i-wish you were here - vorrei tu fossi qui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
i-wish you were here - vorrei tu fossi qui
OAV
I e Yuji
I e Yuji
Titolo orig. i-wish you were here- ~あなたがここにいてほしい~
(i-wish you were here- ~Anata ga koko ni Itehoshii~)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Regia Seiji Mizushima
Sceneggiatura Natsuko Takahashi
Character design
Mecha design Kanetake Ebikawa
Animazione Yasuhiro Oshima
Dir. artistica Yoko Mitsuhashi
Studio Gonzo
Musiche Kenji Kawai
Rete Kids Station
1ª edizione 4 ottobre 2001 – 3 novembre 2001
Episodi 4 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 27 min
Rete it. MTV
1ª edizione it. 10 settembre 2005
Episodi it. 4 (completa)
Durata ep. it. 27 min
Doppiaggio it. CAST Doppiaggio
Dialoghi it. Gualtiero Cannarsi
Generi drammatico, fantascienza, romantico

i-wish you were here - vorrei tu fossi qui (i-wish you were here- ~あなたがここにいてほしい~ i-wish you were here- ~Anata ga koko ni Itehoshii~?) è un OAV anime in quattro episodi prodotto nel 2001 dallo studio Gonzo e diretto da Seiji Mizushima. L'anime è stato trasmesso in Giappone su Kids Station dal 4 ottobre 2001 e in Italia su MTV il 10 settembre 2005 in due ore di trasmissione nell'ambito del contenitore Anime Week. Il primo episodio della serie è stato pubblicato su Internet in streaming lo stesso giorno della trasmissione televisiva giapponese ed è uno dei pochi casi di una nuova serie immessa in Rete prima della sua effettiva messa in onda[1].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sono passati quattro anni da quando un meteorite ha colpito la Terra, introducendo un virus sconosciuto, chiamato M34, che trasforma gli esseri umani in terribili creature violente e che riescono pure a fondersi generando creature ancora più letali. L'infezione ha ormai contagiato il 3 per cento della popolazione e per affrontare la crisi viene creato il NOA, un esercito speciale ai cui componenti sono state innestate nel loro corpo delle nanomacchine che dovrebbero proteggere dall'infezione. Il virus però sembra evolversi e pare che sia ormai in grado di attaccare le nanomacchine immesse nel sangue di Yuji Tamida, il soldato protagonista della storia. Forse l'unica a poter salvare la situazione è l'Unità I, un nome in codice dietro il quale si cela una misteriosa ragazzina di circa 16 anni dal carattere dolce, ma dagli incredibili poteri, che assieme all'impulsivo e ribelle Yuji ha nelle sue mani il destino dell'umanità.

I virus[modifica | modifica sorgente]

  • M34 - è il virus originario, di provenienza extraterrestre che infetta il 3% della popolazione mondiale. Causa repentine mutazioni nell'aspetto fisico dei soggetti colpiti, che si trasformano in esseri violenti che possono fondersi tra loro. Soltanto le nanomacchine immesse nel sangue di un soggetto possono bloccare e distruggere il virus.
  • M35 - È la prima mutazione del virus, generata dal contatto del ceppo M34 con le nanomacchine del corpo di Yuji Tamida. Questo ceppo manifesta una resistenza alle nanomacchine che riesce a distruggere. I primi sintomi dell'infezione sono simili a quelli del raffreddore, ma col progredire della malattia si hanno le stesse manifestazioni del virus M34, anche su coloro che dovrebbero essere protetti dalle nanomacchine. Le uniche armi a disposizione per distruggere il virus sono le particolari capacità taumaturgiche dell'Unità I, la quale riesce in questo intento con Yuji Tamida, il primo soggetto infettato dal ceppo.
  • M36 - È la seconda mutazione del virus, generato dall'assimilazione delle nanomacchine e dalla loro replicazione da parte del virus. I soggetti colpiti dall'infezione, anche se non precedentemente protetti dalle nanomacchine, acquistano le capacità di trasformazione e di resistenza proprie di questa tecnologia, raggiungendo quindi un potere di gran lunga superiore a quello dei soggetti infettati dal ceppo M34. Soltanto l'Unità I può combattere i soggetti infetti, ma al prezzo di prosciugare ogni sua energia vitale.

Sigla finale[modifica | modifica sorgente]

Nell'edizione italiana dell'anime è stata utilizzata la sigla originale giapponese.

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

L'edizione italiana è a cura della Shin Vision. Il doppiaggio italiano è stato effettuato da "Cast Doppiaggio" sotto la direzione di Gualtiero Cannarsi. La traduzione dal giapponese è di Laura Valentini ed i dialoghi italiani sono di Nausicaa Piccolo[2].

Personaggi Voce giapponese Voce italiana
Yuji Tamiya Joe Odagiri Stefano Crescentini
I Yukari Tamura Letizia Ciampa
Hajime Kudo Tesshou Genda Saverio Indrio
Tao Romi Paku Perla Liberatori
Misao Mitsuishi Kotono Mitsuishi Stella Musy
Dott. Domeki Daisuke Gouri Renato Cortesi
Mitsuo Aritake Nobuo Tobita Vittorio Stagni
Naoki Kurosawa Jin Hirao Stefano Mondini
Changpuek Hiroaki Hirata Franco Mannella
Hiroyuki Kaneshiro Katsuyuki Konishi Simone D'Andrea
Shinji Tatsumi Isao Yamagishi Daniele Raffaeli

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Il primo episodio è stato immesso in anteprima sul Web lo stesso giorno della prima trasmissione televisiva[1].

Titolo italiano In onda
Giappone Italia
1 Encounter 4 ottobre 2001 10 settembre 2005
2 Farewell 4 ottobre 2001 10 settembre 2005
3 Notice 3 novembre 2001 10 settembre 2005
4 Presence 3 novembre 2001 10 settembre 2005

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (JA) GONZOの秋の新作アニメ「i -wish you were here-」、TV放送より早くネットで公開, RBB Today, 3 ottobre 2001. URL consultato il M3-08-2011.
  2. ^ a b Dai titoli di coda del DVD italiano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]