Giacomo Bove

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giacomo Bove

Giacomo Bove (Maranzana, 23 aprile 1852Verona, 9 agosto 1887) è stato un esploratore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Frequentò a Maranzana e ad Acqui Terme le scuole primarie, per poi andare a studiare a Genova, dove frequentò l'Accademia Navale. Diplomato con onore poté partecipare come guardiamarina alla spedizione scientifica in Estremo Oriente della nave Governolo.

Nell'aprile del 1877 fu inviato nello stretto di Messina sulla nave Washington per studiare le correnti marine. Nel 1878 partecipò alla spedizione di A. E. Nordenskiöld per la ricerca del passaggio a nord-est a bordo della Vega.

Nel 1880 venne nominato tenente di vascello della Regia Marina.

Il 7 giugno 1881 sposava Luisa Bruzzone vedova Jaworka ed il 3 settembre, sulla nave Europa, partì per l'Argentina per compiere un primo viaggio in Sud-America. Per il secondo viaggio partì da Genova il 3 luglio 1883 sul vapore Sud America.

Il 2 dicembre 1885 partì per esplorare il Congo in Africa e tornò il 17 ottobre 1886.

Dopo tante sofferenze dovute ad una malattia contratta nel suo ultimo viaggio, mentre tornava da un viaggio in Austria, il 9 agosto del 1887 decise di terminare la sua intensa esperienza terrena. La salma riposa ora nella cappella di famiglia nel cimitero di Maranzana.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Francesco Bonasera, BOVE, Giacomo in Enciclopedia Italiana, XIII volume, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1971. URL consultato il 31-10-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]