Kenny McCormick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kenny McCormick
Kenny
Kenny
Universo South Park
Lingua orig. Inglese
Autori
1ª app. 13 aprile 1997
app. it. 6 gennaio 2000
Voce orig. Matt Stone
Voce italiana Roberto Mare (1ª voce) Osmar Santucho (2ª voce)
Sesso Maschio
Parenti

Kenneth "Kenny" McCormick è uno dei quattro bambini protagonisti della serie di cartoni animati South Park. Appare quasi sempre con addosso un giubbotto arancione col pelo con un cappuccio che nasconde il suo viso e rende incomprensibili le sue battute (è apparso senza solo rarissimamente, come nel film South Park - Il film: più grosso, più lungo & tutto intero). La caratteristica principale di Kenny è che viene ucciso in quasi tutti gli episodi delle prime cinque stagioni della serie, riapparendo nell'episodio successivo come se niente fosse accaduto prima.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kenny viene da una famiglia piuttosto povera economicamente. Il padre, Stuart McCormick, è un alcolizzato, cosa che i suoi amici (specialmente Eric) non mancano di ricordargli di frequente, ed è anche isterico dato che litiga spesso con la moglie Carol, la quale ha partorito Kenny a soli 16 anni. Hanno altri due figli: Kevin (di 13 anni) e Karen, una bambina che ha iniziato a esistere tutt'ad un tratto nell'episodio 09x04, Migliori amici per sempre. I McCormick sono così poveri che cenano mangiando waffles surgelati. Vivono di sussidi sociali, sebbene nell'episodio 07x06, I piccoli ferma-crimine, un boss del crimine abbia insinuato che producano e spaccino metanfetamine, ipotesi poi confermata nell'episodio 15x14 Il bambino povero, dove appare anche Mysterion.

Probabilmente a causa di questa vita scarsamente controllata, Kenny è il bambino più preparato del cartone su quello che riguarda il sesso, un argomento poco conosciuto tra gli altri suoi coetanei. Spesso è lui a fare commenti volgari sulle femmine che gli altri non capiscono, ed è lui a spiegare loro molti termini pornografici. Ha inoltre una vera ossessione per i seni, e una vasta collezione di riviste pornografiche. Finora ha avuto due fidanzate: Kelly nella terza stagione e Tammy nella tredicesima.

I suoi dialoghi sono comprensibili molto raramente, a causa del cappuccio che gli copre la bocca e che non si toglie quasi mai. L'ha fatto per la prima volta nel film, rivelando il suo vero viso e la sua capigliatura bionda, e inoltre parlando chiaramente per salutare i suoi amici prima di tornare nell'aldilà. Il viso di Kenny si vede anche in due episodi: 08x07, I Jefferson, e 09x05, Il vantaggio sprecato. Nel primo indossa una maschera che gli copre gli occhi ma si vede il resto del volto, inoltre parla anche con gli altri bambini; nel secondo appare tra i bambini della squadra di baseball, indossa il cappello della squadra e non parla mai durante l'episodio. Inoltre negli episodi 11X03, Caccia ai pidocchi , 04x02, Il reato di odio di Cartman e 13x14 Pipì si può vedere Kenny di spalle senza cappuccio. Inoltre, negli episodi 07X08, South Park è gay, si può vedere Kenny con un ciuffo di capelli scoperto. Nell'episodio 16X12, Incubo su Facetime, Kenny ha una maschera di Iron Man che gli copre il viso, ma si possono vedere i capelli. Si può vedere Kenny senza cappuccio nell'episodio 15X07, Stai invecchiando.

Nonostante questi problemi, Kenny viene spesso rappresentato come un eroe, e in molti casi la sua morte è dovuta a un suo atto di sacrificio per il bene del gruppo o addirittura dell'umanità. Oltretutto, nella quattordicesima stagione, nella puntata Il Procione 2: il senno di poi, si scopre che Kenny è in realtà Mysterion, il piccolo supereroe che ne Il procione (episodio 13x02) dà a Cartman del filo da torcere. Tra tutti i suoi amici, Mysterion è quello a cui si può attribuire il maggior numero di atti eroici. Inoltre Kenny è un fratello maggiore estremamente affettuoso e protettivo. Agisce da angelo custode per sua sorella Karen, confortandola quando si sente sperduta e impaurita e affrontando direttamente chiunque tenti di maltrattarla.

Le continue morti[modifica | modifica wikitesto]

Le continue morti di Kenny sono la gag ricorrente più famosa di South Park, anche se solo per le prime cinque stagioni. Stan e Kyle quasi sempre reagiscono esclamando rispettivamente "Oh mio Dio! Hanno ucciso Kenny!" e "Brutti bastardi" (riferendosi agli autori Trey Parker e Matt Stone, come precisato dagli stessi), per poi dimenticarsene per il resto dell'episodio.

La perpetua resurrezione di Kenny ha avuto qualche vaga spiegazione. Nell'episodio 02x02, La mamma di Cartman continua a farsela con tutti, che è la seconda parte di una storia in cui Kenny è regolarmente morto nella prima, Kenny semplicemente si materializza vicino a Stan, il quale lo saluta con totale naturalezza. Oppure nell'episodio 04x06, Giù le zampe dai bambini, quando dopo la morte di Kenny i McCormick partoriscono un bebè del tutto identico a lui (con tanto di cappotto), e il padre dice che è almeno la 50ª volta che ottengono un nuovo Kenny (anche se la moglie lo corregge dicendogli che è la 52°, facendo riferimento all'effettivo numero di morti fino ad allora).

Nel corso della serie in ogni caso, alcuni personaggi sembrano accorgersi o fanno comunque riferimento a questa speciale dote di Kenny, ad esempio:

  • Alla fine dell'episodio 01x10 (Uno stronzo per amico) Stan, Kyle e Cartman hanno la sensazione che ci sia qualcosa di "incompleto", e si girano confusi verso il loro amico. Dopodiché compare la scritta "the end" e Kenny esulta di gioia essendo per la prima volta sopravvissuto a un episodio.
  • La perplessità dei personaggi verso le continue morti e riapparizioni di Kenny vieni dichiarata nella puntata 02x07 Ai confini della realtà. Nell'episodio i personaggi riparlano delle loro esperienze, mentre Kenny è già morto, e quando Cartman rammenta l'episodio dove Kenny muore, Kyle lo smentisce dicendogli che è impossibile che Kenny fosse morto in quella puntata se è appena morto in questa.
  • Nell'episodio 03x01 (I cori spaccamaroni), quando Kenny viene colpito da un fulmine i suoi amici Stan e Kyle pronunciano la solita frase di culto quando una ragazzina che si era innamorata di lui si tuffa sul bambino e lo soccorre chiedendo chi era stato a ucciderlo. I ragazzi si zittiscono e con aria sbalordita dicono "Loro!". Kenny si sveglia sotto lo stupore di tutti;
  • Nell'episodio 05x06 (Cartmanlandia), vedendosi confiscato il denaro per risarcire la famiglia del bambino morto nel suo luna park, Cartman risponde "Chi, Kenny? Muore tutte le volte!";
  • Nell'episodio 04x07 (Fatti curare da un indiano), quando, vedendo Stan che si dispera davanti all'eventuale morte di Kyle, Kenny mugugna qualcosa di simile a "A te non importa quando muoio io!";
  • Nell'episodio 07x15 (È Natale in Canada), quando Kenny esita a venire in Canada per paura di morire (cosa che infatti succederà per la prima volta dopo tre stagioni), anche se Kyle non ci crede.
  • Nell'episodio 09x04 (Migliori amici per sempre) viene letto il testamento di Kenny, che comincia con "Vista l'alta probabilità che io muoia..."

Soltanto al termine della quinta stagione Kenny muore "definitivamente", con tanto di funerale, nell'episodio Kenny muore, perché gli autori avevano rinunciato a cercare nuovi modi per ucciderlo. Il suo corpo verrà cremato e in una puntata della sesta serie Cartman, introdottosi furtivamente nell'abitazione dei McCormick per cercare un biglietto per un buono-sconto del negozio di dolci che Kenny aveva con sé appena prima di morire, apre il contenitore delle ceneri dell'amico e, convinto che sia cacao in polvere, le mischia al latte e le beve. Successivamente Cartman si renderà conto dell'azione e gli servirà un esorcismo, eseguito dai genitori di Chef, per liberarsi dello spirito di Kenny. Dalla fine dell'ultimo episodio della sesta stagione, Slitta rossa abbattuta, Kenny riappare come nulla fosse mai accaduto, dicendo di essere stato nei dintorni. In seguito morirà solo in poche puntate.

La spiegazione definitiva sulle continue resurrezioni di Kenny si ha negli episodi 14x12, L'avvento di Mysterion e 14x13, Il procione contro il Procione e Amici dove Mysterion (il supereroe alter-ego di Kenny) rivela il suo superpotere: non può morire mai. Infatti, spiega, ogni volta che muore vede una luce, o l'inferno o il paradiso, ma il giorno dopo si risveglia nel suo letto come se non fosse successo nulla, senza che i suoi amici ricordino che è morto (cosa che lo fa molto arrabbiare, tanto da arrivare invano a suicidarsi più volte di fronte a loro). Alla fine si viene a sapere che ogni volta che Kenny muore, viene partorito dalla madre come neonato nel corso della notte, e messo a letto nel suo caratteristico vestito, dentro il quale si sveglierà al mattino cresciuto come al solito. Questo sembra sia una conseguenza della frequentazione da parte dei genitori di un culto devoto a Cthulhu prima della nascita di Kenny.

Solo nella puntata 01X10, Uno stronzo per amico, nonostante i continui lavori pericolosi assegnati dal signor Garrison, Kenny non muore; nella puntata 03X01 Salviamo la foresta pluviale viene colpito da un fulmine ma poi rianimato dalla ragazza che si era innamorata di lui, tanto da riuscire a ballare nel recital finale; e negli episodi 04x09 e 04x10 Kenny viene investito da un autobus che lo porta in Messico, ma sopravvive. In alcune puntate viene suggerito che sia il cappotto arancione di Kenny a portargli tanta sfortuna, visto che ne sono stati colpiti altri personaggi mentre erano vestiti in questo modo, tra cui Jimmy e Rob Schneider (il quale era anche posseduto dall'anima di Kenny, appena fuggita da Cartman). Nel film, inoltre, si vedono numerosi apparizioni fantasma del personaggio, che cerca di avvertire Cartman di cosa succederebbe se morissero Trombino e Pompadur.

Creazione del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Per crearlo, i due autori si sono ispirati ad un amico di Trey Parker, anche lui di nome Kenny, il quale a sua volta era il bambino più povero del quartiere ed indossava un giubbotto arancione che ne rendeva difficile la comprensione. La pratica di uccidere Kenny in ogni puntata delle prime stagioni dello show, è stata ispirata dalla vita reale del vero Kenny, il quale marinava spesso la scuola; quando Parker e i suoi amici notavano la sua assenza alla fermata dell'autobus, erano soliti scherzare figurandosi che fosse veramente morto, salvo comportarsi come se nulla fosse successo al suo ritorno.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]