Palazzo del Viminale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°53′57.27″N 12°29′36.73″E / 41.899243°N 12.493535°E41.899243; 12.493535

Palazzo del Viminale
Ministero dell'Interno
Roma10 flickr.jpg
La facciata con l'ingresso principale
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Roma
Indirizzo piazza del Viminale, 1
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 1911-1925
Inaugurazione 9 luglio 1925
Uso Sede del Ministero dell'Interno
Realizzazione
Architetto Manfredo Manfredi
Proprietario Stato italiano
 

Il Palazzo del Viminale è un palazzo storico di Roma, sede dal 1925 della presidenza del Consiglio dei ministri e del Ministero dell'Interno; nel 1961 la presidenza del Consiglio della Repubblica Italiana si spostò a Palazzo Chigi e l'edificio rimase sede del solo ministero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo fu voluto da Giolitti come centro nevralgico del potere esecutivo italiano (all'epoca le cariche di Presidente del Consiglio e Ministro dell'Interno erano ricoperte da una sola persona).

Fu perciò commissionato nel 1911 all’architetto Manfredo Manfredi che lo progettò appositamente per ospitare funzioni governative. Fu inaugurato ufficialmente il 9 luglio 1925.

Dislocamento[modifica | modifica wikitesto]

Il Palazzo del Viminale, nei suoi 5 piani, ha centinaia di stanze, collegate da una serie di itinerari incrociati. Degni di nota sono l’imponente ingresso a tre fornici del Palazzo della Presidenza, lo scalone d’onore del Palazzo degli Uffici, la sala del Consiglio dei ministri ed il salone di ingresso dello scalone al piano nobile con le decorazioni in legno pregiato, marmi e stucchi.

Gli uffici di rappresentanza del ministro sono situati in un plesso laterale che si discosta da quello principale verso Est mediante un raccordo ad arco.

I giardini e le terrazzature sono sopraelevati, confinano in terrapieno con le vie circostanti, stagliandosi dalla quota del piano stradale per diversi metri.

I giardini del retro dividono il plesso principale da pertinenze in forma di villino. Quasi di fronte alla facciata posteriore, infatti, si trova il palazzetto che fu sede del Regio Istituto di Fisica nel quale Enrico Fermi condusse i suoi esperimenti insieme ai ragazzi di via Panisperna (così chiamati perché il palazzetto è più vicino all'uscita di via Panisperna). Il palazzetto ospitava, anche, il Regio Istituto di Chimica.

Il palazzo principale ospita diverse biblioteche:

  • la Biblioteca Centrale al Viminale,
  • la Biblioteca della Direzione Centrale per l'Amministrazione del Fondo Edifici di Culto,
  • la Biblioteca della Scuola Superiore dell'Amministrazione dell'Interno e
  • la Biblioteca della Direzione Centrale per la Documentazione e la statistica

Contiene al suo interno sportelli bancari e postali, diversi bar ed altri servizi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]