1 500 m (4,900 ft) a 2 700 giri/min
1.050 hp (783 kW) a 2 250 m (7,500 ft) a 2 550 giri/min
Consumo specifico 0,61 kg/kWh (1,0 lb/(hp·h)
Potenza specifica 0,66 hp/in³ (29,8 kW/L)
Rapporto peso-potenza 1,50 kW/kg (0,91 hp/lb)
Combustibile benzina 91/98 ottani
voci di motori presenti su Wikipedia
Un Pratt & Whitney R-1830 Twin Wasp sezionato, esposto al Transportation Museum di Tokyo
Il Pratt & Whitney R-1830 Twin Wasp Nr.2 di un Consolidated B-24 Liberator

Il Pratt & Whitney R-1830 Twin Wasp era un motore aeronautico radiale 14 cilindri a doppia stella raffreddato ad aria, prodotto dalla statunitense Pratt & Whitney nel periodo che va dalla metà degli anni trenta sino alla fine degli anni quaranta.

Il Twin Wasp risulta essere il motore aeronautico radiale utilizzato in maggior numero tra quelli prodotti negli Stati Uniti d'America nel periodo a cavallo della seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Con l'arrivo dell'ingegnere progettista Frederick Brant Rentschler, nel 1925 la Pratt & Whitney gettò le basi per la realizzazione di un'unità che soddisfacesse le specifiche della richiesta della U.S. Navy per un nuovo motore radiale raffreddato ad aria. Questo portò alla progettazione del R-1830 Twin Wasp, unità che si aggiudicò quell'appalto, divenendo il motore standard degli aerei della U.S. Navy, e che dall'inizio degli anni trenta equipaggiò un gran numero di caccia, bombardieri ed aerei da trasporto, sia di progettazione statunitense che estera.

Grazie anche all'esigenza di soddisfare, nelle sue varie versioni, le esigenze belliche durante la seconda guerra mondiale, negli anni di produzione che vanno dal 1932 al 1951 fu costruito in ben 173.618 unità, risultando il motore aeronautico più prodotto in tutta la storia dell'aviazione.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • R-1830-13 - 575 hp (429 kW)
  • R-1830-24 -
  • R-1830-33 -
  • R-1830-36 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-41
  • R-1830-43 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-49 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-64 - 900 hp (671 kW)
  • R-1830-65 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-75 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-76 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-82 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-86 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-9 - 950 hp (708 kW)
  • R-1830-90 B - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-90 C - 1 350 hp (990 kW)
  • R-1830-92 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-94 - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-S1B3-G - 1 000 hp (745 kW)
  • R-1830-S1C3-G - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-S3C4-G - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-S4C4-G - 1 200 hp (895 kW)
  • R-1830-SC3-G - 1 050 hp (783 kW)

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia
Australia Australia
Canada Canada
Finlandia Finlandia
Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti
Svezia Svezia

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Bridgman, Leonard, ed. Jane’s All The World’s Aircraft 1951-1952. London: Samson Low, Marston & Company, Ltd 1951.

Motori comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione