Pietro Farina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro Farina
vescovo della Chiesa cattolica
Pietro Farina.jpg
Coat of arms of Pietro Farina.svg
Et resurrexit
Incarichi ricoperti Vescovo di Alife-Caiazzo
Vescovo di Caserta
Nato 7 maggio 1942 a Maddaloni
Ordinato presbitero 26 giugno 1966
Consacrato vescovo 17 aprile 1999 dal cardinale Lucas Moreira Neves
Deceduto 24 settembre 2013 a Pozzilli

Pietro Farina (Maddaloni, 7 maggio 1942Pozzilli, 24 settembre 2013) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Maddaloni, studia nel seminario minore di Caserta, in quello regionale di Benevento e nel Pontificio Seminario Francese di Roma, arrivando infine alla Pontificia Università Gregoriana, dove consegue la licenza in Teologia e il baccellierato in Scienze Sociali. Viene ordinato sacerdote per la diocesi di Caserta il 26 giugno 1966 ed entra a far parte dell'Istituto secolare dei Missionari della Regalità di Cristo. Svolge il servizio di parroco della parrocchia "Santa Maria Assunta" di Mezzano di Caserta, assistente diocesano dell'Azione Cattolica, rettore del seminario minore, docente dell'Istituto di Scienze Religiose, e diviene infine vicario generale. In questi anni ricopre inoltre il ruolo di presidente dell'Associazione Nazionale San Paolo Italia (ANSPI) e assistente del Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale (MEIC), oltre ad operare attivamente presso la Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni, fondata nel 1947 da don Salvatore D'Angelo.

Il 16 febbraio 1999 viene elevato alla dignità episcopale, divenendo vescovo della diocesi campana di Alife-Caiazzo, succedendo in quella sede al defunto vescovo Nicola Comparone.

Riceve l'ordinazione episcopale il 17 aprile 1999 dal cardinale Lucas Moreira Neves (coconsacranti il cardinale Michele Giordano e il vescovo Raffaele Nogaro) e, dopo qualche giorno, prende possesso nella cattedrale di Alife.

Il 25 aprile 2009 viene nominato vescovo di Caserta, succedendo a Raffaele Nogaro, dimissionario per raggiunti limiti di età[1]. È membro del Consiglio per gli Affari Economici[2] e del Comitato per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica[3], due organismi della Conferenza Episcopale Italiana.

Dal 15 gennaio al 19 febbraio 2011 ricopre anche l'ufficio di amministratore apostolico di Aversa.

Il 31 agosto 2013 viene ricoverato nel reparto subintensivo di Medicina d'urgenza dell'ospedale "San Sabastiano e Sant'Anna" di Caserta per l'aggravarsi delle sue condizioni di salute. Il 5 settembre viene trasferito nell'ospedale neurologico di Pozzilli, in provincia di Isernia. Si spegne nella mattinata del 24 settembre 2013 all'età di 71 anni[4].

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il vescovo Nogaro lascia per limiti di età. Arriva il braccio destro, monsignor Farina, la Repubblica, 14 aprile 2009. URL consultato il 24-5-2009.
  2. ^ Consiglio per gli Affari Economici, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 24-5-2009.
  3. ^ Comitato per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 24-5-2009.
  4. ^ È morto il vescovo di Caserta Pietro Farina: era ricoverato da 25 giorni, Noi Caserta. URL consultato il 24-9-2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Alife-Caiazzo Successore BishopCoA PioM.svg
Nicola Comparone 16 febbraio 1999 - 25 aprile 2009 Valentino Di Cerbo
Predecessore Vescovo di Caserta Successore BishopCoA PioM.svg
Raffaele Nogaro 25 aprile 2009 - 24 settembre 2013 Giovanni D'Alise