Gennaro Iezzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gennaro Iezzo
Gennaro Iezzo - SSC Neapel (2).jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 2012 - giocatore
Carriera
Giovanili
1989-1990 Juve Stabia Juve Stabia
Squadre di club1
1989-1990 Juve Stabia Juve Stabia 0 (-0)
1990-1991 Scafatese Scafatese 2 (-1)
1991-1992 Avellino Avellino 0 (-0)
1992-1994 Scafatese Scafatese 23 (-31)
1994-1997 Nocerina Nocerina 22 (-18)[1]
1997-1999 Verona Verona 5 (-5)
1999-2003 Catania Catania 95 (-86)[2]
2003-2005 Cagliari Cagliari 25 (-35)
2005-2011 Napoli Napoli 104 (-84)
2011-2012 Nuvla San Felice Nuvla San Felice 0 (-0)
Carriera da allenatore
2012 Sant'Antonio Abate Sant'Antonio Abate
2013- Juve Stabia Juve Stabia (prep. portieri)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 settembre 2012

Gennaro Iezzo (Castellammare di Stabia, 8 giugno 1973) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Gli esordi campani[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera nella Juve Stabia nel 1989. Ha militato in categorie inferiori con la Scafatese, per poi passare in Serie C con la Nocerina.

Verona, Catania e Cagliari[modifica | modifica sorgente]

Nel 1997-1998 passa al Verona, dove è il secondo di Graziano Battistini e scende in campo cinque volte in due anni. Nel 1999-2000 torna in Serie C1 con il Catania dove conquista una promozione in Serie B. La stagione successiva approda al Cagliari, dove gioca 2 partite in B, e viene promosso in Serie A.

Iezzo in azione con la maglia del Napoli.

I sei anni al Napoli: dalla Serie C all'Europa[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 lascia la Serie A per andare a giocare nel Napoli in Serie C1. Nella stagione 2005-06 contribuisce alla promozione in Serie B del Napoli con 32 presenze e appena 18 reti subite. Nella stagione successiva, in cui è anche il capitano, si rende protagonista della promozione in Serie A del Napoli, aiutando la difesa partenopea a diventare la meno battuta del torneo, davanti anche alla Juventus, subendo appena 25 reti in 39 partite.

Partito da titolare anche nella stagione 2007-2008, a gennaio 2008 cede il ruolo di titolare al collega Matteo Gianello fino ad aprile. Ritorna titolare alla 33ª giornata di campionato e lo rimane fino alla 36ª quando cede il posto per le ultime tre partite a Nicolás Navarro. Anche per la stagione 2008-2009, in cui debutta nelle coppe europee disputando il doppio confronto in Coppa Intertoto contro il Panionios, Iezzo è il portiere titolare; durante un Milan-Napoli para un rigore a Kaká, con la partita si conclude con una sconfitta per 1-0. Gioca l'ultima partita in campionato l'11 gennaio 2009 contro il Catania, quindi cede il posto a Nicolás Navarro per il resto della stagione.

Nelle ultime due stagioni (2009-2010 e 2010-2011) ricopre il ruolo di secondo portiere alle spalle di Morgan De Sanctis e non colleziona alcuna presenza in campionato, limitandosi a tre apparizioni complessive in Coppa Italia. Il 30 giugno 2011, scaduto il contratto con i partenopei, lascia il club azzurro dopo sei anni di militanza.[3][4]

Il ritorno tra i dilettanti[modifica | modifica sorgente]

Il 22 ottobre 2011 il Nuvla San Felice, militante in Serie D, ne annuncia l'ingaggio.[5] Nella società nolana assume il doppio ruolo di giocatore (sebbene inizialmente infortunato) e direttore generale.[6]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Il 13 luglio 2012 Iezzo annuncia che allenerà per la stagione 2012-2013 il Sant'Antonio Abate, squadra campana militante in Serie D. L'ex portiere partenopeo aveva chiesto a tre suoi ex compagni azzurri di rinforzare l'organico della squadra: si tratta di Francesco Montervino, Marco Capparella e David Giubilato.[7] Il 16 settembre 2012, dopo aver perso le prime tre gare di campionato, si dimette dall'incarico.[8] Il 5 luglio 2013 entra a far parte dello staff tecnico della Juve Stabia per la stagione 2013/14 di Serie B. [9]

Attività politica[modifica | modifica sorgente]

Si candida con la lista di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei deputati per la regione Campania nelle elezioni politiche italiane del 2013,[10] senza tuttavia essere eletto.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 23 ottobre 2011.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1989-1990 Italia Juve Stabia INT 0 0 - - - - - - 0 -
1990-1991 Italia Scafatese INT 2 -1 - - - - - - 2 -1
1991-1992 Italia Avellino B 0 0 CI  ?  ? - - - 0 -
1992-1993 Italia Scafatese CND 13 - - - - - - - 13 -
1993-1994 CND 10 - - - - - - - 10 -
Totale Scafatese 25 - - - - - 25 -
1994-1995 Italia Nocerina C2 2 -1 - - - - - - 2 -1
1995-1996 C1 5 -3 - - - - - - 5 -3
1996-1997 C1+POut 15+2 -14 + -2 CI 3 -3 - - - 20 -19
Totale Nocerina 22+2 -18 + -2 3 -3 - - 27 -23
1997-1998 Italia Hellas Verona B 5 -5 CI 2 -2 - - - 7 -7
1998-1999 B 0 0 CI 2 -2 - - - 2 -2
Totale Hellas Verona 5 -5 4 -4 - - 9 -9
1999-2000 Italia Catania C1 27 -21 - - - - - 27 -21
2000-2001 C1+POff 21+4 -19 + -3 - - - - - - 25 -22
2001-2002 C1+POff 30+4 -18 + -1 CI 3 -5 - - - 37 -24
2002-2003 B 17 -28 CI 2 -4 - - - 19 -32
Totale Catania 95+8 -86 + -4 5 -9 - - 108 -99
2003-2004 Italia Cagliari B 3 -4 - - - - - 3 -4
2004-2005 A 22 -31 CI 5 -6 - - - 27 -37
Totale Cagliari 25 -35 5 -6 - - 30 -41
2005-2006 Italia Napoli C1 32 -18 CI 3 -3 - - - 35 -21
2006-2007 B 39 -25 CI 3 -4 - - - 42 -29
2007-2008 A 19 -28 CI 1 -0 - - - 20 -28
2008-2009 A 14 -13 CI 0 -0 I+CU 2+1 0 17 -13
2009-2010 A 0 -0 CI 2 -3 - - - 2 -3
2010-2011 A 0 -0 CI 1 -1 - - - 1 -1
Totale Napoli 104 -88 10 -11 3 0 117 -95
2011-2012 Italia Nuvla San Felice D 0 0 CISD 0 0 - - - 0 0
Totale carriera 278+10 -229 + -6 27 -33 3 0 318 -268

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Nocerina: 1994-1995
Verona: 1998-1999
Napoli: 2005-2006

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 24 (-20) considerando i play-out di Serie C1.
  2. ^ 103 (-90) considerando i play-offdi Serie B.
  3. ^ ESCLUSIVA TMW - Napoli, Iezzo: "Avevo capito che non sarei rimasto", tuttomercatoweb.com
  4. ^ La SSC Napoli ringrazia Iezzo e Gianello, sscnapoli.it
  5. ^ Nuvla, lunedì sarà presentato Iezzo, resport.it, 22 ottobre 2011. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  6. ^ Iezzo: il Nola punta alla serie C, nolano.it, 25 ottobre 2011. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  7. ^ Iezzo diventa allenatore e chiama al Sant'Antonio Abate tre ex Napoli, ecco i nomi, calcionapoli24.it, 13 luglio 2012. URL consultato il 13 luglio 2012.
  8. ^ Enzo Carannante nuovo mister del Sant’Antonio Abate, professionecalcio.net, 20 settembre 2012. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  9. ^ Gennaro Iezzo e Raffaele La Penna entrano nello staff tecnico, ssjuvestabia.it, 5 luglio 2013. URL consultato il 5 luglio 2013.
  10. ^ Iezzo si candida al Parlamento, areanapoli.it, 19 gennaio 2013. URL consultato il 19 gennaio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Carmelo Gennaro. Iezzo si presenta. «La Sicilia», 7 luglio 1999.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]