Inazuma Eleven (manga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Inazuma Eleven
manga
Titolo orig. イナズマイレブン
(Inazuma Irebun)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Ten'ya Yabuno
Editore Shogakukan
1ª edizione giugno 2008 – 15 settembre 2011
Collanaed. CoroCoro Comic
Tankōbon 10 (completa)
Target kodomo
Generi spokon, fantascienza
Cronologia
  1. Inazuma Eleven
  2. Inazuma Eleven GO
Inazuma Eleven - La squadra delle meraviglie / Inazuma Eleven - Le nuove sfide
serie TV anime
Logo di Inazuma Eleven nella sigla iniziale Tachiagarīyo
Logo di Inazuma Eleven nella sigla iniziale Tachiagarīyo
Titolo orig. イナズマイレブン
(Inazuma Irebun)
Autori
  • Akihiro Hino
  • Atsuhiro Tomioka accreditato come "organizzazione della serie" (シリーズ構成 Shirīzu kōsei?) in giapponese, mentre i titoli italiani gli attribuiscono soltanto gli "sfondi"
Regia Katsuhito Akiyama
Character design
Animazione Masahito Sawada
Dir. artistica Chikara Nishikura
Studio
Musiche
Rete TV Tokyo
1ª TV 5 ottobre 2008 – 27 aprile 2011
Episodi 127 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 24 min
Reti it. Disney XD (prima TV ep. 1-30 e 66-116), Rai 2 (prima TV ep. 31-65 e 117-127), Toon Disney, Rai Gulp
1ª TV it. 1º giugno 2010 – 27 luglio 2012
Episodi it. 127 (completa)
Durata ep. it. 24 min
Censura it. solo riferimenti alla religione
Dialoghi it.
Direzione dopp. it. Guido Micheli
Generi spokon, fantascienza
Cronologia
  1. Inazuma Eleven - La squadra delle meraviglie / Inazuma Eleven - Le nuove sfide
  2. Inazuma Eleven GO

Inazuma Eleven (イナズマイレブン Inazuma Irebun?, lett. "Gli undici del fulmine"[1]), è un manga di calcio e fantascienza creato da Ten'ya Yabuno, basato sui primi tre videogiochi della serie omonima per Nintendo DS. È stato pubblicato da Shogakukan su CoroCoro Comic da giugno 2008 al 15 settembre 2011 e raccolto in 10 tankōbon.[2] La serie ha vinto il Kodansha Manga Award nella categoria "Manga per bambini"[3].

Dal videogioco è stato tratto anche un anime di 127 episodi diviso in tre saghe, prodotto da Level-5 e OLM e trasmesso da TV Tokyo dal 5 ottobre 2008[4] al 27 aprile 2011[5]. L'anime è stato trasmesso in Italia da Disney XD e Rai 2 da giugno 2010 a luglio 2012. È stato prodotto anche un film d'animazione in 3D intitolato Inazuma Eleven - Il Film - L'attacco della squadra più forte - Gli Ogre (劇場版 イナズマイレブン 最強軍団オーガ襲来 Gekijōban Inazuma Irebun - Saikyō gundan Ōga shūrai?, lett. "Inazuma Eleven - Il film - L'attacco dell'armata più forte Ogre"), uscito nei cinema in Giappone il 23 dicembre 2010[6] e trasmesso in televisione in Italia su Dinsey XD il 13 giugno 2014.

Dopo questa serie è stato trasmesso un nuovo anime intitolato Inazuma Eleven GO, tratto dall'omonimo videogioco, e successivamente è iniziato anche un omonimo manga.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prima Stagione - Il Football Frontier[modifica | modifica wikitesto]

Mark Evans è il portiere del club di calcio della Raimon Junior High (la parola Raimon significa "cancello del fulmine" ed è scritta 雷門; nella versione italiana dell'anime la pronuncia è anglicizzata in "Ræimon", mentre la pronuncia giapponese è "Raimon") e frequenta la seconda media. All'inizio solo sette membri risultano iscritti alla squadra, ma solo Mark si allena effettivamente. Tuttavia il nostro eroe continua costantemente ad incoraggiare gli altri membri affinché lo seguano nel suo sogno: partecipare al Football Frontier (フットボールフロンティア Futtobōru Furontia?).

Purtroppo i suoi incoraggiamenti non danno buoni frutti. Così Mark decide, sotto consiglio della sua amica Silvia, di allenarsi con alcuni bambini delle elementari, che giocano in una piccola squadra locale: l'Inazuma Kids FC; un pomeriggio, mentre Mark si sta allenando con i bambini, uno dei ragazzi per sbaglio tira il pallone contro due teppisti (che stavano lì per caso). Uno dei due tira un calcio a Mark e il secondo, di nome Arnold, calcia il pallone contro Maddie, una bambina che gioca nella squadra. Improvvisamente, però, un ragazzo di passaggio la salva colpendo il pallone con una potenza mai vista, scaraventandolo sulla faccia di Arnold. I due teppisti scappano e Mark, stupito dal suo tiro, chiede al ragazzo se frequenta la Raimon Junior High, ma lui lo ignora totalmente. Il giorno dopo, Mark scopre che il suo nuovo compagno di classe è proprio quel ragazzo, il cui nome è Axel Blaze; egli, infatti, si è trasferito dalla Kirkwood Junior High. Durante la pausa pranzo, Mark gli chiede ufficialmente di entrare in squadra, ma lui rifiuta ammettendo di aver smesso di giocare a calcio. Tempo dopo, Mark viene avvertito che lui e i suoi compagni devono giocare una partita contro la temibile Royal Academy (帝国学園 Teikoku Gakuen?), la squadra più forte del paese allenata dal pericoloso Ray Dark e capitanata dall'arrogante ma imbattibile trequartista Jude Sharp. Eccitato dall'idea di affrontare un simile avversario, Mark inizia così a cercare i giocatori mancanti, trovandone ben quattro disposti a giocare, tra cui l'arrogante William Glass che pretende di avere il numero 10 (il numero del giocatore più importante). Non avendo altre alternative, Mark accetta la proposta di Glass (con il disappunto di tutti i suoi compagni), e la partita può cominciare. Tuttavia il match non inizia a favore dei nostri eroi: 20 goal della Royal Academy stendono tutti i giocatori della Raimon. Nessuno è in grado di competere contro simili fenomeni. L'unico in piedi risulta Glass che però se le dà a gambe, impaurito. Nel fuggire, si toglie la maglia numero 10, e Axel, che stava spiando la partita, decide di sostituirlo, convinto dalla grinta di Mark. Con rinnovata fiducia, Mark neutralizza la Zona Micidiale della Royal Academy con la sua nuova tecnica micidiale: la Mano di Luce. Dopo averla parata, con un lungo lancio serve Axel che con il suo Tornado di Fuoco buca letteralmente le mani al portiere avversario Joe King, e la Raimon segna il suo primo goal. Ottenuto l'obiettivo di osservare in azione Axel, la Royal Academy abbandona la partita, lasciando vincere la Raimon a tavolino. Axel però lascia la maglia a Mark e non entra in squadra.

Il giorno dopo, Mark pensa di fare uno schema di gioco seguendo gli appunti di suo nonno, che era l'allenatore della mitica Inazuma Eleven. Nelly Raimon, la presidentessa, li avvisa che la prossima partita sarà contro la Occult (尾刈斗 Okaruto?), una squadra misteriosa nota per eseguire una maledizione sugli avversari. Mark quando ritorna da scuola incontra Axel e decide di seguirlo, notando che entra in un ospedale. Axel lo scopre e gli spiega che sua sorella Julia ha avuto un incidente alla finale dello scorso Football Frontier e per questo aveva giurato di non giocare mai più a calcio. Due giorni dopo, Nelly vede Axel osservare l'allenamento della Raimon, così lo convince a entrare nella squadra, dicendogli che sua sorella avrebbe voluto che continuasse a giocare, nonostante l'incidente. Nella partita contro la Occult, la squadra viene messa in grande difficoltà poiché la Occult è esperta in tecniche illusorio-ipnotiche basate su messaggi subliminali. Tuttavia, riesce a vincere per 4-3 grazie ad Axel e Kevin, che creano un attacco combinato chiamato "Dragon Tornado". Grazie a questo successo la Raimon può accedere alla fase regionale del Football Frontier. La prima del campionato regionale, vede la Raimon affrontare la Wild (野生 Nose?); conosciuta per il suo gioco aereo. Così Axel e Jack cercano di imparare la tecnica del "Trampolino Inazuma" (tecnica descritta nel quaderno segreto del nonno di Mark) e così liquidano senza problemi la Wild per 1-0. In questa partita, esordisce con il numero 13 un giovane che arriva direttamente dall'America: Bobby Shearer. Quest'ultimo ha giocato nella Royal Academy, e si è da poco iscritto alla Raimon. Nella successiva partita affrontano la Brainwashing (御影専農 Mikage Sennō?), squadra capitanata dal portiere Thomas Feldt. La squadra mette in seria difficoltà la Raimon nel primo tempo; ma Mark, col suo ideale di gioco, insegna alla Brainwashing il bello del calcio: l'imprevedibilità. A fine partita, inoltre, il portiere Feldt cambia personalità: dall'essere un vero e proprio "cyborg" senza sentimenti ne passioni, diventa un giocatore normale a tutti gli effetti e amico di Mark. Con una rete segnata da Mark e Axel e un goal di quest'ultimo con Kevin, la Raimon supera gli avversari per 2-1. È da notare che l'allenatore di questa squadra era alleato di Dark. In semifinale, l'avversaria è la Otaku (秋葉名戸 Shūyō Meito?), una squadra di appassionati di manga, che viene sconfitta dall'inaspettato goal di William Glass per 2-1. Un terribile avvenimento però, sconvolge tutta la squadra: Bobby Shearer e il professor Wintersea (l'allenatore della squadra) sono delle spie della Royal Academy. Wintersea viene allontanato, mentre Bobby (che viene perdonato dalla Raimon poiché ha rivelato il loro piano) viene reintegrato da Mark e compagni. Da quel momento ritorna il ragazzo buono e gentile di un tempo, giocando ogni partita con i suoi amici della Raimon. La finale del campionato regionale vede la Raimon scontrarsi contro la temibile Royal Academy, che nel frattempo ha cacciato Dark poiché Jude si è accorto pochi minuti prima della partita di una trappola che Dark aveva architettato per danneggiare i giocatori della Raimon. La partita viene vinta dalla Raimon per 2-1 grazie al "Doppio Trampolino Inazuma" di Mark e Axel. Dopo aver sconfitto la Royal Academy nella finale del campionato regionale, la Raimon si qualifica automaticamente per il Football Frontier mentre Jude Sharp rimane sempre più affascinato dalla grinta di Mark. Tuttavia il dominio di Dark non finisce in quanto diventa l'allenatore di una nuova e terribile squadra, fino ad ora sconosciuta: la Zeus Junior High (世宇子 Zeusu?). Proprio quest'ultima negli ottavi di finale del Football Frontier affronta e distrugge per 10-0 proprio la Royal Academy, infortunando tutti i membri sotto gli occhi di Jude (che era in panchina essendo infortunato).

Nel corso del Football Frontier, la Raimon deve vedersela con squadre di alto livello. Negli ottavi di finale incontrano la Shuriken Junior High (戦国伊賀島 Sengoku Igajima?), capitanata da Sail Bluesea; è una squadra formata da giocatori esperti in tecniche ninja. La partita vede in vantaggio la Shuriken per 1-0 con la rete segnata da Bluesea stesso. La Raimon ribalta tuttavia il risultato e grazie a Nathan e ad Axel; la partita finisce quindi sul punteggio di 2-1 per la Raimon. La successiva avversaria nei quarti di finale è la Farm Junior High (千羽山 Senbayama?), una squadra di campagna, famosa per l'imbattibilità del portiere Albert Green che con la tecnica della Muraglia Infinita, applicata da lui e due difensori, ha reso la sua porta inviolabile. In questa partita viene inaugurato l'esordio di Jude; questo innesto è molto importante, infatti per la prima volta i giocatori della Raimon riescono a trovare un equilibrio nel loro gioco. Tuttavia nessuno dei nostri eroi riesce a perforare l'invincibile barriera difensiva della Farm, che alla fine del primo tempo sta già vincendo per 1-0. Ci penseranno Jude, Mark e Axel con una nuova e potentissima tecnica micidiale: "l'Ariete Inazuma". Proprio grazie a questa nuova tecnica, la Raimon s'impone per 2-1 e conquista l'accesso alla semifinale. Nel frattempo, alla Raimon, un ragazzo curioso proveniente dall'America va a fare visita alla sua cara vecchia amica Silvia (e anche a Bobby, il quale non sapeva che fosse lì anche lui). È Erik Eagle, detto "il mago del pallone", che era stato creduto morto. Quest'ultimo diventa subito grande amico di Mark, e proprio con lui e Bobby svilupperà una tecnica che già era riuscito a completare con Bobby e Malcolm Night (vedi sotto): il "Tri-Pegaso". A quel punto, colpito dall'energia di Mark, Erik decide di restare alla Raimon come studente, annullando quindi il suo rientro in America. Diventa a tutti gli effetti un giocatore della squadra, e la sua maglia avrà il numero 16. Ripreso in torneo, la Raimon scopre che la sua avversaria in semifinale è la Kirkwood (木戸川清修 Kidokawa Seishū?). Quest'ultima è l'ex-squadra di Axel ed è capitanata dai tre fratelli Murdock. Anche Malcom Night, amico di Bobby, Silvia ed Erik, gioca in questa squadra. Grazie alla tecnica del Tri-Pegaso, ed alla sua evoluzione, il Volo della Fenice, la Raimon sconfigge la Kirkwood per 3-2 e si aggiudica un posto per la finalissima. Nel frattempo la Zeus ha letteralmente distrutto l'altra semifinalista, la Karimya Junior High, per 10-0.

Prima della finale, Mark scopre una nuova tecnica segreta: la "Mano del Colosso". Tuttavia si scoprirà difficilissima da eseguire e applicare. Arriva il giorno della finalissima: i ragazzi della Raimon entrano nello stadio della Zeus, e dopo essersi sistemati, compaiono i loro misteriosi ma potentissimi avversari, capitanati dal seducente Byron Love. Prima di iniziare, i giocatori della Zeus bevono una strana sostanza chiamata "Nettare degli Dei". Dark, intanto, osserva la partita dalla sua postazione oscura. Mark sa di non poter eseguire la Mano del Colosso, e deve accontentarsi della sua fedele Mano di Luce. Ma essa si rivela inefficace: dopo pochi minuti gli attaccanti della Zeus (incluso Love) portano la Zeus sul punteggio di 3-0. Il portiere Paul Syddon neutralizza qualsiasi conclusione della Raimon (persino il Dragon Tornado e il Volo della Fenice). A causa della forza degli avversari, i nostri eroi si ritrovano in dieci per gli infortuni di Willy, Tod, Max, Kevin e Timmy. Nel frattempo, Nelly, Silvia e Celia scoprono che il Nettare degli Dei altera le condizioni del corpo umano e cercano di informare la polizia. La partita nel frattempo prosegue in modo drammatico: Jonas Demetrius, Henry House e lo stesso Love mettono in seria difficoltà i giocatori della Raimon e impegnano seriamente Mark, che si salva come può. Prima dell'inizio del secondo tempo, Mark indossa i leggendari guanti di suo nonno, affinché il suo spirito possa guidarlo. Love è pronto per eseguire il "Colpo Supremo" e neutralizzare Mark, ormai sfinito. Ma mentre il capitano della Zeus sta per eseguire il suo Colpo Supremo per annientare definitivamente il portiere della Raimon, Mark però, guardando la bruciatura sul guanto sinistro del nonno, capisce che volevano dire i disegni sul quaderno e riesce ad eseguire la "Mano del Colosso". Love prova diverse volte a segnare, ma Mark gli nega tutti i tiri. Colpiti dalla forza di Mark, Jude e Axel battono Syddon con un tiro combinato formato dal "Tornado di Fuoco" e il "Calcio Gemello", portando la Raimon sul 3-3. Il sigillo finale lo siglano Mark, Bobby ed Erik che usano il Volo della Fenice, e Axel dà la spinta finale con il "Tornado di Fuoco": la tecnica è chiamata "Tornado Finale". La Raimon vince e compie una grandiosa rimonta, conquistando quindi il prestigioso Football Frontier. Dark, intanto, viene arrestato dall'ispettore Smith perché il Nettare degli Dei altera le condizioni del corpo umano.

Seconda Stagione - L'Alius Academy[modifica | modifica wikitesto]

Mentre la Raimon sta tornando a casa dopo la vittoria contro la Zeus, Mark avvista nel cielo degli strani palloni neri, che iniziano a distruggere tutto ciò che incontrano. Distruggono principalmente le scuole, e tra quelle distrutte figura anche quella della Raimon. L'artefice di queste devastazioni si scopre essere una misteriosa accademia extraterrestre, la Alius Academy (エイリア学園 Eiria Gakuen?), che minaccia di conquistare la Terra e per questo ha mandato molte delle sue squadre per l'invasione. La prima di queste è la Gemini Storm (ジェミニストーム Jemini Sutōmu?), capitanata dall'arrogante Janus, che rade al suolo la maggior parte delle scuole del paese e infortuna Jim, Sam, Steve, Max e Timmy (costringendoli a rimanere all'ospedale), sconfiggendo per 20-0 la Raimon nella prima partita. Il giorno dopo Mark e compagni arrivano nel luogo dove era stata inaugurata una statua (distrutta dagli alieni). Lì incontrano la figlia del primo ministro, Victoria Vanguard, che li sfida a calcio, credendoli degli alieni. La Raimon sconfigge la Secret Service (SP Fixers, SPフィクサーズ Esu Pī Fikusāzu?) per 1-0 e Victoria si unisce alla squadra, letteralmente affascinata da Mark. Questo nuovo innesto, però, non servirà alla Raimon per sconfiggere gli avversari: infatti vengono surclassati per 32-0. Lina Schiller, subito dopo, caccia Axel dalla squadra ritenendolo inutile, con grande rabbia dei giocatori della Raimon (primo su tutti Kevin). La Raimon, su consiglio della Schiller, si reca nella regione di Hokkaido per trovare un potentissimo giocatore chiamato Shawn Froste, che gioca come attaccante-difensore nell'Alpine Junior High (白恋 Hakuren?). Viste le sue grandi ed incredibili potenzialità, la Raimon lo assume (con il gran disappunto di Kevin). Tuttavia, Froste si presenta come un ragazzo scialbo e innocuo, ma in lui coesistono due personalità. La Gemini Storm si presenta alla sede dell'Alpine per sfidare una terza volta la Raimon. La squadra capitanata da Mark, grazie a Shawn e all'allenamento, s'impone per 2-1 sugli alieni. Lo stesso Kevin, nonostante la nuova rivalità con Shawn, segna un bellissimo goal con la sua nuova tecnica: il Drago Alato (Wyvern Crash). Lasciata Hokkaido, la Raimon scopre che la sua vittoria contro l'Alius Academy è solo temporanea: altre squadre aliene minacciano di conquistare la Terra e distruggere la Raimon. La successiva avversaria è la Epsilon (イプシロン Ipushiron?), capitanata da Dvalin, un portiere di eccezionale qualità che si dimostrerà essere anche un potentissimo attaccante. La Epsilon sfida la Cloister Divinity School (漫遊寺 Man'yūji?), dove la Raimon è in visita, e la Cloister si rifiuta di giocare poiché i giocatori non giocano, ma meditano. Di fronte al rifiuto, Dvalin distrugge la scuola sotto gli occhi e gli sguardi ammutoliti degli studenti. La Cloister non ha altra scelta: deve giocare. La partita viene successivamente persa dalla Cloister per 15-0. La Raimon coglie la palla al balzo e sfida la Epsilon, facendo esordire il dispettoso Scott Banyan con il numero 6, ma viene sconfitta per 1-0, in quanto Dvalin fa durare la partita per tre minuti. Alla fine, Dvalin avverte Mark e compagni che la Epsilon sarebbe ritornata per la sfida decisiva. Successivamente, lasciata la Cloister, la Raimon va a Ehime dove incontra Caleb Stonewall, un ragazzaccio allievo di Dark che sfida la Raimon in compagnia dell'Absolute Royal Academy (真・帝国学園 Shin Teikoku Gakuen?, lett. "Vera Royal Academy"), dove si sono uniti anche Joe King e David Samford, i grandi amici di Jude. La partita termina sull'1-1, ma l'esito è drammatico: David s'infortuna gravemente a causa del Pinguino Imperatore N° 1, una tecnica proibita e altamente dannosa per chi la esegue, e Kevin viene ferito gravemente da Stonewall. Anche Joe King esegue una tecnica proibita e pericolosa, il Morso della Belva, ma s'infortuna in modo lieve. Dark, dopo la partita, riesce a fuggire dalla postazione in fiamme. A causa di un bruttissimo intervento di Stonewall, Kevin viene tagliato fuori dalla squadra poiché infortunato. Nella regione di Osaka, la Raimon incontra Suzette Hartland, una giovane attaccante follemente innamorata di Erik. Ella gioca nella Tripla C di Osaka (Ōsaka Gals CCC, 大阪ギャルズCCC Ōsaka Gyaruzu Shī Shī Shī?), una squadra composta da sole donne. Suzette sfida quindi la Raimon, per contendersi Erik; la Tripla C viene surclassata con un devastante 4-1, con doppiette di Erik e Shawn. Suzette, in seguito, si unisce alla Raimon e rivela a Mark e compagni una struttura segretissima dove lei e le sue compagne si allenano. La struttura d'allenamento si rivela essere della Epsilon, che appare subito dopo per la sfida decisiva. La partita termina sul punteggio di 1-1, con le squadre al meglio della forma. Per la prima volta, Shawn non riesce a controllare le sue due personalità, e la sua Tormenta Glaciale viene fermata più e più volte da Dvalin (tranne in occasione del goal). La Epsilon annuncia nuovamente che ci sarà un'altra sfida, la decisiva. Giorni dopo, la Raimon si reca alla Fauxshore Junior High (陽花戸 Yokato?) per prendere un quaderno con gli appunti segreti del nonno di Mark riguardo ad una tecnica potentissima: il Pugno di Giustizia. Lì fanno la conoscenza del portiere Darren LaChance e della sua squadra, la Fauxshore. Darren è un ragazzo simpatico, grande ammiratore di Mark e abilissimo nel saper eseguire la Mano di Luce e poi la Mano del Colosso. La Raimon e la Fauxshore si affrontano e quest'ultima viene sconfitta per 4-0. Quella notte, Xavier (già comparso in precedenza alla Cloister) fa visita a Mark dicendogli che la sua squadra l'avrebbe affrontato il giorno dopo. La sua squadra, in realtà, è la più potente della Alius Academy: la Genesis (The Genesis, ザ・ジェネシス Za Jeneshisu?). Lui si rivela essere il capitano con il nome di Xene. La Raimon affronta la Genesis, ma viene sconfitta per 20-0, e la Mano del Colosso di Mark risulta inefficace contro i semplici tiri di Xene. Il giorno dopo, tutti sono tristi e stravolti per la notizia dell'abbandono di Nathan e di Tod. Mark cade in depressione, ma la determinazione e la forza di Darren (che si allena per eseguire la Mano del Colosso, con successo) lo fanno riprendere. La Raimon riparte alla ricerca del misterioso "Bomber di Fuoco", e Darren si unisce alla squadra. Nei pressi di Okinawa, la Raimon fa la conoscenza di Thor Stoutberg, un ragazzo onesto e bonario bravissimo in difesa, che però rifiuta di entrare in squadra per poter accudire i suoi fratellini. La Raimon incontra un altro ragazzo, che dice di essere il Bomber di Fuoco: Claude Beacons. Dopo un provino, però, si rivela essere il cattivissimo Torch, ovvero il capitano della Prominence (プロミネンス Purominensu?). Scampato il pericolo, la Raimon fa la conoscenza di un altro ragazzo di Okinawa, Hurley Kane. Quest'ultimo dimostra subito una forte simpatia per Mark e compagni, e li sfida a calcio con la sua squadra (che è la squadra più forte di Okinawa): la Mary Times Memorial (大海原 Ōmihara?). La partita viene vinta per 1-0 dalla Raimon grazie al Volo della farfalla eseguito da Suzette e Victoria, e a fine partita Kane si unisce alla Raimon. Mark si allena duramente con l'aiuto di Hurley e, alla fine, riesce ad imparare la tecnica micidiale del Pugno di Giustizia. Improvvisamente, la Epsilon (chiamata Epsilon Plus) compare nuovamente e sfida la Raimon, per la terza volta. La partita è molto combattuta, e sia Mark che Dvalin neutralizzano senza problemi le conclusioni a rete. L'equilibrio nella personalità di Shawn si rompe dopo che la Tormenta Glaciale è stata fermata ancora da Dvalin, e il ragazzo cade in campo sconvolto. Nel secondo tempo Dvalin, stufatosi di stare in porta e di neutralizzare senza batter ciglio le conclusioni della Raimon, si scambia di ruolo con il centravanti Zell, diventando lui attaccante. Dvalin dimostra grande abilità nel dribbling e nella velocità e anche nel tiro: il suo Calcio Interdimensionale (Gungnir) riesce a perforare il Pugno di Giustizia e a portare in vantaggio la Epsilon Plus. L'inatteso arrivo di Axel Blaze ribalta le sorti dell'incontro; l'attaccante segna due goal eccezionali: il primo goal lo segna con il Tornado di Fuoco (di livello superiore al normale) perforando Zell, e il secondo con una nuova tecnica micidiale, la Tormenta di Fuoco, perforando stavolta la Trivella Spaziale di Dvalin (che si era scambiato nuovamente di ruolo con Zell ritornando portiere); le due realizzazioni consentono alla Raimon di sconfiggere definitivamente la Epsilon. Poco dopo, un'altra squadra sfida la Raimon: la terribile Diamond Dust (ダイヤモンドダスト Daiyamondo Dasuto?), capitanata dal potente Gazel. La Raimon pareggia 2-2 con la Diamond Dust grazie al provvidenziale intervento di Byron Love, ex-attaccante della Zeus che subentra a Suzette Hartland. La partita contro la Chaos (The Chaos, ザ・カオス Za Kaosu?), la squadra creata da Gazel e Torch, e contenente cinque giocatori della Diamond Dust e sei della Prominence, si blocca sul punteggio di 11-7 per la Chaos a causa dell'interruzione di Xene. In questa partita viene inaugurato l'esordio di Mark come libero con il numero 15 e di Darren come portiere della Raimon con il numero 1. Tuttavia, Love si infortuna gravemente nel tentativo di attaccare la difesa avversaria e di conseguenza abbandona la squadra. La Raimon si rende conto che è giunto il momento di scontrarsi nuovamente contro la potentissima Genesis. Per questo si reca sul monte Fujii, precisamente in un'enorme stazione spaziale dentro la quale c'è lo stadio della Genesis. Lì Mark e compagni fanno la conoscenza del padre di Lina Schiller, il sig. Astram Schiller, il quale rivela loro che i membri della Alius Academy non sono veri alieni, bensì esseri umani modificati dalla Pietra di Alius, un meteorite caduto sulla Terra che potenzia le abilità sportive del corpo umano (meglio ancora del Nettare degli Dei). Si scopre anche che il sig. Schiller sfrutta i giocatori della Alius Academy per i suoi loschi scopi. Nella seconda e ultima sfida Xene, Bellatrix e Wittz (gli attaccanti della Genesis) mettono in seria difficoltà Darren con le loro tecniche: Supernova e Pinguino Spaziale. Shawn invece riesce a trovare un giusto equilibrio con le sue personalità e sfodera una nuova, potente tecnica: Il Richiamo del Lupo. Il sigillo finale viene siglato da Mark, Axel e Shawn con una tecnica micidiale formidabile: l'Energia della Terra, usata grazie ai sentimenti di tutti i giocatori della Raimon. La partita finisce a favore della Raimon per 4-3 ma, dopo l'arresto del sig. Schiller, deve vedersela con una nuova squadra controllata dalla pietra di Alius, fondata dall'ex-tirapiedi del sig. Schiller Godric Wyles: i Dark Emperors (ダークエンペラーズ Dāku Enperāzu?). Di questa squadra fanno incredibilmente parte tutti i membri della Raimon che erano stati esclusi tra cui Nathan, Jim, Steve, Max, Kevin, Timmy, Sam e Tod. Anche il portiere (amico di Mark) Thomas Feldt, Shadow e Malcom Night (difensore della Kirkwood e grande amico di Erik, Bobby e Silvia) si sono uniti a questa squadra. La partita è a sfavore della Raimon: alla fine del primo tempo sono già sotto di due goal di Shadow e Kevin, e la squadra non riesce a trovare il goal. Nel secondo tempo, invece, la squadra riesce a pareggiare grazie a Shawn e Axel. Ma quando tutto sembra a favore della Raimon, Nathan, Kevin e Max riescono a portare la partita sul 3-2 con la Fenice Oscura. Darren s'infortuna gravemente alla mano, e Mark decide di sostituirlo, con grande gioia da parte di Nathan (che voleva a tutti i costi sfidarlo). A quel punto, Mark usa la Mano di Luce per bloccare i tiri dei Dark Emperors, nella speranza che essa possa far ricordare a Nathan e agli altri il loro passato. E ci riesce: Mark riesce ad eliminare l'effetto della pietra e tutto torna normale. La partita si chiuderà successivamente sul 3-3. Mentre Mark è acclamato da tutti i suoi compagni, Victoria lo bacia su una guancia, lasciando di stucco Silvia e Nelly mentre Gregory Smith, l'ispettore, arresta Godric Wyles.

Terza Stagione - Il Football Frontier International (FFI)[modifica | modifica wikitesto]

Nella terza saga si forma una selezione di giocatori, detta Inazuma Japan (イナズマジャパン Inazuma Japan?), costituita da:

  • (1/15) Mark Evans (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) portiere/libero;
  • (2) Nathan Swift (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) difensore-centrocampista;
  • (3) Jack Wallside (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) difensore;
  • (4) Hurley Kane (Mary Times Memorial High School, Mary Times Memorial) difensore;
  • (5) Tod Ironside (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) difensore, si ritirerà poiché infortunato per il resto del torneo;
  • (6) Scott Banyan (Cloyster Divinity School, Cloyster) difensore;
  • (7) Archer Hawkins (nessuna scuola) difensore-centrocampista;
  • (8) Caleb Stonewall (Absolute Royal Academy, poi Royal Accademy; Absolute Royal/Royal) centrocampista;
  • (9) Shawn Froste (Alpine High School, Alpine) attaccante-difensore, si ritira dal torneo per un breve periodo di riposo a causa di un infortunio;
  • (10) Axel Blaze (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) attaccante;
  • (11) Austin Hobbes (Raimon Elementary School) attaccante;
  • (12) Thor Stoutberg (Mary Times Memorial High School, Mary Times Memorial) difensore-centrocampista;
  • (13) Jordan Greenway (Alius Accademy, Gemini Storm) centrocampista, si ritirerà poiché infortunato per il resto del torneo;
  • (14) Jude Sharp (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) centrocampista;
  • (16) David Samford (successivamente) (Royal Academy, Royal) centrocampista; non sarà scelto per partecipare al Girone Asiatico.
  • (17) Kevin Dragonfly (successivamente) (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) attaccante; non sarà scelto per partecipare al Girone Asiatico.
  • (18) Xavier Foster (Alius Academy, Genesis) centrocampista-attaccante;
  • (20) Darren LaChance (Fauxshore Jr. High, Fauxshore) portiere/centrocampista

Nota: ci sono anche Marvin Murdock (Kirkwood, numero 19), Shadow Cimmerian (Raimon, numero 21), Maxwell Carson (Raimon, numero 22) e Isaac Glass (Raimon, numero 23), ma non vengono selezionati per partecipare al FFI.

I padroni dell'oceano: Inazuma contro Big Waves[modifica | modifica wikitesto]

Questa selezione parteciperà al Football Frontier International (フットボールフロンティアインターナショナル Futtobōru Furontia Intānashonaru?). Prima però devono qualificarsi, affrontando alcune squadre della selezione asiatica. La prima partita del girone asiatico vede l'Inazuma Japan affrontare i temibili Big Waves (ビッグウェイブス Biggu Weibusu?, squadra senza nome nella versione italiana) dell'Australia, capitanati da Dolph Hensen, uno strategico centrocampista.

Per l'occasione il mister Travis ha deciso di non far uscire i suoi giocatori dal loro dormitorio, per rinforzare le loro capacità. Tutti accettano, eccetto Austin che esce per una commissione urgente, Hurley che scappa di nascosto e Archer che chiede di sua spontanea volontà a Travis di uscire. Mark e gli altri sono molto dubbiosi sulle effettive capacità di Travis. Arriva il giorno della partita: l'Inazuma si fa subito vedere nella metà campo australiana con Jude, ma subito Hensen e i suoi compagni lo bloccano con la loro tattica micidiale del Bunker Asfissiante (Box Lock Defense), una potentissima tattica micidiale che blocca gli avversari, impedendo loro qualsiasi manovra offensiva. Difatti, Jude perde la palla e l'attaccante australiano Joe Dawes tira a rete con la tecnica Megalodonte che Mark, con il suo Pugno di Giustizia Livello 2, non riesce a bloccare: 1-0. L'Inazuma prova a contrattaccare ma vengono sempre bloccati dagli australiani. Grazie ad un suggerimento di Travis, Jude trova il modo di rompere tale tattica micidiale, e tutto questo grazie all'allenamento che il centrocampista aveva effettuato nella sua stanzetta (e viene quindi spiegato il senso della chiusura dei nostri eroi nel loro dormitorio). Nonostante ciò, il portiere avversario Whalon blocca sia il Richiamo del Lupo di Shawn che la Tormenta di Fuoco di Axel per mezzo della sua potente tecnica della Barriera Oceanica (Great Barrier Reef). La partita sta per volgere al termine, e neanche l'ingresso in campo del talentuoso Austin Hobbes può cambiare le sorti dell'incontro. Come se non bastasse, Jude s'infortuna ed è costretto ad uscire e a quel punto Travis decide che l'unico giocatore in grado di segnare è Hurley Kane. Infatti quest'ultimo riesce, dopo un tentativo fallito, a tirare in porta con la sua nuova tecnica micidiale Il Tifone. Whalon tenta di bloccarlo con la sua tecnica, ma il tiro di Hurley buca il muro acquatico e l'Inazuma pareggia: 1-1. Anche Mark riesce a farsi valere bloccando con il Pugno di Giustizia Livello 3 il Megalodonte di Dawes. Su passaggio di Austin, infine, Axel segna il goal della vittoria con la sua nuova tecnica Avvitamento Esplosivo. L'Inazuma passa quindi alla fase successiva nel girone asiatico.

Il ruggito di Austin: Inazuma contro Leoni del Deserto[modifica | modifica wikitesto]

I prossimi avversari sono i Leoni del Deserto, nome originale Desert Lion (デザートライオン Dezāto Raion?), la nazionale del Qatar, capitanati da Bilalh Kaile. Sono giocatori dotati di una grande resistenza al caldo. I nostri eroi, nonostante questo, affrontano a viso aperto gli avversari e alla fine del primo tempo si ritrovano in vantaggio di ben due goal, siglati da Nathan con la sua Parabola Micidiale e da Xavier con la sua Meteora Dirompente. In realtà i Leoni del Deserto hanno preparato ai giapponesi una trappola: infatti, nel secondo tempo, i nostri eroi risultano stanchi a causa del forte caldo e le loro conclusioni a rete vengono neutralizzate facilmente dal portiere Nasir per mezzo del Vortice di Sabbia. Sul ritmo di questo secondo tempo, i Leoni accorciano le distanze con una rete di Majdi Ismail che spinge anche Hurley nella porta (che aveva tentato invano di difenderla). A questo punto Austin entra in campo, ma è ancora insicuro e incerto e non riesce a tirare a rete. Nel finale i Leoni del Deserto tirano a rete con Bilalh con il suo Sole del Deserto (Mirage Shot) ma Mark gli nega il goal con il Pugno di Giustizia Livello 3. Ma nonostante ciò, gli avversari pareggiano con un colpo di testa di Zach Abdulla che soprende Mark, e le speranze di vittoria dei giapponesi si fanno sempre più vacue. A quel punto Axel, furioso, incoraggia Austin a reagire e le sue parole fanno breccia nel cuore di Hobbes, che capisce quindi di non essere solo. Per questo Hobbes tira a rete con il suo tiro, fino ad ora tenuto nascosto, il Ruggito della Tigre che Nasir non riesce a fermare e l'Inazuma vince proprio allo scadere, portandosi sul 3-2 e arrivando quindi in finale.

La minaccia della Neo Japan[modifica | modifica wikitesto]

Giorni dopo alla Raimon, dove la Inazuma si allena, si presenta una squadra capitanata da una vecchia conoscenza di Mark, Dave Quagmire (Dvalin) e allenata da Lina Schiller, la Neo Japan (ネオジャパン Neo Japan?). Oltre a Dave, fanno parte della squadra Joe King, Joan Tassman, Sail Bluesea, Jonas Demetrius, Henry House, Neil Turner, Tyler Murdock, Daniel Hatch, Alan Master, Zell e altri giocatori. La partita contro la Neo Japan viene organizzata per decidere quale delle due squadre dovesse continuare il torneo per rappresentare il Giappone. Gli avversari si dimostrano molto più forti del previsto e l'Inazuma non riesce a superare la potente difesa della Neo Japan. Riescono a trovare uno spiraglio ma il tiro di Shawn, il Richiamo del Lupo, viene bloccato da King con la tecnica Trivella Spaziale Livello 2, originaria di Dave quando giocava nella Epsilon. Ricevuta la palla proprio da Dave, Neil Turner tira a rete con il Calcio Interdimensionale livello 2 che Mark non riesce a fermare con il Pugno di Giustizia Livello 3 e la Neo Japan passa in vantaggio. Nel secondo tempo, però, Axel non fallisce e trova il pareggio con la sua Tormenta di Fuoco. Lyna Schiller corre quindi ai ripari e fa entrare i due difensori Henry House (originariamente attaccante nella Zeus) e Mark Hillvalley della Farm. Con un nuovo tiro di Axel a questo punto la partita si direbbe conclusa, e invece King, Hillvalley e Bargie bloccano il tiro con la potente Muraglia Infinita, tecnica originaria della Farm. L'Inazuma attacca a valanga ma il muro avversario non si distrugge; la Neo Japan di rimando continua ad attaccare ma Mark neutralizza con il suo Pugno di Giustizia Livello 4 ben due conclusioni, la Meteora Rimbalzante di Zell e il Colpo Supremo di Dave. A questo punto Travis fa entrare Archer e Darren e quest'ultimo prende il posto di Mark in porta, e questi diventa difensore. La Neo Japan effettua la sua ultima e definitiva conclusione a rete con il Triangolo Z ma inaspettatamente Hawkins blocca il tiro, permettendo a Darren di pararlo facilmente. Su rilancio di Darren, Mark, Jude e Axel tirano a rete con l''Ariete Inazuma livello 2 che sbriciola la Muraglia Infinita e regala all'Inazuma la vittoria: 2-1. L'Inazuma Japan rimane quindi la nazionale giapponese effettiva.

La finale delle qualificazioni: Inazuma contro Fire Dragon[modifica | modifica wikitesto]

Arriva il giorno della finale e vengono rivelati ai giapponesi i loro avversari, i Fire Dragon (ファイアードラゴン Faiā Doragon?), la nazionale della Corea del Sud, capitanata dal più famoso e potente centrocampista della Corea, Changsu Choi. Oltre a lui, in questa squadra giocano vecchie conoscenze di Mark e compagni: Byron Love, Bryce Whitingale (Gazel) e Claude Beacons (Torch). Travis però comunica ai suoi giocatori che non schiererà Mark come titolare, poiché quest'ultimo non ha ancora capito cosa deve fare per essere in sintonia con i suoi compagni. Infatti Jude viene nominato capitano e il posto di Mark viene preso da Darren. Fin dai primi minuti di gioco la partita si rivela combattutissima ma, nonostante la fama dei coreani, l'Inazuma passa subito in vantaggio grazie al Tuono del Lupo, una nuova tecnica combinata di Thor Stoutberg e Shawn che Jung So, il portiere coreano, non riesce a bloccare con la sua Scarica Esplosiva. La Corea però pareggia grazie alla Meteora Infuocata di Beacons che Darren non riesce a bloccare con la Mano Insuperabile Livello 5. I coreani raddoppiano subito dopo grazie alla nuova Tecnica Micidale di Love, l'Ariete Supremo, portandosi sul 2-1. A complicare le cose ci si mette anche Changsu Choi con la sua terribile tattica micidiale del Pressing Perfetto che impedisce ai nostri eroi di attaccare; questa tattica, inoltre, infortuna ben quattro giocatori, tra cui Jude che viene mandato in panchina senza sostituzione; l'Inazuma è quindi costretta a giocare in dieci uomini il resto della sfida. A quel punto Travis decide di far entra in campo lo scorbutico e arrogante Caleb Stonewall, fino ad ora tenuto in panchina dall'inizio del torneo. Stonewall non s'intende con i suoi compagni e rischia di complicare le cose, ma in realtà egli sta facendo di tutto per aiutarli, e dopo aver sentito la sua storia da Seymour Hillman (lì presente in panchina) Jude capisce tutto e rientra in campo, in tempo per sviluppare, proprio con Caleb, una nuova tecnica micidiale combinata, il Campo di Forza che sbaraglia Changsu Choi e la difesa coreana. Sul pallone accorrono Nathan e Jack che tirano a rete con la loro nuova tecnica combinata, la Turbina Volante che batte Jung So e permette all'Inazuma di pareggiare: 2-2. Colpito dalla grinta dei suoi compagni, Mark finalmente capisce ciò che Travis gli voleva dire e finalmente scende in campo tornando capitano. Con il suo ingresso, Evans riesce a neutralizzare l'Ariete Supremo grazie al suo Pugno di Giustizia Livello 5. Ma era solo una trappola, perché Love, Whitingale e Beacons tirano a rete sul pallone respinto con una nuova e micidiale tecnica: l'Ariete del Chaos. Mark tenta la parata con la sua tecnica ma fallisce e i coreani passano in vantaggio: 3-2. Non tarda ad arrivare però il pareggio: concentrandosi, Xavier ci riprova e tira a rete nuovamente con la sua Meteora Dirompente questa volta di Livello 2 e non fallisce: 3-3. E se Axel e Austin sono ancora in difficoltà nel realizzare la loro tecnica combinata, Archer riesce invece a fermare il devastante tiro coreano mediante la sua nuovissima tecnica, finora tenuta celata, il potente Attacco Volante. Poco dopo, però, Love recupera il pallone e, superata la difesa, si accinge a concludere l'incontro con l'Ariete del Chaos, ma Mark blocca il tiro con la sua nuova tecnica micidiale del Martello del Colosso. Colpito dalle parole di Mark, Axel ritrova tutta la sua grinta e insieme ad Austin tira a rete con la loro nuova tecnica combinata, il Ruggito di Fuoco che sbaraglia Jung-So e porta i giapponesi sul 4-3. Changsu Choi, però, non si arrende e spinge ancora in avanti la sua squadra ed incita il trio coreano a segnare. Love, Beacons e Whitingale ci riprovano, Mark sembra in difficoltà seppur usando la sua nuova tecnica Martello del Colosso e invece neutralizza miracolosamente il tiro. E proprio in quel momento giunge il fischio dell'arbitro: l'Inazuma accede al FFI.

L'inizio del Mondiale: Inazuma contro I Cavalieri della Regina[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver superato il girone asiatico, la squadra si concentra sul FFI. Il torneo si svolge sull'Isola Liocott (ライオコット島 Raiokotto-tō?) ed è diviso in due gruppi da cinque squadre ciascuna, che si affrontano come in un normale campionato. Le prime due classificate passano automaticamente alla semifinale, per poi alla finale. L'Inazuma viene inserita nel gruppo A insieme a:

  • I Cavalieri della Regina, nome originale Knights of Queen (ナイツオブクィーン Naitsu obu Kwīn?), squadra dell'Inghilterra;
  • L'Impero, nome originale The Empire (ジ・エンパイア Ji Enpaia?), squadra dell'Argentina;
  • L'Unicorno, nome originale Unicorn (ユニコーン Yunikōn?), squadra degli Stati Uniti d'America;
  • la Orfeo, nome originale Orpheus (オルフェウス Orufeusu?), squadra dell'Italia.

Il gruppo B invece comprende:

  • i Matador Scarlatti, nome originale Red Matador (レッドマタドール Reddo Matadōru?): nazionale della Spagna;
  • Il Regno, nome originale The Kingdom (ザ・キングダム Za Kingudamu?), nazionale del Brasile;
  • i Piccoli Giganti, nome originale Little Gigant (リトルギガント Ritoru Giganto?), nazionale del Cotarl, paese fittizio che richiama il Congo;
  • i Grifoni della Rosa, nome originale Rose Griffon (ローズグリフォン Rōzu Gurifon?), nazionale della Francia, capitanata dal difensore Pierre Godin. La squadra fa solo tre apparizioni: nell'episodio 68 quando viene presentato Paolo Bianchi, nell'episodio 85 durante la cerimonia d'apertura del FFI e nell'episodio 112 quando viene sconfitta dal Regno per 3-0.
  • la Brigata Brocken, nome originale Brocken Bogue (ブロッケンボーグ Burokken Bōgu?), nazionale della Germania, capitanata dal centrocampista Jonas Pollack. Si sa poco sulla loro squadra, tanto che i giocatori di questa squadra e il loro capitano fanno solo due comparse: nell'episodio 68 durante la presentazione di Edgar Partinus e nell'episodio 85, nella cerimonia d'apertura del FFI.

La prima partita che l'Inazuma Japan deve disputare è contro gli inglesi, campioni d'Europa e capitanati dall'arrogante ma talentuoso attaccante Edgar Partinus (Edgar Valtinas). Sebbene gli inglesi avessero invitato i giocatori dell'Inazuma Japan ad una festa per amicizia, Partinus sfida Mark ad una sfida nel bel mezzo del party. La sfida consiste in un semplice tiro in porta: Edgar non perde tempo e scaglia contro a Mark la sua tecnica micidiale Excalibur che Mark non blocca mediante il Martello del Colosso. I Cavalieri della Regina si rivelano molto più coriacei del previsto. Arriva il giorno della partita, che si svolge nello Stadio del Serpente di Mare (Umihebi Sutajiamu, ウミヘビスタジアム?). I giapponesi attaccano bene, ma gli inglesi si difendono audacemente grazie alla loro rete di passaggi. Austin tenta di penetrare la loro difesa ma il difensore Lance Ralton lo blocca con la Prigione di Roccia per poi passare la palla ad Edgar che lancia la sua Excalibur contro Mark. Jack interviene con la sua Montagna di Roccia per indebolire il tiro e sebbene il muro si rompa, Mark riesce a bloccare il tiro con la sua tecnica micidiale. A questo punto gli inglesi usano la loro tattica micidiale dello Scudo dei Cavalieri per neutralizzare l'attacco dei giapponesi. Sul rilancio di un suo compagno, Edgar effettua ancora un volta la sua Excalibur e questa volta Mark non riesce a bloccarla: 1-0 per I Cavalieri della Regina. Su un nuovo tiro di Partinus, però, Jack rimane infortunato e Travis lo sostituisce con Kevin Dragonfly. Quest'ultimo non delude i suoi compagni e soprende il portiere avversario McQueen con la sua nuova tecnica micidiale del Soffio del Drago: 1-1. Gli inglesi, a questo punto, effettuano ben quattro cambi facendo entrare tutte le loro quattro riserve (eccetto il portiere) con l'intento di effettuare la potente tattica della Lancia Invicibile. Grazie ad essa, Edgar elude la difesa e tira a rete con una nuova tecnica, il Colpo del Paladino. Mark tenta la parata ma fallisce e I Cavalieri della Regina si portano sul 2-1. Nel secondo tempo Travis fa entrare Caleb Stonewall, David Samford e Scott Banyan per riuscire ad arginare la Lancia Invincibile. E infatti sia Caleb che Jude, per mezzo della loro nuova tattica micidiale Doppio Tifone riescono a bloccare la Lancia Invincibile e a consentire l'attacco dei loro compagni che però non trovano il goal. È Austin tuttavia a pareggiare usando la sua nuova tecnica micidale Colpo delle Sette Spade che McQueen con il Fascio di Luce non riesce a parare. Edgar, però, non demorde e va a difendere insieme ai suoi compagni difensori. Kevin, ricevuta la palla, tira a rete con il Soffio del Drago ma Edgar, tentando il tutto per tutto, devia il tiro con la sua Excalibur che si dirige dritta dritta verso la porta giapponese. Non potendo far ricorso al suo Martello del Colosso, Mark si affida ad un nuova tecnica micidiale, lo Scudo di Energia che respinge via il tiro di Edgar. Sulla respinta accorrono Jude e Caleb che con il Campo di Forza sbaragliano gli avversari per consentire poi ad Axel e a Austin di siglare il definitivo 3-2 con il Ruggito di Fuoco. L'Inazuma conquista tre meritatissimi punti e inaugura alla perfezione il suo esordio mondiale.

Il ritorno di Ray Dark e l'inaspettato rivale[modifica | modifica wikitesto]

I successivi avversari sono gli argentini dell'Impero, famosi per la loro potente difesa, comandata dal capitano Thiago Torres (Theres Toure). Il giorno prima della partita, però, Mark, Jude, David e Caleb si avventurano nella zona italiana per cercare Ray Dark, poiché Jude è convinto di averlo visto. Nel frattempo la nazionale italiana, la Orfeo ha da risolvere dei seri problemi: il loro allenatore ufficiale è stato cacciato e sostituito da un misterioso individuo che si fa chiamare semplicemente Mr. D. Egli ordina ai suoi nuovi giocatori di abbandonare il posto di giocatori italiani per essere sostituiti e di fronte al loro rifiuto un bel po' di loro vengono infortunati, in circostanze misteriose. Il capitano dell'Italia Paolo Bianchi (Fidio Ardena) non aveva mai affrontato una simile situazione, eppure viene a conoscenza da Mark e gli altri che Mr. D in realtà non è altri che il pericoloso Ray Dark. Ma i nostri amici non hanno molto tempo per discutere, perché Dark ha organizzato una partita tra l'Orfeo e la sua squadra, il Team D, nome originale Team K (チームK Chīmu Kei?), per decidere la vera nazionale italiana. Bianchi accetta e per ricoprire alla mancanza di quattro giocatori titolari italiani, vengono fatti giocare Mark, Jude, Caleb e David. I loro avversari sono capitanati dall'inquietante Giulio Acuto, un ragazzo molto simile a Jude. Egli non perde subito tempo e porta i suoi compagni in vantaggio grazie al Pinguino Imperatore X, molto simile al pericoloso Pinguino Imperatore. L'Italia contrattacca ma è evidente la superiorità degli avversari, dopo che il loro portiere ha neutralizzato un potente tiro di Paolo. Jude, intanto, sta vivendo una crisi psicologica causata da Dark e non riesce a concentrarsi. Tuttavia Caleb lo incita a reagire, smentendo quindi le false voci di un suo tradimento. Acuto, però, riconquista la palla e tira a rete con la sua tecnica che Mark però blocca utilizzando ben due tecniche, il Martello del Colosso e il Pugno di Fuoco. Riconquistato il pallone, Mark stesso si porta in avanti con la palla al piede e, grazie alla collaborazione di Paolo, segna il goal del pareggio grazie alla sua Respinta Inazuma. Il sigillo finale lo siglano Jude, Caleb e David con la loro nuovissima tecnica, il Pinguino Imperatore numero 3 che Acuto, sebbene avesse cercato di respingerlo con il suo Pinguino Imperatore X, non riesce a bloccarlo. L'Orfeo vince per 2-1 e si riconferma la nazionale italiana. Acuto ritorna in sé e ringrazia Jude e Paolo, perché grazie a loro è tornato il ragazzo di un tempo. Ma Dark non sembra arrabbiato per la sconfitta, anzi beffardo comunica ai quattro giapponesi che allo Stadio della Montagna del Leone (Yamaneko Sutajiamu, ヤマネコスタジアム?) sta per iniziare la sfida tra Inazuma e Impero. Dark ha fatto in modo di spostare la partita di un giorno, per mettere in difficoltà i nostri.

La fortezza impenetrabile: Inazuma contro L'Impero[modifica | modifica wikitesto]

Privi di Jude, Mark, Caleb e David, i rimanenti giocatori della Inazuma si trovano costretti ad affrontare i temibili argentini dell'Impero, che sono già sicuri di una vittoria schiacciante. Nathan assume il comando della squadra e viene schierato Darren in porta al posto di Mark, assente. La partita comincia subito, ma gli argentini si dimostrano molto abili nel possesso palla. In realtà alla Inazuma manca la regia di Sharp per poter concretizzare le azioni e solo grazie alla regia di Xavier (improvvisata sul momento) riesce a farsi vedere nell'area di rigore argentina. Il potente tiro di Axel però, l'Avvitamento Esplosivo, viene bloccato senza problemi dalla potentissima tecnica difensiva di Torres, il Muro d'Acciaio, una tecnica che non è mai stata distrutta. Sul rilancio di Torres, L'Impero passa in vantaggio con la Palla di Fuoco di Leone Balone che batte la Mano Insuperabile Livello 5 di Darren. Il goal segnato dalla punta argentina si rivela molto difficile da recuperare. Darren sa bene che dovrebbe eseguire la nuova tecnica su cui si stava allenando, la Mano di Forza, ma non si sente ancora pronto per realizzarla. E infatti questa sua insicurezza gli impedisce di realizzare la nuova tecnica e sul nuovo tiro di Leone, LaChance non riesce ad opporsi: 2-0 per L'Impero. Come se non bastasse Nathan, per fermare Leone, cade in maniera pericolosa e si fa male alla gamba. È costretto ad uscire e al suo posto entra Tod, mentre Xavier diventa capitano. Leone è in procinto di tirare di nuovo ma Darren questa volta, grazie alle parole di Archer, realizza la sua Mano di Forza e blocca il tiro dell'argentino. Finisce così il primo tempo, con L'Impero in vantaggio per 2-0. Nel secondo tempo gli argentini decidono di attuare la loro tattica micidiale del Trappola del Formicaleone, una potente tattica che consiste nell'accerchiare i giocatori avversari i quali, una volta superato il blocco, sono costretti a tirare, ma il loro tiro viene neutralizzato da Torres. Tutti gli attacchi dell'Inazuma falliscono ma, grazie all'intervento di Jack, Tod e Scott l'Inazuma riesce a tirare a rete con una nuova tecnica micidiale, la Fiammata Tripla di Axel, Austin e Xavier. Torres non arriva in tempo per fermare il tiro e il portiere Ortega tenta le Mani Multiple ma fallisce: 1-2. Il tentativo di rimonta dei giapponesi, però, viene stroncato sul nascere; arriva il fischio finale dell'arbitro: l'Inazuma ha perso.

Amici e avversari: Inazuma contro L'Unicorno[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno dopo rientra dall'infortunio Shawn Froste, e al suo posto Tod Ironside è costretto a lasciare la squadra. La successiva avversaria dei giapponesi è la nazionale americana de L'Unicorno, che vanta in squadra la presenza di Erik Eagle e Bobby Shearer, grandi amici ed ex compagni di Mark e gli altri nella Raimon. Erik comunica a Silvia che molto sicuramente quella contro la Inazuma Japan sarà la sua ultima parita a calcio, poiché deve farsi rioperare al più presto; ciò nonostante ha promesso alla sua amica che avrebbe combattuto ugualmente contro Mark. Arriva il giorno della partita, che si svolge nello Stadio del Pavone (Kujaku Sutajiamu, クジャクスタジャム?); gli americani non perdono subito tempo e con Erik si portano subito nella metà campo giapponese. Dopo aver superato tutti i giocatori giapponesi con il suo fenomenale dribbling, Erik tira a rete con la sua nuova tecnica di tiro, il Colpo di Pegaso. Mark effettua il suo Scudo di Energia ma il tiro infrange la barriera e s'insacca in rete. Gli americani passano subito in vantaggio, ma l'offensiva giapponese non si fa attendere: Jude effettua un cross in direzione di Axel che tira con il suo Avvitamento Esplosivo, bloccato però prima dal Tuono del Vulcano Livello 2 di Bobby, poi parato dal Colpo di Luce del portiere Rapid. Il pareggio però arriva grazie alla nuova tecnica combinata di Shawn e Nathan, il Grande Vortice (The Hurricane) che spiazza la tecnica di Rapid: 1-1. Gli americani, guidati dal capitano Mark Krueger non demordono e proprio quest'ultimo, insieme alla punta Dylan Keats, si fa vedere dalle parti dell'Inazuma. Questi serve Erik che tira ancora con il suo Colpo di Pegaso, parato però da Mark con lo Scudo di Energia. Nonostante tutto, L'Unicorno passa subito in vantaggio con la tecnica combinata di Dylan e Mark, il Tiro dell'Unicorno che batte la tecnica di Mark, portando gli americani sul 2-1. Con un suggerimento di Travis, però, l'Inazuma pareggia su calcio d'angolo con la nuova tecnica di Hurley, il Flusso d'Acqua (The Tube), portandosi sul 2-2. A questo punto il trio Keats, Eagle e Krueger decide di effettuare la sua tecnica più potente. Superata la difesa dell'Inazuma grazie alla tattica micidiale Assalto Fulmineo (Rolling Thunder), gli americani tirano a rete con il Grande Lupo (Gran Fenrir); il tiro è così potente che supera la barriera di energia di Mark e consente agli americani di portarsi sul 3-2. Ormai esausti, Jack e Hurley escono lasciando il posto a Scott e Thor; con loro entra anche Caleb per elaborare con Jude una tattica per neutralizzare l'Assalto Fulmineo. Scott e Thor evitano l'attacco americano e servono Axel che, insieme a Xavier e Austin tira a rete con la Fiammata Tripla; Billy Dash tenta la parata ma fallisce e l'Inazuma pareggia. Nel finale un esausto Erik tenta il tutto per tutto con il suo Colpo di Pegaso, ma Mark riesce a parare in due tempi il tiro, dopo che aveva neutralizzato lo Scudo di Energia. Con suo grande disappunto Erik viene sostituito dall'allenatore americano, poiché voleva evitare che il ragazzo mettesse a rischio la sua salute. È Axel, nei minuti finali, a concludere l'incontro con l'Avvitamento Esplosivo, che regala all'Inazuma la vittoria per 4-3 sull'Unicorno.

La Barricata Impenetrabile: Inazuma contro Orfeo[modifica | modifica wikitesto]

L'ultima partita del girone vede l'Inazuma affrontare l'ultima, temibile squadra, fino ad ora in testa al girone, gli italiani della Orfeo. Prima di tutto questo, però, sotto ordine di Travis la squadra sfida la nazionale spagnola, i Matador Scarlatti (Red Matador, レッドマタドール Reddo Matadōru?), capitanata dal difensore Victor García, in una partita di allenamento poiché entrambe le squadre sono al terzo posto nei loro rispettivi gironi. Caleb, Jude e David segnano subito contro il portiere Alfonso Íñigo grazie al Pinguino Imperatore numero 3, ma gli spagnoli pareggiano poco dopo con il Colpo della Fionda di García che batte lo Scudo di Energia di Mark. Di lì in poi non accade più nulla, e la partita finisce 1-1. Ma non c'è molto da stare allegri, poiché Camelia ha ricominciato ad avere problemi di memoria. Ella sviene e Mark, grazie a Travis, viene a conoscenza del suo segreto: lei aveva rimosso tutto il suo passato, quindi anche l'incidente che aveva coinvolto i suoi veri genitori. Per questo motivo lei aveva dimenticato anche Mark. Grazie a quest'ultimo, però, Camelia ritorna se stessa e viene subito dimessa dall'ospedale. Arriva dunque il giorno della partita contro gli italiani, che si svolge nello Stadio del Condor (Kondoru Sutajiamu, コンドルスタジアム?): alla Inazuma è necessario una vittoria poiché un pareggio non le garantirebbe la certezza assoluta di passare il turno. L'Inazuma, per questo, non perde tempo e tira subito a rete con Shawn e Axel per mezzo del Fuoco Incrociato. Blasi tenta la sua tecnica ma il tiro è troppo veloce e la passa s'insacca: 1-0. I compagni di Paolo, inoltre, non demotivati, non hanno alcuna intenzione di giocare seguendo le istruzioni di Dark, poiché aveva infortunato molti di loro. Paolo, però, con il suo carisma riesce a convincere i suoi compagni ad eseguire la potente tattica micidiale inventata da Dark, la Barricata Impenetrabile, una tattica difensiva che blocca e neutralizza ogni attacco nemico. Dopo alcuni screzi iniziali, lo schema italiano funziona e su passaggio di Paolo, l'attaccante Generani tira a rete con il Tiro del Ghiaccio, che è così veloce che Mark non riesce a pararlo: 1-1. A questo punto vengono rafforzate le marcature sugli italiani, specialmente su Generani, ma quest'ultimo beffa la difesa Giapponese servendo Paolo, che è libero nell'area di rigore. Quest'ultimo esegue la sua potente tecnica della Spada Micidiale (Odin Sword) a cui Mark non può opporsi con il suo Scudo di Energia: 2-1 per la Orfeo. Travis, a questo punto, decide di togliere il deludente Xavier per far entrare Austin, per potenziare l'attacco. Trovandosi libero, Kevin tira a rete verso la porta italiana con il suo Soffio del Drago, parato senza problemi però dal portiere Blasi con la sua Guardia del Colosseo (Colosseo Guard). Solo grazie ai movimenti di Jude, la squadra riuscirà a rompere il catenaccio difensivo italiano, consentendo ad Axel e a Austin di segnare con il Ruggito di Fuoco, che Blasi non riesce a bloccare con la Guardia del Colosseo: 2-2. E proprio in quel momento entra in campo un personaggio misterioso, è il vero capitano dell'Italia, l'oriundo Hide Nakata che entra in campo al posto di Gianluca Zanardi, indossa la sua fascia di capitano. Nakata, inoltre, prima di entrare in campo usa parole di fuoco nei confronti di Dark, poiché il suo intervento nefasto aveva causato problemi ad una bambina italiana, Lucy (Luce in originale), facendola diventare cieca. Le parole di Nakata colpiscono Dark che ritorna l'uomo di un tempo e decide di giocare veramente, senza l'uso di trucchi. Inoltre, grazie ai soldi inviati proprio da Dark, Lucy è guarita ed è molto grata nei confronti di Dark, che per pagarle i medicinali e le dovute cure si è spacciato per suo zio. Non appena la partita riprende, la Orfeo si potenzia in maniera incredibile con l'ingresso di Nakata, sviluppando una fitta rete di passaggi che beffa i nostri eroi. Così Paolo effettua nuovamente la Spada Micidiale che sebbene abbia battuto lo Scudo di Energia viene bloccata da Jude sulla linea, per poi venire afferrata da Mark. La Barricata Impenetrabile viene ripristinata grazie all'intervento di Nakata e viene resa insuperabile. Quest'ultimo poi, su passaggio di Paolo, tira a rete con il suo Calcio Impavido (Brave Shoot), un tiro molto potente. E infatti Mark non riesce a bloccarlo con lo Scudo di Energia; 3-2 per la Orfeo. A questo punto la partita sembrerebbe chiusa con un nuovo tiro di Nakata, ma questa volta Mark riesce a respingerlo grazie allo Scudo di Energia Evoluzione 1 (Ijigen the Hand Kai). Sulla respinta, Jude, Caleb e David superano Nakata e la Barricata Impenetrabile e tirano a rete con il Pinguino Imperatore numero 3; Blasi si oppone con la sua tecnica, ma essa viene frantumata: 3-3. Proprio mentre le squadre si stanno battendo con tutte le loro forze per vincere la sfida, arriva il fischio finale dell'arbitro. La partita finisce con un pareggio, positivo per la Orfeo ma negativo per l'Inazuma.

Al termine della partita Dark verrà arrestato e subirà un incidente dopo il quale viene dichiarato morto. La sua morte non è confermata in quanto fa recapitare una lettera scritta successivamente al fatto. In segno di rispetto, Jude lo chiamerà ancora una volta "comandante" (come ai tempi della Royal Academy).

La sfida nel Paradiso: Inazuma contro Daystar[modifica | modifica wikitesto]

In veste di supporter dell'Inazuma Japan, Victoria e Suzette decidono di andare a fare shopping in un'antica cittadina. Là vengono avvicinate da due anziani che daranno loro Le Chiavi Della Leggenda, ovvero due bracciali uno celeste con due ali d'angelo incise e l'altro viola con due ali demoniache. Victoria, però, rifiuta e darà il suo a Celia. Le due ragazze verranno poi rapite dai capitani delle due squadre del Paradiso e dell'Inferno (di Celestia e di Notturnia nella versione italiana); le squadre verranno affrontate ciascuna dall'Inazuma Japan più Thiago Torres (capitano dell'Impero), Mark Kruger e Dylan Keats (L'Unicorno), Edgar Partinus (I Cavalieri della Regina) e Paolo Bianchi (Orfeo) che si uniranno per dare una mano. La Daystar (天空の使徒 Tenkū no Shito?, lett. "Apostoli del Cielo") capitanata da Sael verrà sconfitta con il punteggio di 2-1, con le reti di Partinus, che riesce a fare goal respingendo il Colpo Celestiale di Sael, e Bianchi. Grazie a loro la Inazuma Japan salva Suzette, data al Re Demone (Re del Popolo di Notturnia nella versione italiana) come sposa per placare la sua ira.

La sfida nell'Inferno: Inazuma contro Night Star e l'unione delle due squadre: Dark Star[modifica | modifica wikitesto]

Scopre anche che Celia verrà utilizzata dalla Night Star, nome originale Makai Gundan Z (魔界軍団Z Makai Gundan Zetto?, lett. "Armata Infernale Z") capitanata da Destra per darla in pasto ad un demone e amplificare così il suo potere, mentre Suzette avrebbe dovuto essere la sua sposa per diminuire la sua sete di distruzione. L'altra metà dell'Inazuma Japan sconfiggerà 3-2 la squadra infernale, grazie all'aiuto di Dylan Keats, Mark Kruger e Thiago Torres. Come accadde per l'Alius Academy, però, le squadre del Paradiso e dell'Inferno si uniranno e formeranno una nuova e potentissima squadra chiamata Dark Star, nome originale Dark Angel (ダークエンジェル Dāku Enjeru?) che metterà a dura prova gli undici giocatori scelti da loro, tra cui Paolo e Thiago, ma riescono a vincere per 2-1 grazie alla Fiammata Tripla di Xavier, Austin e Axel, al Vero Scudo di Energia che sventa il gol del vantaggio per la Dark Star e al susseguimento della Spada Micidiale di Paolo e alla Fiammata Tripla. Gli angeli tornano coscienti delle loro azioni, poiché erano stati soggiogati dall'incantesimo demoniaco, e tutti imparano una lezione sul calcio mentre il Re Demone si riaddormenta per altri 1000 anni. Superata questa difficoltà, l'Inazuma Japan si riconcentrerà sul torneo.

La semifinale: Inazuma contro Il Regno[modifica | modifica wikitesto]

In semifinale, l'avversaria dei nostri eroi è la temibilissima Il Regno, la nazionale brasiliana. la partita si svolge nello Stadio della Tartaruga di Mare (Umigame Sutajiamu, ウミガメスタジアム?). Mac Robingo, all'inizio della partita, è fortemente preso dalla voglia di vincere, e assalta incessantemente la porta difesa da Mark. Questo a causa dell'influenza nefasta di Zoolan Rice, che si rivela non essere l'allenatore del Regno. Egli ha minacciato Roniejo e i suoi compagni, per questo l'attaccante brasiliano è determinato a vincere: per non mettere a repentaglio le vite dei suoi compagni. Riesce infatti a superare Jude, David, Nathan, Shawn, Archer, Jack e Thor ma il suo tiro finisce alto. Dopo altri tiri fuori dallo specchio, il tiro di Robingo questa volta batte il Martello del Colosso Livello 2 di Mark e porta Il Regno in vantaggio. Successivamente, arrestato lo stesso Rice e sostituito dal vero allenatore del Regno, Mac e i suoi compagni risultano ancora in difficoltà poiché temono che, anche se Rice è stato arrestato, egli possa licenziare le loro famiglie. Grazie all'incitamento di Thor, il quale ruba la palla a Robingo con il Blocco di Energia e tira a rete insieme a Shawn con il Tuono del Lupo Evoluzione 1, l'Inazuma pareggia e Mac e compagni ritornano normali. Inaspettatamente, però, Il Regno torna nuovamente in vantaggio: l'attaccante Gato, liberatosi di Thor con il Super Elastico, serve Robingo che tira a rete con il suo Colpo di Samba Livello 2; Mark tenta lo Scudo di Energia Evoluzione 1 ma il tiro del centravanti brasiliano è più forte. L'Inazuma però reagisce con Xavier che tira con la sua Meteora Dirompente Livello 2, respinta dal portiere Falcao con la sua Parata Capoeira Livello 2; sulla respinta, però, Kevin tira a rete con il Soffio del Drago Livello 3 concatenato alla tecnica Avvitamento Esplosivo di Axel, il quale batte la Parata Capoeira. Il Regno poi supera il centrocampo giapponese con la tattica micidiale Onda Amazzonica e Robingo tira con il suo Colpo di Samba Livello 3 che Jack e Thor provano a fermare, ma senza successo; fallisce anche Mark con il suo Scudo di Energia Evoluzione 1 ma proprio mentre la palla sta per entrare in rete Archer la blocca con il suo Attacco Volante Livello 2. Sul rilancio Xavier e Shawn, con la tecnica Aurora, neutralizzano la Parata Capoeira Livello 3 di Falcao e il Giappone vince per 3-2. La squadra di Mark arriva così in finale, e ad attenderli ci sono i Piccoli Giganti di Héctor, che nel frattempo ha letteralmente sconfitto l'Orfeo per 8-0. L'allenatore dei giocatori africani è il nonno di Mark, David Evans, travestito.

Inazuma contro Zoolan Team[modifica | modifica wikitesto]

Rice fugge di prigione e comincia a distruggere le case degli abitanti del Cotarl. Chiamati in causa, Mark e compagni sfidano una nuova e temibile squadra: lo Zoolan Team, allenato da Rice e capitanato da Phil A. Minion. La partita non comincia subito bene per i nostri eroi: alla fine del primo tempo si ritrovano già sotto di due goal. Mark, nel tentativo di imparare una nuova tecnica micidiale, la Parata Suprema, si distrae dal match, subendo quindi due goal. Ma la partita viene ribaltata, e l'Inazuma Japan vince per 3-2. Rice, adirato e sconfitto, viene questa volta ufficialmente arrestato. Dopo la partita, Mark riconosce suo nonno.

La finale: Inazuma contro Piccoli Giganti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo giornate intense di allenamenti, arriva il giorno della finale che si svolgerà al Titanic Stadium (Taitanikku Sutajiamu, タイタニックスタジアム?). Si scopre che i Piccoli Giganti, durante le partite, abbiano indossato delle pesanti cinture e che questa volta giocheranno senza di esse (diventando molto più veloci). La partita è molto tesa ma i Piccoli Giganti grazie alla tattica della Spinta Circolare, Draco riesce a raggiungere la porta e a prendere la palla. Mark tenta di bloccare la Morsa Doppia di Draco con la Parata Suprema(ancora incompleta) ma fallisce e il punteggio è di 1-0 per la squadra africana di David Evans. I Piccoli Giganti portano in seguito una serie di attacchi alla porta dell'Inazuma Japan con la Morsa Doppia e il Tiro Doppio. Nel caso della prima Kevin si fa male bloccandola, mentre la seconda viene fermata da Jack. Successivamente arriva il tiro di Draco e Mark riesce a finalizzare la Parata Suprema. Poco dopo Xavier, su passaggio di Mark, impara una nuova tecnica micidiale: la Scarica Stellare (Tenkū Otoshi), tecnica che finalmente batte l'apparentemente invincibile Mano di Luce X di Héctor e portando quindi l'Inazuma Japan e i Piccoli Giganti sull'1-1. Nel secondo tempo Héctor, intenzionato a fare sul serio, cambia ruolo diventando attaccante con il numero 18. La porta dei Piccoli Giganti viene difesa dal numero 12 Ken Saito, il secondo portiere della squadra. Ken riesce, a differenza di Héctor, a bloccare il tiro micidiale di Xavier con la Mano di Luce X, aiutato dalla Scossa Tremante di uno dei difensori della squadra.

I Piccoli Giganti passano al contrattacco e Héctor riesce a segnare grazie alla sua tecnica micidiale Calcio Rovesciato X, battendo quindi la Parata Suprema di Mark. Dopo Axel, Austin e Caleb cercano di segnare con una tecnica micidiale che ancora non avevano padroneggiato del tutto e infatti Ken Saito riesce facilmente a pararla. Grazie al passaggio di Jude, Axel, Austin e Xavier tentano di segnare con la Fiammata Tripla G2 ma anche questo tiro viene parato da Ken, che intanto ha evoluto la sua Mano di Luce X nella Nuova Mano di Luce X. Il tentativo seguente sarà fatto da Jude, Caleb e David Samford con il Pinguino Imperatore n°3, ma senza successo, dato che Ken Saito ha ulteriormente evoluto la sua tecnica nella Vera Mano di Luce X . Dopodiché Héctor tirerà ancora con il Calcio Rovesciato X ma stavolta Mark evolverà la Parata Suprema nella Parata Suprema Grado 2, bloccando il tiro. Poi, Jude, Shawn e Xavier faranno il gol del 2-2 con la loro nuova tecnica micidiale: il Grande Fuoco. Ken Saito prova a parare il tiro con la Vera Mano di Luce X, però, nel tentativo di pararlo, si infortuna e così Héctor deve ritornare in porta. Dopo la parata di Mark del tiro Morsa Doppia, Jude, Shawn e Xavier tentano di segnare nuovamente, ma Héctor riesce a bloccare il Grande Fuoco con la sua nuova tecnica micidiale: la Mano Suprema, tecnica che Héctor riesce a sviluppare grazie alla sua determinazione, ed è molto più potente della Mano di Luce X. Héctor riprova a segnare con il Calcio Rovesciato X, ma stavolta da portiere, lasciando la porta vuota, dribblando tutti gli avversari ed usando il Calcio Rovesciato X Grado 2 alimentata dal desiderio di giocare contro il suo rivale (Mark). Mark riesce a sventare il gol sbattendo sul palo, ma la tecnica di Héctor ha comunque infranto la Parata Suprema Grado 2. La partita continua con una schiacciante superiorità dei Piccoli Giganti che si conclude con molti colpi a rete, tutti deviati da Mark e dagli altri. Héctor, deciso più che mai a vincere, evolve la sua tecnica d'attacco nel Calcio Rovesciato X Grado 3, e molti temono il peggio, ma Mark stupisce tutti usando la Parata Suprema Grado 3, riuscendo con superiorità a bloccare il tiro di Héctor. Mark si allontana dalla porta per l'ultima azione della partita scartandosi tutti i giocatori avversari grazie ai suoi compagni e poi la partita si conclude con il gol di Mark, Axel e Austin con una nuova tecnica: la Scia Tripla, che sarebbe il completamento della tecnica provata da Axel, Austin e Caleb. Héctor tenta di pararlo con la Mano Suprema Grado 2 (riuscito ad evolvere la sua tecnica micidiale invano) : in un primo momento sembra che Héctor riesca a parare il tiro, ma improvvisamente il tiro dell'Inazuma Japan aumenta la propria potenza, sbriciolando letteralmente la tecnica di Héctor ed entrando in porta. Sul 3-2 per l'Inazuma Japan, finisce la partita e tutti esultano. Dopo la partita Mark, Paolo e Héctor si incontrano all'aeroporto per i saluti finali. Tornati alla Raimon Junior High, Mark, Axel, Austin, Nelly, Silvia, Jude, Nathan e tutti gli altri si diplomano e così Mark entra per l'ultima volta nello spogliatoio della Inazuma Eleven e della Raimon, cedendo a Tod il ruolo di capitano, lasciandolo di stucco. Dopo questo comincia una partita tra la Raimon "originale" (quella che ha vinto il Football Frontier) e la "Nuova" Raimon, formata da tutti i giocatori trasferitisi alla Raimon Jr. High dalle altre squadre, più Victoria, Suzette, Shawn, Jude, Bobby ed Erik (che ora è guarito e può giocare a calcio) La partita finisce 0-0, visto che entrambe le squadre hanno giocato alla pari. Durante la partita si vedono i ricordi di tutti i personaggi incontrati nella serie (tranne Mark e Shadow). A fine partita, Mark calcia il pallone verso il cielo, correndo con i suoi compagni.

Dieci anni dopo, si vede un ragazzo entrare alla Raimon mentre una voce fuori campo (che ricorda quella di Nelly Raimon) annuncia che egli porterà avanti la leggenda fondata da Mark Evans riguardante la Inazuma.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Inazuma Eleven.
  • Mark Evans, nome originale Mamoru Endō (円堂 守 Endō Mamoru?), portiere e capitano della Raimon e dell'Inazuma Japan, numero 1. È un ragazzo che preferisce dedicarsi sempre agli altri piuttosto che a sé stesso e la sua personalità stimola i compagni a dare sempre il massimo. Mostra una grande ammirazione verso David Evans, suo nonno, anche lui portiere, ma sua madre non vorrebbe che giocasse a calcio a causa dell'incidente del nonno David, avvenuto in circostanze misteriose. Come suo nonno, Mark utilizza un metodo di allenamento speciale un po' particolare: egli ha legato un vecchio pneumatico a un albero, lo lancia e cerca di bloccarlo, e il più delle volte ci riesce. Ha giocato anche come libero con il numero 15 per lasciare spazio a Darren. Ha la bellezza di quattro ragazze che simpatizzano per lui (Nelly Raimon, Silvia Woods, Camelia Travis e Victoria Vanguard). È doppiato in giapponese da Junko Takeuchi e in italiano da Lorenzo De Angelis.
  • Nathan Swift, nome originale Ichirōta Kazemaru (風丸 一郎太 Kazemaru Ichirōta?), difensore-centrocampista della Raimon e dell'Inazuma Japan, numero 2. Prima faceva parte della squadra di atletica, poi Mark lo ha convinto a unirsi alla squadra di calcio. Nonostante il suo amico Miles gli abbia più volte chiesto di tornare nella squadra di atletica, Nathan decide di restare nella squadra di calcio. Dopo la prima partita contro la Genesis (persa 20-0 dalla Raimon) lascia momentaneamente la squadra, per poi tradirla, sotto effetto della pietra di Alius, per unirsi ad una squadra di calcio formata da gli ex-membri della squadra, i Dark Emperors, tra cui Kevin, Timmy, Max, Steve, Jim, Sam, e Tod. Ma alla fine tutto tornerà alla normalità. Nella Raimon ha sempre giocato nel ruolo di difensore mentre nei Dark Emperors gioca da attaccante e nell'Inazuma Japan da centrocampista. È doppiato in giapponese da Yuka Nishigaki e in italiano da Gabriele Lopez.
  • Tod Ironside, nome originale Teppei Kurimatsu (栗松 鉄平 Kurimatsu Teppei?), difensore della Raimon e dell'Inazuma Japan, numero 5. Ha dentoni da castoro e una testa a forma di castagna; è abilissimo nei dribbling ed è stabile nella zona di difesa. Impaurito dalla forza micidiale della Genesis, lasciò la Raimon poco dopo l'addio di Nathan alla squadra. Si scoprirà che si è unito alla squadra degli esclusi fondata dagli Alieni, i Dark Emperors, per poi tornare normale. Viene selezionato per la nazionale giapponese dove gioca in tutte le partite del girone asiatico e in due del FFI. Con il ritorno di Shawn nella squadra, la sua presenza risulta eccessiva, così l'allenatore decide di allontanarlo dalla squadra. Si scoprirà a causa di un infortunio alla caviglia durante la partita contro L'Impero. Alla fine della serie, quando Mark si diplomerà, diventerà il capitano e difensore della "Nuova" Raimon con il numero 5. È doppiato in giapponese da Miho Hino e in italiano da Paola Majano.
  • Axel Blaze, nome originale Shūya Gōenji (豪炎寺 修也 Gōenji Shūya?), attaccante della Raimon e dell'Inazuma Japan, numero 10. Oltre ad essere l'attaccante più forte della Raimon, Axel Blaze si può anche considerare come un simbolo della squadra, dopo lo stesso Mark. È una persona forte e determinata, che prende molto seriamente il gioco del calcio. All'inizio sarà scontroso nei confronti di Mark, quando quest'ultimo vorrà farlo entrare nella Raimon, perché sua sorella minore Julia (Yūka 夕香?) era in coma a causa dell'interferenza di Dark durante la finale della Kirkwood (ex-squadra di Axel), quindi aveva deciso di non giocare più a calcio. Successivamente, Nelly lo convince ad entrare nella Raimon. Thor Stoutberg è un vecchio amico della sua famiglia e nella seconda serie lo aiuta a perfezionare la Tormenta di Fuoco e a proteggerlo dagli alieni. Non ha ottimi rapporti con suo padre, poiché quest'ultimo lo voleva allontanare in maniera permanente dal calcio. Quando gioca nell'Inazuma Japan è soprannominato "bomber di fuoco". È doppiato in giapponese da Hirofumi Nojima e in italiano da Davide Garbolino fino all'episodio 52 e da Leonardo Graziano dall'episodio 53 all'episodio 127.
  • Jude Sharp, nome originale Yūto Kidō (鬼道 有人 Kidō Yūto?), centrocampista e capitano della Royal Academy col numero 10, poi centrocampista della Raimon e dell'Inazuma Japan col numero 14. Indossa occhiali da aviatore e un mantello. Giocava nella Royal Academy, di cui era anche il capitano. Dopo aver visto gli illeciti fatti da Dark, ha smesso di essere il suo tirapiedi. Gli occhiali da aviatore li porta perché Dark riteneva che grazie a quegli occhiali, pur avendo la visuale ristretta, gli sarebbe risultato più facile capire l'andamento della partita riuscendo perfino a intercettare la palla. Dopo la sconfitta della Royal contro la Zeus per 10-0, Jude ha meditato di lasciare il calcio, ma poi ci ha ripensato e si è unito alla Raimon. Prima di voltare la spalle a Dark era molto arrogante ma, dopo essere diventato amico di Mark, perde questo vizio. Nonostante abbia abbandonato Dark, Jude sente la sua presenza molto costante: la paura di Jude verso Dark è dovuta al suo passato: secondo Dark i vincitori meritavano tutto, i perdenti nulla; condizionato dalla voglia di vincere del suo allenatore, Jude lo seguiva, finché non ha incontrato Mark Evans, il suo migliore amico. Lui e Caleb Stonewall non hanno ottimi rapporti, ma poi diventeranno amici: era in guerra con Caleb perché pensava li avesse traditi e fosse tornato sotto il dominio di Ray Dark. È il fratello maggiore di Celia Hills. I loro genitori sono morti in un incidente e poi sono stati adottati da due famiglie diverse. È doppiato in giapponese da Hiroyuki Yoshino e in italiano da Manuel Meli.
  • Seymour Hillman, nome originale Seigō Hibiki (響木 正剛 Hibiki Seigō?), allenatore della Raimon ed ex-giocatore della Inazuma Eleven. Gestiva un modesto locale, ma per aiutare Mark diventa il primo allenatore della squadra. Con lui, la Raimon vincerà il Football Frontier. Uomo saggio e di grande esperienza, è l'acerrimo nemico di Ray Dark. Lascerà il posto di allenatore della Raimon a Lina Schiller, per ritornare dopo la sconfitta della Genesis. Era portiere nella leggendaria Inazuma Eleven ed è in grado di eseguire la Mano di Luce Originale; sa eseguire anche l'Ariete Inazuma. Nella terza stagione lascia il posto di allenatore e, prima della partita con il Brasile, è colto da un attacco cardiaco che lo fa finire d'urgenza in ospedale, tuttavia si riprenderà. È doppiato in giapponese da Kinryū Arimoto e in italiano da Paolo Marchese.
  • Percival "Percy" Travis, nome originale Michiya Kudō (久遠 道也 Kudō Michiya?), è l'allenatore dell'Inazuma Japan. È un uomo serio e determinato a vincere. Avrà un rapporto molto contraddittorio nei confronti di Mark, tant'è che nella finale del torneo di qualificazione lo esclude dalla squadra. È il padre adottivo di Camelia. La figlia, infatti, è totalmente diversa da lui. È doppiato in giapponese da Hiroki Tōchi e in italiano da Francesco Pezzulli.
  • Silvia Woods, nome originale Aki Kino (木野 秋 Kino Aki?), è la manager della Raimon e poi dell'Inazuma Japan. Anche lei giocava a calcio con Erik e Bobby, ma ha abbandonato lo sport perché rimasta sconvolta dall'incidente di Erik. Solare e allegra, non perde mai le speranze. È innamorata di Mark. È doppiata in giapponese da Fumiko Orikasa e in italiano da Veronica Puccio.
  • Celia Hills, nome originale Haruna Otonashi (音無 春奈 Otonashi Haruna?), è la giornalista del quotidiano scolastico, che poi si è unita alla squadra della Raimon in veste di aiutante. Si scoprirà essere la sorella di Jude Sharp poco prima della fase finale del Football Frontier. Entra poi nello staff dell'Inazuma Japan. È doppiata in giapponese da Hinako Sasaki e in italiano da Perla Liberatori.
  • Nelly Raimon, nome originale Natsumi Raimon (雷門 夏未 Raimon Natsumi?): ragazza decisa e sicura di sé, è l'orgogliosa presidentessa della Raimon. Inizialmente un po' impacciata e incerta sul suo ruolo, cerca di aiutare Mark e gli altri aiutandoli con compiti di cucina. Nella terza stagione diventa una valida collaboratrice ed esperta di calcio capace sia di analizzare i punti di forza e debolezza di una squadra che di ispirare i suoi compagni. Ha una cotta per Mark. Abbandonerà la Raimon per fare ricerche sul nonno di Mark, David Evans, scoprendo che è ancora vivo, e diventando manager dei Piccoli Giganti allenati da quest'ultimo, per poi passare all'Inazuma Japan per la finale. È doppiata in giapponese da Sanae Kobayashi e in italiano da Chiara Gioncardi.
  • Camelia "Cammy" Travis, nome originale Fuyuka "Fuyuppe" Kudō (久遠 冬花 (フユッペ) Kudō Fuyuka (Fuyuppe)?), è la figlia adottiva del coach Percy Travis, in seguito alla perdita dei suoi genitori in un incidente stradale. Entra a far parte dello staff tecnico dell'Inazuma Japan insieme a Silvia e Celia. È soprannominata "Cammy" da Mark, poiché i due sono stati grandi amici ai tempi dell'infanzia, ma pare che la ragazza non ricordi nulla in seguito ad un incidente nel quale perse i suoi genitori e a una perdita "artificiale" della memoria per aiutarla a guarire dallo shock. Con l'aiuto di Mark riacquisterà pian piano la memoria. È doppiata in giapponese da Haruka Tomatsu e in italiano da Joy Saltarelli.

Volumi del manga[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano (non ufficiale)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone
1 Inazuma Eleven 1
「イナズマイレブン 1」 - Inazuma Irebun 1
26 settembre 2008[7]
ISBN 978-4091406996
2 Inazuma Eleven 2
「イナズマイレブン 2」 - Inazuma Irebun 2
26 febbraio 2009[8]
ISBN 978-4091407801
3 Inazuma Eleven 3
「イナズマイレブン 3」 - Inazuma Irebun 3
26 giugno 2009[9]
ISBN 978-4091408303
4 Inazuma Eleven 4
「イナズマイレブン 4」 - Inazuma Irebun 4
28 ottobre 2009[10]
ISBN 978-4091408525
5 Inazuma Eleven 5
「イナズマイレブン 5」 - Inazuma Irebun 5
26 febbraio 2010[11]
ISBN 978-4091408983
6 Inazuma Eleven 6
「イナズマイレブン 6」 - Inazuma Irebun 6
28 giugno 2010[12]
ISBN 978-4091410689
7 Inazuma Eleven 7
「イナズマイレブン 7」 - Inazuma Irebun 7
28 ottobre 2010[13]
ISBN 978-4091411280
8 Inazuma Eleven 8
「イナズマイレブン 8」 - Inazuma Irebun 8
28 febbraio 2011[14]
ISBN 978-4091412041
9 Inazuma Eleven 9
「イナズマイレブン 9」 - Inazuma Irebun 9
28 giugno 2011[15]
ISBN 978-4091410641
10 Inazuma Eleven 10
「イナズマイレブン 10」 - Inazuma Irebun 10
28 ottobre 2011[16]
ISBN 978-4091413475

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Saghe e liste di episodi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Inazuma Eleven (prima stagione), Episodi di Inazuma Eleven (seconda stagione) e Episodi di Inazuma Eleven (terza stagione).

Ognuna delle tre saghe dell'anime è tratta da un videogioco. In Giappone per la prima serie non ci sono titoli delle saghe, e quindi esse possono essere distinte solo per gli archi di storia e per il cambio delle sigle. In Italia compare invece il sottotitolo (La squadra delle meraviglie o Le nuove sfide).

Saga Titolo italiano Videogioco corrispondente Episodi Trasmissione
Giappone Italia
Prima saga (Football Frontier) Inazuma Eleven - La squadra delle meraviglie Inazuma Eleven 1->26 5/10/2008-29/3/2009 1/6/2010-24/6/2010
Seconda saga (Alius Academy) Inazuma Eleven - La squadra delle meraviglie Inazuma Eleven 2 27->67 (41 ep.) 8/4/2009-27/1/2010 25/6/2010-13/4/2011
Terza saga (Football Frontier International) Inazuma Eleven - Le nuove sfide Inazuma Eleven 3 68->127 (60 ep.) 3/2/2010-27/4/2011 14/4/2011-27/7/2012

Trasmissione italiana[modifica | modifica wikitesto]

In Italia la prima stagione è stata trasmessa in prima visione su Disney XD dal 1º al 24 giugno 2010 mentre su Rai 2 dal 14 giugno 2010 sono andate in onda le repliche della prima stagione. I primi quattro episodi della seconda stagione sono stati trasmessi su Disney XD (dal 25 al 28 giugno 2010) e poi su Rai 2 dopo la prima stagione, mentre gli episodi successivi della seconda stagione sono stati trasmessi in prima visione su Rai 2 nell'estate del 2010, poi dal 13 al 28 settembre 2010 sono andate in onda le repliche dei primi 14 episodi della seconda stagione su Disney XD, e dal 18 gennaio al 13 aprile 2011 sono andati in onda su questo canale gli episodi rimasti, compresi gli ultimi due che su Rai 2 non erano stati trasmessi. La terza stagione viene trasmessa dal 14 aprile 2011 su Disney XD in prima visione con diverse pause; la trasmissione si è interrotta dopo l'episodio 116 trasmesso il 29 giugno 2012. L'anime è continuato su Rai 2 dal 7 gennaio 2012 a partire dal penultimo episodio della seconda stagione, e dal 13 al 27 luglio 2012 sono trasmessi su tale canale in prima visione gli episodi dal 117 alla fine. Tali episodi sono stati trasmessi anche su Disney XD dal 17 settembre 2012.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano è gestito da LaBibi.it, che mantiene la serie sul formato 16:9. I nomi dei personaggi vengono modificati rispetto all'originale, e sono gli stessi adottati nelle versioni europee del videogioco. I nomi delle tecniche vengono per lo più tradotti in italiano anche quando sono in inglese, o sostituiti da nomi in italiano diversi dalle traduzioni. Le scritte giapponesi per i nomi delle tecniche speciali vengono rimpiazzate dai nomi italiani, ma talvolta alcuni caratteri giapponesi sono rimasti per errore.

Possono essere considerate censure le sostituzioni dei nomi di tecniche con riferimenti alla religione, quali le parole "diavolo" e "Dio", con nomi completamente diversi, anche se non sono gli unici nomi di tecniche che in Italia hanno nomi diversi dalla traduzione letterale del nome originale. Da notare anche che la Zeus viene definita "squadra di campioni" invece che "di dei". Inoltre, le squadre "Apostoli del Cielo" (天空の使徒 Tenkū no Shito?) e "Armata Infernale Z" (魔界軍団Z Makai Gundan Zetto?) sono state rinominate rispettivamente "Daystar" e "Night Star" e per la prima non viene menzionato il fatto che si tratti di "angeli". Nella stessa occasione il "Paradiso" e l'"Inferno" sono diventati "Celestia" e "Notturnia".

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Originali[modifica | modifica wikitesto]

Sigle di apertura

Le sigle di apertura sono tutte eseguite dai T-Pistonz+KMC:

  1. Tachiagarīyo (立ち上がリーヨ?) (ep. 1->26)
  2. Maji de kansha! (マジで感謝!?) (ep. 27->54)
  3. Tsunagarīyo (つながリーヨ?) (ep. 55->67)
  4. Katte nakō ze! (勝って泣こうゼッ!?) (ep. 68->87)
  5. GOOD kitā! (GOODキター!?) (ep. 88->107)
  6. Bokura no goal! (僕らのゴォール! Bokura no goōru!?, lett. "Il nostro goal") (ep. 108->127)
Sigle di chiusura
  1. Seishun oden (青春おでん?) dei twe'lv (ep. 1->26)
  2. Seishun bus guide (青春バスガイド Seishun basu gaido?) delle Berryz Kobo (ep. 27->50)
  3. Ryūsei boy (流星ボーイ Ryūsei bōi?) delle Berryz Kobo (ep. 51->67)
  4. Otakebi boy WAO! (雄叫びボーイ WAO! Otakebi bōi wao!?) delle Berryz Kobo (ep. 68->87)
  5. Maji bomber!! (本気ボンバー!! Maji bonbā!!?) delle Berryz Kobo (ep. 88->101)
  6. Shining Power (シャイニング パワー Shainingu Pawā?, lett. "Forza splendente") delle Berryz Kobo (ep. 102->112)
  7. Matane... no kisetsu (またね…のキセツ?) cantata dai doppiatori della serie (ep. 113->127)

Italiana[modifica | modifica wikitesto]

La sigla italiana è cantata sulla base della prima sigla d'apertura originale, con parole diverse. È cantata da Dario De Rosa ed il testo è scritto da Valerio Gallo Curcio. Il mixage è di Riccardo Canino. Ne esistono due versioni: la prima è quella usata per tutta la prima stagione e di nuovo per la terza, l'altra è stata usata per la seconda stagione. L'unica differenza è una frase: "il nostro obiettivo è vincere il Football Frontier" per la prima e la terza stagione, "il nostro obiettivo è vincere una volta di più" per la seconda stagione.

Le immagini della sigla italiana sono quelle della prima sigla di apertura originale per la prima e la terza stagione, e quelle della seconda sigla di apertura originale per la seconda stagione. Per la sigla di apertura i titoli di testa italiani non ricalcano quelli giapponesi ma si trovano in basso. Il logo del titolo "Inazuma Eleven" in lettere occidentali si trova al posto di quello in katakana, e sotto è presente il sottotitolo (La squadra delle meraviglie o Le nuove sfide), inesistente in Giappone. La sigla di chiusura è la stessa ed utilizza le stesse immagini, quindi anche qui diverse per le due versioni, ma i titoli di coda sono diversi da quelli di testa e possono trovarsi anche al centro dello schermo. È presente anche il logo del titolo ma senza sottotitolo. Nella versione italiana le anticipazioni dell'episodio successivo si trovano prima della sigla di chiusura invece che dopo.

Da notare che anche quando una parte della canzone GOOD Kita!, diversa da quella usata come quinta sigla di apertura, viene usata come musica di sottofondo durante l'esecuzione della tecnica Pinguino Imperatore n°3 nell'episodio 93, essa è stata tolta dalla versione italiana, tranne che per una breve parte strumentale.

Errori[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella partita contro la Brainwashing (episodio 8), per accedere alle regionali del Football Frontier, l'attaccante Neil Turner effettua la tecnica della "Saetta Spiovente", ma appare la scritta "Missile Spiovente". Nello stesso episodio viene dimenticata la scritta italiana per la "Barriera Magnetica" di Thomas Feldt. Inoltre quando Axel tenta di segnare col Tornado di Fuoco la scritta appare in giapponese invece che in italiano.
  • Nell'episodio dopo la vittoria contro la Kirkwood, Nelly Raimon dice "Mark non sa nulla di suo padre", invece che di "suo nonno". L'errore potrebbe essere attribuito al fatto che Nelly prima aveva parlato con l'investigatore Gregory Smith del padre di Ray Dark. Probabilmente l'errore di pronuncia è dovuto alla simile pronuncia del nome.
  • Nella seconda stagione, quando Mark esegue il "Pugno di Giustizia", alza la gamba sinistra, ma nell'inquadratura seguente, posa il piede destro.
  • Nella fase regionale del Football Frontier, prima della partita contro la Royal Accademy, Mark dice ai suoi compagni che, in ogni caso, la loro squadra avrebbe disputato la fase nazionale poiché la Royal (in quanto detentrice del titolo) ha accesso alla fase finale. Ma, dopo la partita in un dialogo tra Mark e Jude, il capitano della Raimon non è a conoscenza del fatto che sia la Raimon che la Royal possono disputare la fase Nazionale.
  • Nella semi-finale del Football Frontier, contro la Kirkwood, i tre fratelli Murdock usano il Triangolo Z e, per parare, Mark usa la Mano Di Luce. Però, ambedue i nomi delle tecniche sono in giapponese.
  • Nella terza partita contro la Gemini Storm, il portiere Star esegue la tecnica del Buco Nero, per parare il Drago Alato di Kevin. Tuttavia, il nome è scritto in giapponese e non in italiano.
  • Nella partita contro la Secret Service gli agenti usano la tecnica del Colpo di Frusta, facilmente parata dalla Raffica Esplosiva di Mark. I nomi delle tecniche, però, non sono in italiano, ma in giapponese. Nello stesso episodio lo stesso errore viene riscontrato poco prima durante l'esecuzione della tecnica di dribbling Aikido.
  • Gazel è un maschio ma in Italia è doppiato da una ragazza, e gli altri personaggi parlano di lui sia al maschile che al femminile. Nel riepilogo, invece, la sua voce è doppiata da un ragazzo.
  • Durante la partita tra Raimon e Chaos, per pochi istanti sia il numero di Jack che quello di Mark sono sbagliati: Mark ha il 2 (di Nathan) invece del 15 e Jack ha il 15 invece del 3. Anche Clear e Rhine della Chaos hanno i numeri invertiti in una scena: Clear ha l'8 invece del 3 mentre Rhine ha il 3 invece dell'8.
  • Alla fine della seconda stagione si viene a sapere che i giocatori dell'Alius Accademy non sono alieni e, quindi, rimane inspiegabile il modo in cui essi scomparivano prima e dopo le partite. Ciò, però, avviene semplicemente con le tecnologie create dal padre dell'allenatrice.
  • Nella partita tra Raimon e Occult in occasione del terzo gol della Raimon, Axel calcia dall'alto ma il pallone arriva verso la porta come se fosse stato tirato ad altezza normale.
  • Nell'episodio 3 quando Mark segue Axel in ospedale vede la scritta Julia Blaze in occidentale, ma poco dopo si legge la scritta giapponese.
  • Durante la partita contro l'Argentina all'inizio del secondo tempo il punteggio che appare è di 2-1 per L'Impero, mentre il punteggio reale è di 2-0 in quanto la Fiammata Tripla (Grand Fire) sarebbe dovuta apparire nel primo tempo per segnare il primo goal dell'Inazuma Japan e quest'ultima avrebbe dovuto pareggiare poi nel secondo tempo. La storia è stata invece modificata: l'Inazuma Japan perde per 2-1 segnando nel secondo tempo con la Fiammata Tripla.
  • Nella prima stagione la Royal viene sconfitta dalla Zeus e dopo la partita Jude Sharp dichiara che la sua squadra si ritira dalla coppa. Ma dato che si tratta di una coppa non c'è bisogno di ritirarsi se la Royal è squalificata, perché è stata già sconfitta.
  • Durante l'ultima partita contro la Genesis, nell'episodio "La pietra di Alius", Axel tenterà di segnare un goal con la sua Tormenta di Fuoco. Ma invece del vero nome, apparirà scritto "Tornado di Fuoco" (altra sua tecnica di tiro).
  • Nella terza stagione dicono che il Football Frontier Internazionale va dai 15 anni in giù, ma nella seconda stagione, per errore di doppiaggio italiano Hurley afferma di averne 17. Infatti nel doppiaggio giapponese Hurley ha 15 anni.
  • Nell'episodio 29 quando Jude intuisce che Nathan, Jack e Kevin non rendevano al massimo per colpa degli infortuni dei loro compagni esso lo capisce pensando. Ma successivamente Mark gli risponde come se Jude avesse informato la squadra a parole della scelta dell'allenatrice e non a mente come aveva fatto normalmente.
  • Nell'episodio 33 quando Nathan dribbla Jude utilizza lo Scatto Repentino. Tuttavia Nathan invece di dire il nome di questa tecnica dice Scatto Improvviso.
  • Si può notare in qualche episodio che durante l'esecuzione sia del Dragon Crash che del Tornado di Fuoco prima del nome in italiano della tecnica appare il primo simbolo di scrittura giapponese della tecnica. Un altro errore è il fatto che durante l'esecuzione delle tecniche si sentano come degli spari: quel suono è dovuto al fatto che non è stato eliminato il suono che si sente durante l'apparizione dei caratteri di scrittura giapponese dei nomi delle tecniche.
  • Nell'episodio 55 quando Shawn incontra Kevin in ospedale questi parlano di Axel. Kevin dice a Shawn che all'inizio non lo sopportava nemmeno lui ed egli ricorda con un flashback il suo atteggiamento verso Axel. Ma il flashback è ambientato quando la Raimon giunge all'Alpine e cioè quando Kevin non sopportava Shawn e non quando non sopportava Axel, perché in quella discussione con Mark era già diventato grande amico di Axel. Nello stesso episodio quando Mark ha un dialogo con Darren su qualche consiglio, Darren dice che non vede l'ora di imparare la Mano del Colosso, tecnica che già conosce, invece del Pugno di Giustizia.
  • Nella versione italiana degli episodi della terza stagione le Tattiche Micidiali (Hissatsu Tactics, 必殺タクティクス Hissatsu Takutikusu?) vengono chiamate normalmente Tecniche Micidiali, ma la differenza tra le due è sostanziale: mentre le Tattiche Micidiali sono usate da almeno quattro o più giocatori e sono tattiche offensive o difensive basate su moduli di gioco, le Tecniche Micidiali (Hissatsu Waza, 必殺技?) sono quelle di tiro, dribbling, difesa o parata usate da uno a tre giocatori.
  • Durante l'episodio 70 l'annunciatore del FFI informa che le due squadre per ciascun continente che avrebbero vinto il proprio girone sarebbero andate all'Isola Liocott. Ma allora non spiega perché quando l'Inazuma Japan arriva sull'Isola Liocott le squadre non sono cinque ma dieci, di cui cinque sono europee e solo una asiatica, una africana e una nordamericana. Secondo i calcoli le squadre sarebbero dovute essere state suddivise in altri due gironi continentali. A quel punto si sarebbero dovuti formare i gironi con ognuno una squadra di ciascun continente, poi le due squadre vincitrici dei gironi (cioè quattro) sarebbero state divise in due semifinali. Però non corrisponde il numero di squadre provenienti da ciascun continente.
  • Solo nella versione italiana "l'alieno" Jordan è chiamato nella seconda stagione con il suo vero nome. Nella terza stagione però gli altri dell'Inazuma Japan lo chiamano inizialmente Janus e lui gli dice di chiamarsi Jordan: in realtà tutti lo avevano sempre chiamato col suo vero nome.
  • Durante la partita contro la Fauxshore, quando Shawn e Darren usano le loro Tecniche Micidiali, i nomi delle tecniche rimangono scritti in giapponese.
  • Quando la Raimon sfida la Chaos, Jack e Scott usano le loro tecniche, tuttavia i nomi delle tecniche sono in giapponese.
  • Nell'episodio 66 (solo nella versione italiana) durante il riassunto della seconda stagione si vede Zeke Valanche, il braccio destro di Dvalin, utilizzare il Laser Fotonico durante la prima partita contro la Raimon. Ma la tecnica si chiama diversamente: Raggio di Ganimede (nome effettivo della tecnica).
  • Nell'episodio 67, durante il riassunto della seconda stagione, i tre attaccanti della Epsilon utilizzano la "Meteora Infuocata" ma viene chiamata "Cometa Infuocata". Nello stesso episodio una compagna di Shawn, nella partita contro la Gemini Storm, ha una voce maschile, e anche la voce di Gazel è stata cambiata. Inoltre quando Samford usa il Pinguino Imperatore n°1 viene chiamato semplicemente Pinguino Imperatore.
  • Nella versione italiana, quando l'Inazuma Japan sfida la Neo Japan il portiere Joe King e Shawn Froste usano le loro tecniche speciali, ma il nome delle tecniche è rimasto in giapponese.
  • All'inizio dell'episodio 74, durante la partita contro la squadra del Qatar (I Leoni Del Deserto), vengono effettuate due sostituzioni: quella di Hurley Kane e quella di Xavier Foster. Ma lo speaker invece di dire Foster dice Froste.
  • Nell'episodio 69, durante la qualificazione, Shadow tira nella porta avversaria, ma dall'alto si intravede la porta difesa da Darren, cioè la sua.
  • Nell'episodio 70, Jude intuisce a Nathan di passare la palla a Thor, ma dice Jordan al posto di Nathan
  • Nella partita contro i Big Waves (episodio 72), Holly Summers esegue il Colpo del Canguro ma come scritta appare "Calcio del Canguro".
  • Nell'episodio 74, Axel utilizza la tecnica Tormenta di Fuoco ma al posto del nome corretto è scritto "Tornado di Fuoco".
  • Nell'episodio 75 la madre di Austin dice "Shawn, abbi cura di mio figlio", ma in realtà stava parlando con Axel.
  • Nell'episodio 77, durante il flashback di Dave, Axel e Hurley usano rispettivamente l'Avvitamento Esplosivo e Il Tifone ma dicono "Tornado di Fuoco" e "Onda Inarrestabile", nomi di altre loro tecniche di tiro.
  • Nell'episodio 82, "Il pressing perfetto", il difensore della Corea usa la mossa "Fiamma Sfrecciante" per levare la palla a Tod, ma invece di cadere Tod cade Nathan, già colpito da questa tecnica.
  • Nell'episodio 86, quando Edgar usa la sua tecnica Excalibur nella sfida contro Mark, si può notare che lo sfondo non è il campo della festa, bensì quello dove la Inazuma Japan e i Cavalieri della Regina si affronteranno nella partita.
  • Nell'episodio 118, durante la partita Inazuma Japan e Zoolan Team, Fox utilizza la tecnica Ragno Gigante per bloccare il Colpo delle Sette Spade di Austin. Nella prima inquadratura, appaiono otto zampe di ragno ma nell'inquadratura seguente, le zampe sono sei.
  • Quando Mark esegue il Pugno di Giustizia si vede il pugno che va a colpire il pallone ma l'immagine successiva ritorna indietro: va ancora a colpire il pallone e appare la scritta "Pugno di Giustizia".
  • Nel secondo tempo della finale contro i Piccoli Giganti Maxi usa la tecnica Volo Planante su Xavier ma nella scena successiva si vede che Xavier usa Scarica Stellare (Tenkū Otoshi): non aveva lui la palla.
  • Nella versione italiana dell'episodio 86, "La serata di gala", quando Axel esegue il Tornado di Fuoco si vede il demone della Tormenta di Fuoco.
  • Durante la partita contro I Cavalieri Della Regina in quest'ultima squadra si vedono per un attimo due giocatori con la maglia numero 11.
  • Nell'episodio 117 Nelly dice che la Inazuma Eleven di 40 anni prima ha avuto un incidente prima dalla finale del Football Frontier International; in realtà la finale era del Football Frontier.
  • Nella partita per il diploma (episodio 127), Scott utilizza la Turbina Rotante, ma viene chiamata Forza del Vortice.
  • Nella partita tra Fire Dragon e Inazuma Japan, Claude utilizza la sua tecnica Palla di Fuoco (Atomic Flare), ma invece di essere chiamata così, dice Meteora Infuocata, altra tecnica utilizzata dalla Epsilon nella stagione precedente da Mercury, Zell e Metron (nome originale Gaia Break). Successivamente,durante la partita tra L'Impero e la Inazuma, l'attaccante argentino Leone utilizza una tecnica per l'appunto chiamata Palla di Fuoco, anche se diversa da quella utilizzata da Claude (nome originale Hellfire). Nei videogiochi, quest'ultima tecnica è infatti chiamata Sfera di Fuoco.
  • Nella partita per il diploma (episodio 127), Maxwell dice di essere più giovane di Austin, fatto impossibile considerando che è entrato a far parte della Raimon durante il suo secondo anno di scuola media, e a quei tempi Austin frequentava ancora le elementari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inazuma significa "fulmine", "lampo". Normalmente si scriverebbe 稲妻, mentre qui è scritto in katakana.
  2. ^ Termina il manga calcistico Inazuma Eleven, AnimeClick.it, 1º settembre 2011, aggiornato il 17 settembre 2011. URL consultato il 2 settembre 2011.
  3. ^ (JA) 講談社漫画賞 (過去の受賞者一覧), Kodansha. URL consultato il 3 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il ).
  4. ^ (JA) Lista degli episodi da 1 a 13 sul sito ufficiale, TV Tokyo. URL consultato il 3 maggio 2013.
  5. ^ (JA) Lista degli episodi da 124 a 127 sul sito ufficiale, TV Tokyo. URL consultato il 3 maggio 2013.
  6. ^ (EN) Inazuma Eleven 3D Film, Tailenders Promos Streamed (Updated), Anime News Network, 14 ottobre 2010. URL consultato il 24 luglio 2011.
  7. ^ (JA) イナズマイレブン 1, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  8. ^ (JA) イナズマイレブン 2, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  9. ^ (JA) イナズマイレブン 3, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  10. ^ (JA) イナズマイレブン 4, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  11. ^ (JA) イナズマイレブン 5, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  12. ^ (JA) イナズマイレブン 6, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  13. ^ (JA) イナズマイレブン 7, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  14. ^ (JA) イナズマイレブン 8, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  15. ^ (JA) イナズマイレブン 9, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  16. ^ (JA) イナズマイレブン 10, Shogakukan. URL consultato il 23 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]