Francesco Di Giacomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Di Giacomo
Francesco Di Giacomo nel 2009
Francesco Di Giacomo nel 2009
Nazionalità Italia Italia
Genere Rock progressivo
Periodo di attività 1969-2014
Album pubblicati 26[1]
Studio 19
Live 2
Raccolte 5
Sito web

Francesco Di Giacomo (Siniscola, 22 agosto 1947Zagarolo, 21 febbraio 2014) è stato un cantante italiano, voce solista, dal 1971, del gruppo Banco del Mutuo Soccorso.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Francesco Di Giacomo

Nato nella frazione La Caletta di Siniscola in Sardegna, all'età di 5 anni si trasferì con la famiglia a Roma[2].

Nel 1970 fu avvicinato da Vittorio Nocenzi, alla ricerca di un cantante[3], durante il Festival Pop di Caracalla, insieme a Marcello Todaro e Renato D'Angelo, tutti provenienti dal gruppo "Le Esperienze".

Nel 1989 ha prodotto il disco da solista Non mettere le dita nel naso, in collaborazione con gli altri musicisti del Banco del Mutuo Soccorso e Sam Moore.

È stato definito «la grande voce del progressive italiano, il simbolo di un'epoca aurea del rock italiano»[4].

Era un grande esperto di cucina regionale, tanto da aver tenuto anche dei corsi[5]. Inconfondibile voce tenorile, ha compiuto studi da autodidatta ed è autore di gran parte dei testi del gruppo. Ha inoltre scritto la poesia composta dai titoli delle canzoni dell'album ...di terra.

Di Giacomo è morto a 66 anni il 21 febbraio 2014 per un incidente stradale mentre era alla guida della sua automobile a Zagarolo, in provincia di Roma, dove viveva.[4][6]. Il funerale, con rito laico, si è svolto presso il Palazzo Rospigliosi.[7]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

È apparso in tre lavori di Federico Fellini: Satyricon (1969), in una breve sequenza dove, dentro un'insula, in un vicolo di Roma, accenna una melodia su uno strumento a corde; Roma (1972), nella parte di un compare del protagonista nella scena del bordello; Amarcord (1973), nella parte di un addetto alla sicurezza del califfo in soggiorno al Grand Hotel di Rimini. In relazione alla comparsata per Satyricon, il 14 dicembre 1968 intervenne in video, in occasione della 12ª puntata di Canzonissima, durante il collegamento televisivo realizzato tra il set allestito a Cinecittà e lo studio televisivo al Teatro delle Vittorie.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

  • 1989 - LP - Non mettere le dita nel naso
  • 1990 - EP - Hey Joe/Non Ci Siamo (assieme a Sam Moore)
  • 2001 - CD - Fado (assieme a Eugenio Finardi e Marco Poeta)

con il Banco del Mutuo Soccorso[modifica | modifica sorgente]

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]