Dibenzofurano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dibenzofurano
formula di struttura con evidenziata numerazione degli atomi
Nome IUPAC
dibenzofurano
Nomi alternativi
2,2'-bifenilene ossido
bifenilene ossido
DBF
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C12H8O
Massa molecolare (u) 168,19
Aspetto polvere cristallina da bianca a giallo chiaro
Numero CAS [132-64-9]
Numero EINECS 205-071-3
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua insolubile
Temperatura di fusione 81-85 °C (354,15-358,15 K)
Temperatura di ebollizione 285 °C (558,15 K)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 130 °C (403,15 K)
Simboli di rischio chimico
irritante pericoloso per l'ambiente

attenzione

Frasi H 302 - 411
Consigli P 273 [1]

Il dibenzofurano è un composto eterociclico aromatico strutturalmente formato da due anelli benzenici e uno centrale di furano condensati. Rappresenta un etere caratterizzato da formula chimica C12H8O e dall'aspetto solido con colorazione variabile dal bianco al giallo chiaro. È solubile in composti organici poco polari quali l'etanolo e il benzene.

I dibenzofurani policlorurati, dei quali il più noto è il TCDF, sono composti molto tossici e cancerogeni comunemente assimilati alle diossine, anche se in realtà chimicamente non sono degli analoghi strutturali.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 02.01.2011
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia