Knut Knudsen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Knut Knudsen
Dati biografici
Nazionalità Norvegia Norvegia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1981
Carriera
Squadre di club
1974-1977 Jollj Ceramica Jollj Ceramica
1978-1981 Bianchi Bianchi
Nazionale
Norvegia Norvegia
Norvegia Norvegia
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Oro Monaco di Baviera 1972 Ins. ind.
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Oro San Sebastián 1973 Ins. Dil.
Argento Rocourt 1975 Inseguimento
Bronzo Monteroni 1976 Inseguimento
Argento San Cristóbal 1977 Inseguimento
 

Knut Knudsen (Levanger, 12 ottobre 1950) è un ex ciclista su strada e pistard norvegese. Vinse la medaglia d'oro nell'inseguimento individuale ai Giochi olimpici 1972, e gareggiò quindi nel professionismo dal 1974 al 1981.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Specialista nelle prove su pista e in quelle a cronometro su strada. In carriera vinse 49 corse, tra cui sei tappe del Giro d'Italia, vestendo per tre giorni la maglia rosa di leader della generale al Giro.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati norvegesi, Inseguimento individuale
Campionati norvegesi, Inseguimento individuale
Campionati norvegesi, Inseguimento individuale
Campionati norvegesi, Chilometro da fermo
Giochi olimpici, Inseguimento individuale
Campionati norvegesi, Inseguimento individuale
Campionati norvegesi, Chilometro da fermo
Campionati del mondo, Inseguimento individuale Dilettanti
Campionati norvegesi, Inseguimento individuale
Campionati norvegesi, Chilometro da fermo

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Nordisk Mesterskab
Campionati norvegesi, Prova in linea
Campionati norvegesi, Prova a cronometro
Nordisk Mesterskab
Campionati norvegesi, Prova in linea
Campionati norvegesi, Prova a cronometro
5ª tappa, 2ª semitappa Tour de Romandie (Lancy > Lancy, cronometro)
1ª tappa Giro d'Italia (Milano > Fiorano Modenese)
5ª tappa Tirreno-Adriatico
1ª tappa Tour de Romandie
9ª tappa Giro d'Italia (Lucca > Pisa)
5ª tappa Tirreno-Adriatico
4ª tappa, 2ª semitappa Tour de Romandie (cronometro)
Trofeo Laigueglia
5ª tappa, 2ª semitappa Tirreno-Adriatico (Circuito San Benedetto del Tronto, cronometro)
3ª tappa Giro di Sardegna (Nuoro > Tempio Pausania)
Classifica generale Giro di Sardegna
Giro della Provincia di Reggio Calabria
Trofeo Baracchi, con Rob Schuiten (cronocoppie)
Prologo Giro del Trentino (Riva del Garda > Arco, cronometro)
Classifica generale Giro del Trentino
5ª tappa, 2ª semitappa Tirreno-Adriatico (Circuito San Benedetto del Tronto, cronometro)
Classifica generale Tirreno-Adriatico
3ª tappa Tour de Romandie
5ª tappa, 2ª semitappa Tour de Romandie (cronometro)
10ª tappa Giro d'Italia (Lerici > Porto Venere)
4ª tappa, 2ª semitappa Tour de Romandie (Monthey, cronometro)
Prologo Giro di Germania (cronometro)
Grand Prix Eddy Merckx (cronometro)
Grand Prix Eddy Merckx (cronometro)
3ª tappa Ruota d'Oro (Dalmine > Chignolo d'Isola, cronometro)
Classifica generale Ruota d'Oro
Prologo Parigi-Nizza (Meaux, cronometro)
4ª tappa Giro di Puglia (Terme di Torre Canne > Selva di Fasano, cronometro)
Cronoprologo Giro d'Italia (Trieste, cronometro)
13ª tappa Giro d'Italia (Empoli > Montecatini, cronometro)
22ª tappa Giro d'Italia (Soave > Verona)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1974: 54º
1975: 42º
1976: 57º
1977: 70º
1978: ritirato (17ª tappa)
1979: ritirato (non partito 18ª tappa)
1980: 15º
1981: 22º
1975: ritirato (14ª tappa)
1976: 64º
1979: 27º

Classiche[modifica | modifica wikitesto]

1974: 26º
1978: 81º
1979: 3º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Thomas Fearnley nel 1972
  • Medaglia d'oro Aftenposten nel 1972
  • Statuetta di Olav del quotidiano Adresseavisen nel 1972
  • Sportivo norvegese dell'anno nel 1972 e 1973
  • Targa d'Oro dell'Associazione ciclistica norvegese nel 2010 [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sola Cykleklubb

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]