Maria Fortunata d'Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Fortunata d'Este
Maria Fortunata d'Este
Maria Fortunata ritratta da Hortense Haudebourt-Lesco
Principessa di Conti
In carica 2 agosto 1776 – 21 settembre 1803
Nascita Palazzo Ducale, Modena, 24 novembre 1731
Morte Venezia, 21 settembre 1803
Luogo di sepoltura Convento della Visitazione, Venezia
Padre Francesco III d'Este, Duca di Modena
Madre Carlotta Aglae d'Orléans
Consorte Luigi Francesco Giuseppe, Principe di Conti
Firma Signature of Fortunée d'Este, Princess of Conti in 1778 at the baptism of the Duke of Berry.jpg

Maria Fortunata d'Este (Modena, 24 novembre 1731Venezia, 21 settembre 1803) fu una principessa modenese per nascita e una principessa del sangue di Francia per matrimonio. Con il suo matrimonio con un cugino di secondo grado Luigi Francesco Giuseppe di Borbone, Principe di Conti, diventò la Contessa di La Marche ed in seguito Principessa di Conti e fu un membro della corte di Luigi XV e Luigi XVI. Fu l'ultima Principessa di Conti e morì senza figli.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque nel Palazzo Ducale di Modena, la quarta delle figlie femmine e l'ottavo dei figli di Francesco III d'Este, Duca di Modena, il sovrano Duca di Modena e della sua giovane moglie Carlotta Aglae d'Orléans, Mademoiselle de Valois — nipote di Luigi XIV di Francia e Madame de Montespan. Sua sorella maggiore Maria Teresa fu la maggiore dei suoi fratelli e sorelle sopravvissuti seguita da suo fratello il futuro Ercole III d'Este. Il resto dei suoi fratelli e sorelle sarebbero morti senza sposarsi.

Maria Fortunata era nota per essere stato molto pia e allo stesso tempo piuttosto timida ma affascinante.[1] Sua madre si separò da suo padre nel decennio del 1740 dopo che la relazione con il Duca di Richelieu fu scoperta alla corte modenese. Esiliata in Francia, Carlotta Aglae tentò ancora di aiutare a combinare i matrimoni di due delle sue figlie. La maggiore, Maria Teresa Felicita, sposò suo cugino di secondo grado, il Duca di Penthièvre, l'uomo più ricco di Francia e futuro suocero di Philippe Égalité. Anche Maria Fortunata sposò un cugino, Luigi Francesco Giuseppe di Borbone, l'erede del Principe di Conti.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Come l'erede di suo padre, suo marito era noto a corte con il titolo di cortesia di comte de La Marche. Il contratto di matrimonio fu firmato a Milano il 3 gennaio 1759 dall'ambasciatore francese alla corte di Torino. Un cerimonia nuziale per procura ebbe luogo a Milano il 7 febbraio dello stesso anno. Fu celebrato di persona il 27 di febbraio a Nangis-en-Brie in Francia. Il padre di Maria Fortunata stabilì su di lei una dote di un milione di livres. Inoltre, al suo arrivo in Francia, suo marito ricevé in regalo 150 000 livres da Re Luigi XV. La giovane comtesse de La Marche fu presentata al Re, alla Regina e al resto della famiglia reale il 5 marzo 1759[1] dalla Principessa Madre di Conti, la vedova nonna di suo marito nonché cugina di primo grado della sua propria madre.[1] La coppia non andava d'accordo e non ebbe mai dei figli. Molti a corte dicevano che questo stato di cose era dovuto all'influenza dell'amante di suo marito, Maria Anna Veronese, nota come Mademoiselle Coraline. La Veronese era stata una ballerina in un teatro italiano. Luigi Francesco e la sua amante ebbero insieme due figli illegittimi, nati rispettivamente nel 1761 e nel 1767. Nel 1768, a Maria Fortunata fu chiesto di presentare sua nipote Luisa Maria Adelaide di Borbone, Mademoiselle de Penthièvre, al Re e alla corte. Sua nipote avrebbe poi sposato Luigi Filippo Giuseppe d'Orléans, Duca di Chartres, il futuro Philipe Égalité, nell'aprile 1769.

Nel 1770 ebbe luogo il matrimonio del Delfino di Francia, il futuro Luigi XVI, con l'Arciduchessa Maria Antonia d'Austria. Marie Fortunée, come era nota in Francia, e suo marito furono una delle dodici coppie invitate per cenare con i novelli sposi all'Opéra del Palazzo di Versailles, che era stato costruito per le nozze reali.

Principessa di Conti[modifica | modifica sorgente]

Maria Fortunata d'Este nel 1768 ritratta da Carmontelle

Nel 1776, il suocero di Marie Fortunée morì rendendo suo marito il capo del Casato di Conti. Pia, discreta e molto colta, Marie Fortunée non era destinata a far parte della cerchia ristretta della nuova Regina a Versailles. Mantenne buoni rapporti con suo cognato, il Duca di Penthièvre, che aveva perso sua moglie nel 1754. Andava inoltre d'accordo con le sue due nipoti, la Principessa di Lamballe e la futura Duchessa d'Orléans.

Alla corte francese, nel 1784 incontrò Gustavo III di Svezia, designato in incognito come Conte di Haga, che era ospite all'Hôtel de Toulouse ed in seguito conobbe il Principe Enrico di Prussia, fratello di Federico il Grande. Incontrò anche sua nipote Maria Beatrice d'Este e suo marito l'Arciduca Ferdinando d'Austria nel 1786. Questi ultimi due erano designati come Conte e Contessa di Nettembourg. Ferdinando era un figlio dell'Imperatrice Maria Theresa.[2]

Esilio[modifica | modifica sorgente]

La coppia Conti si separò ufficialmente nel 1777 anche se avevano vissuto separati dal 1775.[1] Nel 1780, Maria Fortunata acquistò il Castello di Triel, un luogo che sarebbe diventato il suo rifugio preferito. Durante le crisi del 1789, quando gli Stati Generali furono convocati a Versailles, Marie Fortunée sostenne la famiglia reale e prese anche parte ad una marcia alla Chiesa di San Luigi. In seguito fuggì dalla Francia rivoluzionaria sotto il nome di comtesse de Triel. Dopo essersi rifugiata per prima a Bruxelles, Marie Fortunée si stabilì a Chambéry, allora parte del Regno di Sardegna. Nel 1791, si trasferì nuovamente, questa volta a Friburgo che era un piccolo villaggio in Svizzera noto per il suo grande insediamento di émigré. La città aveva anche forti vincoli religiosi, un'altra attrazione per la pia principessa.

Nel 1794, permise alla sua pronipote Adelaide d'Orléans di stare con lei dopo la sua fuga dalla Francia. La madre di Adelaide, la duchesse d'Orléans, era stata imprigionata nel Palazzo del Lussemburgo a Parigi. L'anziana Maria Fortunata e Adelaide d'Orléans stabilirono una nuova casa in Baviera. Durante la primavera del 1800, le due ed il loro seguito furono obbligate a fuggire nuovamente verso l'Ungheria al fine di evitare le ostilità di Napoleone. Fu mentre era in Ungheria che ricevé un'altra visita da sua nipote, Maria Beatrice. La principessa era l'erede del fratello maggiore di Maria Fortunata, che aveva perso i ducati di Modena e Reggio nel 1796 come conseguenza della creazione napoleonica della Repubblica Cispadana.[1]

Morte[modifica | modifica sorgente]

Il 1801 vide il ricongiungimento di Adelaide d'Orléans e sua madre, la ormai vedova Duchessa d'Orléans, a Barcellona dopo il suo rilascio dalla prigione e l'esilio dalla Francia. In seguito, Maria Fortunata decise di ritirarsi nel Convento della Visitazione a Venezia. Si trasferì al convento il 19 ottobre con tre delle sue cameriere e la sua amica fedele, la comtesse des Roches, che aveva accompagnato la principessa durante tutto il suo esilio in Europa. Vittima della pleurite, la principessa morì il 21 settembre 1803 all'età di settantuno anni. Fu sepolta nella cappella del convento. Suo fratello, Ercole III di Modena, e sua sorella, Matilde d'Este, furono anche sepolti lì.

La comtesse des Roches morì qualche tempo dopo Maria Fortunata ed anche lei venne sepolta nello stesso luogo. Il marito di Maria Fortunata morì nel 1814.[1]

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Tre generazioni di Maria Fortunata d'Este
Maria Fortunata d'Este Padre:
Francesco III d'Este
Nonno paterno:
Rinaldo d'Este
Bisnonno paterno:
Francesco I d'Este
Bisnonna paterna:
Lucrezia Barberini
Nonna paterna:
Carlotta Felicita di Brunswick e Lüneburg
Bisnonno paterno:
Giovanni Federico di Brunswick-Lüneburg
Bisnonna paterna:
Benedetta Enrichetta del Palatinato
Madre:
Carlotta Aglae di Borbone-Orléans
Nonno materno:
Filippo II d'Orléans
Bisnonno materno:
Filippo I d'Orléans
Bisnonna materna:
Elisabetta Carlotta di Baviera
Nonna materna:
Francesca Maria di Borbone-Francia
Bisnonno materno:
Luigi XIV di Francia
Bisnonna materna
Françoise-Athénaïs di Montespan

Titoli, trattamento, onorificenza e armi[modifica | modifica sorgente]

Armi di Maria Fortunata come Principessa di Conti

Titoli e trattamento[modifica | modifica sorgente]

  • 24 novembre 1731 – 7 febbraio 1759 Sua Altezza Serenissima Principessa Maria Fortunata
  • 7 febbraio 1759 – 2 agosto 1776 Sua Altezza Serenissima La Contessa di La Marche
  • 2 agosto 1776 – 21 settembre 1803 Sua Altezza Serenissima La Principessa di Conti

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Leo van de Pas, Maria Fortunata d'Este in Genealogics.org. URL consultato il 7 aprile 2010.
  2. ^ Georges Bertin, Full text of Madame de Lamballe in Archive.org. URL consultato il 26 novembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59348449